BOS Bruins
Detroit Red Wings
01:00
 
FLO Panthers
WAS Capitals
01:00
 
NJ Devils
0
SJ Sharks
1
1. tempo
(0-1)
MIN Wild
ARI Coyotes
02:00
 
NAS Predators
COB Jackets
02:00
 
STL Blues
TB Lightning
02:00
 
la-nuova-axenstrasse-fra-uri-e-svitto-bloccata-da-un-ricorso
La celebre strada è stata chiusa più volte a causa di frane (archivio Keystone)
Svizzera
02.09.2021 - 19:050

La nuova Axenstrasse fra Uri e Svitto bloccata da un ricorso

Associazioni ambientaliste hanno presentato ricorso al Taf contro la costruzione di due nuove gallerie. Alcuni lavori hanno però ricevuto il via libera

Il progetto miliardario di una nuova Axenstrasse fra Uri e Svitto è bloccato da un ricorso. Alcuni lavori di preparazione sono però pronti a partire. Svitto e Uri, su incarico della Confederazione, pianificano il nuovo collegamento con due gallerie principali fra Ingenbohl (Sz) e Flüelen (Ur), lungo il Lago dei Quattro Cantoni. Si tratta del tunnel Morschacher (2,9 chilometri) e del tunnel Sisikoner (4,4 chilometri). Le autorizzazioni ai lavori sono state impugnate da associazioni ambientaliste, che temono in particolare un aumento della capacità, poiché il tratto già esistente della Axenstrasse rimarrà in funzione. Del caso si occuperà il Tribunale amministrativo federale (Taf).

Galleria Gumpisch, inizio dei lavori nel 2023

Su alcune operazioni è stato però tolto l'effetto sospensivo e oggi le autorità hanno fatto il punto della situazione. A Ingenbohl i lavori per i biotopi sostitutivi sono a buon punto: zone di riproduzione di anfibi sono infatti colpite dal progetto e devono quindi essere preventivamente spostate. Dal 20 settembre inizieranno poi i lavori legati ai cablaggi e alla corrente elettrica, lungo una tratta di circa quattro chilometri. Verrà inoltre installato un ponte di 150 metri, necessario per i lavori. In seguito, nell'estate 2023, si potrà iniziare con la costruzione della galleria Gumpisch, all'estremità sud del nuovo percorso, che permetterà di passare in sicurezza da una zona colpita da frequenti cadute massi.

Il destino del resto del progetto dipende invece dal risultato del pendente ricorso e da altre procedure. Il nuovo collegamento potrà essere inaugurato nella sua integrità al più presto nel 2031.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved