in-una-settimana-piu-contagi-e-ricoveri-nessun-vaccinato-deceduto
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
9 ore

Caduta fatale per un’alpinista sul Pilatus

Una donna di 36 anni è morta dopo esser precipitata per centinaia di metri nel settore di Gsäss
Svizzera
10 ore

Gli imprenditori: non ci sarà un aumento astronomico dei salari

Il presidente dell‘Unione svizzera degli imprenditori (USI) Valentin Vogt ritiene irrealistiche le richieste dei sindacati: ’gettano fumo negli occhi’
Svizzera
1 gior

Paura di un inverno al freddo, occhio alle truffe

In Vallese segnalati annunci online fasulli di legna da ardere e pellet a basso costo. Si chiede di pagare in anticipo, ma la merce non viene consegnata.
Svizzera
1 gior

Incidente mortale ieri sera a Schlatt

Forse un malore all’origine del sinistro costato la vita a un novantenne, andato a cozzare contro una scalinata e il muro di un cimitero
Svizzera
1 gior

Ventisettenne annega nel lago di Zurigo

È accaduto attorno alle 13.30, mentre nella città iniziava la Streetparade: ancora da chiarire se il fatto sia collegato all’evento
Svizzera
1 gior

HotellerieSuisse, competitività intatta malgrado il franco forte

Lo sosteniene il presidente Andreas Züllig, secondo cui la competitività della Svizzera ‘è cresciuta globalmente’
Svizzera
1 gior

Un morto e tre feriti in un incidente sulla A9

A seguito del sinistro, avvenuto ieri attorno alle 17.30 nel tunnel di Chauderon, l’autostrada è rimasta chiusa per una decina di ore
Svizzera
1 gior

Riflessione e tolleranza. È l’inno della 29esima Streetparade

Iniziato nel pomeriggio sulle rive della Limmat il mega raduno a ritmo di musica elettronica dalle ‘love mobile’
Svizzera
1 gior

Derubato di telefono e portafoglio da ignoti

Aggressione a scopo di furto ieri sera a nel canton Basilea. La polizia è alla ricerca di quattro uomini calvi
Svizzera
1 gior

Smart contro un camion: una 22enne ferita in modo grave

L’incidente stradale si è verificato ieri pomeriggio a Hunzenschwil (Ag). I due veicoli si sono scontrati frontalmente
Svizzera
1 gior

Crisi energetica: la legna per riscaldarsi non è la soluzione

Lo afferma il meteorologo Jörg Kachelmann, secondo cui il pellet è dannoso per il clima tanto quanto il carbone, il gas o il petrolio
Svizzera
1 gior

Ritrovato il corpo dell’87enne sparito nelle acque del Lemano

L’uomo, un tedesco, era scomparso martedì pomeriggio nei pressi di Montreux. È stato rinvenuto a 100 m di profondità
Svizzera
2 gior

In Svizzera moria di pesci di ‘proporzioni storiche’

La federazione dei pescatori teme che un numero ancora maggiore di specie autoctone possa scomparire per sempre
Svizzera
2 gior

Unia: ‘Divario salariale aumenta, occorre intervenire’

Il sindacato denuncia la stagnazione degli stipendi più bassi e l’aumento di quelli dei dirigenti
Svizzera
2 gior

Aumentano i posti vacanti fra le imprese svizzere

Sui siti internet delle 50 imprese più grandi si contano 12’400 annunci: il 34% in più rispetto a un mese fa
12.08.2021 - 15:44
Aggiornamento: 18:34

In una settimana più contagi e ricoveri, nessun vaccinato deceduto

Nella settimana dal 2 all'8 agosto i contagi sono aumentati del 45%; solo l'1,2% è riferito a persone vaccinate, che contano 5 ricoveri su 138 e nessun morto

Un aumento significativo dei contagi da coronavirus, più ricoveri ospedalieri, ma decisamente meno morti in relazione al Covid-19: questo è il bilancio del rapporto settimanale pubblicato oggi dall'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) per la Svizzera e il Liechtenstein per il periodo dal 2 all'8 agosto.

L'UFSP ha registrato un aumento del 45% delle nuove infezioni da coronavirus nella settimana in esame: 7607 contro le 5249 della settimana precedente - cioè 88 per 100.000 abitanti (il cosiddetto tasso di incidenza) rispetto a 61 nella settimana prima. Il gruppo di età più colpito è stato quello dai 20 ai 29 anni, i meno colpiti sono stati quelli da 0 a 9 anni e quelli dai 60 anni in su.

I ricoveri ospedalieri sono passati da 91 a 138. Dopo un calo continuo registrato dalla fine di marzo, il numero di ospedalizzazioni sta costantemente salendo dall'inizio di luglio.

L'1,2% dei contagiati è vaccinato, nessun decesso

Dei 7'607 casi settimanali, solo 91 sono riferiti a persone vaccinate con due dosi, pari all'1,2% dei contagi totali: in 5 casi si è reso necessario il ricovero, mentre non si segnalano decessi di persone vaccinate. La fascia di età dei vaccinati numericamente più colpita è quella delle persone fra 20 e 29 anni, con 17 casi, seguita dalla fascia 40-40 con 16 casi: sono 3, inoltre, i contagi sotto i 20 anni, di cui nessuno sotto i 10 anni. Dei ricoverati, 4 su 5 appartengono alla fascia di persone con più di 80 anni, mentre in un caso è stata ricoverata una persona vaccinata di età fra i 60 e i 69 anni.


(Dati: UFsp, elaborazione LaRegione)

Dal 27 gennaio sono 19 le persone vaccinate decedute a causa del Covid, di cui 18 oltre gli 80 anni di età e uno fra i 60 e i 69 anni. Nello stesso periodo sono in totale 563 le persone che pur avendo ricevuto due dosi del vaccino hanno contratto il virus, di cui 221 (quasi il 40%) oltre i 70 anni di età: di esse 103 sono state ricoverate in ospedale, con 75 casi (quasi 3 su 4) riferiti a persone sopra i 60 anni.

Se si considera il tasso di copertura vaccinale nella popolazione svizzera (poco meno del 50%) come pure il numero totale di casi di Covid-19, la quota di ricoveri o decessi di persone completamente vaccinate è molto bassa, rileva l'UFSP.

Anche tenendo conto di un alto numero di casi di contagio non segnalati, la proporzione di infezioni tra le persone completamente immunizzate rientra nella forbice prevista dagli studi di autorizzazione dei vaccini. Secondo questi studi, l'efficacia dei due prodotti disponibili in Svizzera - Moderna e Biontech/Pfizer - è infatti del 94-95%.


Fonte: UFSP

 

Tanti in cure intensive

Nella settimana in esame, c'erano in media 53 pazienti affetti da Covid-19 in un'unità di terapia intensiva, il 36% in più rispetto alla settimana precedente.

La proporzione di pazienti con Covid-19 tra quelli ricoverati in terapia intensiva era a metà luglio scesa al 3,8%. Poi, alla fine del mese, la quota è aumentata di nuovo per la prima volta per raggiungere l'8,8% nella settimana in esame.

Il numero di morti è diminuito da 10 a 3 rispetto alla settimana precedente e si è quindi mantenuto a un livello basso, sottolinea l'UFSP.

Il tasso di incidenza dei casi di coronavirus confermati in laboratorio in Svizzera e nel Liechtenstein nel periodo in questione variava dai 6 casi in Appenzello Interno ai 170 casi nel cantone di Ginevra, sempre ogni 100.000 abitanti e per settimana. In 21 cantoni, il tasso di incidenza è aumentato di oltre il 10%.

Delle persone il cui decesso può essere messo in relazione con il coronavirus dall'inizio della pandemia, il 96% soffriva di almeno una malattia pregressa. Le tre condizioni preesistenti più frequentemente citate sono l'ipertensione (61%), le malattie cardiovascolari (anch'esse 61%) e le malattie renali croniche (28%).

I dati sui vaccinati

Nel corso dell'ultima settimana, i contagi fra le persone vaccinate con doppia dose sono stati 91. Di questi, 5 sono stati ricoverati in ospedale, mentre nessun vaccinato è deceduto. La percentuale sul totale dei


L'UFSP rileva che vi sono persone che muoiono a causa o in relazione al Covid-19 malgrado siano state completamente vaccinate: finora, con una sola eccezione, si è sempre trattato di ultra 80enni. Dal 27 gennaio sono stati 19. Nello stesso periodo sono 563 le persone che pur avendo ricevuto due dosi del vaccino hanno contratto il virus: di esse 103 sono state ricoverate in ospedale.

Se si considera il tasso di copertura vaccinale nella popolazione svizzera (poco meno del 50%) come pure il numero totale di casi di Covid-19, la quota di ricoveri o decessi di persone completamente vaccinate è molto bassa, rileva l'UFSP.

Anche tenendo conto di un alto numero di casi di contagio non segnalati, la proporzione di infezioni tra le persone completamente immunizzate rientra nella forbice prevista dagli studi di autorizzazione dei vaccini. Secondo questi studi, l'efficacia dei due prodotti disponibili in Svizzera - Moderna e Biontech/Pfizer - è infatti del 94-95%.

 


 
 

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
coronavirus svizzera
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved