record-di-esportazioni-per-la-svizzera-trainano-i-farmaci
La chimica-farmaceutica ha fatto da volano (Ti-Press)
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
14 ore

I Cantoni sostengono proroga ‘2G’, ma solo fino a fine febbraio

Consultazione sulle misure del Consiglio federale: sì alla riduzione della durata del certificato sanitario, no all’insegnamento terziario a distanza
Svizzera
15 ore

Vent’anni di prigione per l’assassino di Yverdon

Un giovane, oggi ventiduenne, riconosciuto colpevole di avere ucciso un ventunenne con un colpo alla testa, per questioni di droga
Svizzera
18 ore

In Svizzera più contagi ma ricoveri stabili e meno decessi

Continua a scendere il tasso di riproduzione del virus, oggi a 1,12. Rispetto a lunedì scorso, circa 4’000 casi in più ma stesso numero di ricoveri
Svizzera
18 ore

Scuola reclute invernale al via tra severe misure di protezione

Parte dei militi verrà istruita da casa nelle prime 3 settimane. L’entrata in servizio è preceduta da un test Covid. Aumenta la quota di donne
Svizzera
1 gior

Stadler si aggiudica la commessa più importante della sua storia

Il costruttore ferroviario turgoviese ha siglato un contratto che potrà raggiungere i 4 miliardi di euro per un consorzio austro-tedesco
Svizzera
1 gior

Violò quarantena, lascia il presidente del Cda di Credit Suisse

António Horta-Osório, in carica da meno di un anno, non aveva rispettato gli obblighi di quarantena al rientro da un viaggio all’estero
Svizzera
1 gior

Appesero lo striscione ‘Kill Erdogan’, da martedì a processo

I quattro imputati, chiamati a presentarsi davanti alla giustizia bernese, nel 2017 protestarono durante una manifestazione per la democrazia in Turchia
20.07.2021 - 08:510
Aggiornamento : 14:27

Record di esportazioni per la Svizzera. Trainano i farmaci

Fra aprile e giugno sono stati superati i 60 miliardi di franchi. Passo in avanti anche per il settore orologiero

Nuovo record per le esportazioni svizzere, che nel secondo trimestre del 2021 hanno superato per la prima volta i 60 miliardi di franchi sull'arco di tre mesi, grazie ancora una volta al traino del comparto chimico-farmaceutico. Si tratta del quarto aumento trimestrale consecutivo dopo il crollo dovuto allo scoppio della crisi del coronavirus. In aprile, maggio e giugno l'export si è attestato a 60,5 miliardi di franchi, in progressione del 3,2% rispetto al periodo gennaio-marzo, mentre le importazioni hanno raggiunto 48,9 miliardi, in aumento del 3,8%: è quanto emerge dai dati pubblicati oggi dall'Amministrazione federale delle dogane (AFD). Le variazioni indicate sono nominali: in termini reali (cioè corrette dell'effetto dei prezzi) i rispettivi incrementi sono stati di +1,0% e +1,2%. La bilancia commerciale si chiude così con un'eccedenza 11,5 miliardi di franchi, una cifra mai registrata prima.

Nel confronto con il primo trimestre i vari settori d'esportazione hanno mostrato andamenti non univoci. Quello di gran lunga più importante, la chimica-farmaceutica, segna (a livello nominale) +4,7% (a 31,6 miliardi di franchi), con 527 milioni in più (a 11,0 miliardi) per i soli prodotti immunologici; seguono le macchine e l'elettronica, in lieve flessione (-0,9% a 7,7 miliardi), sale l'orologeria (+1,9% a 5,4 miliardi) e presentano evoluzioni positive pure gli strumenti di precisione (+3,1% a 4,3 miliardi), i metalli (+5,7% a 3,7 miliardi) e le derrate alimentari (+2,0% a 2,3 miliardi).$

Europa al primo posto

A livello regionale, il continente più importante per i prodotti con il marchio della balestra rimane l'Europa (+5,6% a 34,7 miliardi), con il principale paese di sbocco dell'export, la Germania (+3,6% a 11,3 miliardi), un po' sotto la media. In flessione sono invece Asia (-1,7% a 13,2 miliardi), con la Cina in netto arretramento (-14,0% a 3,7 miliardi), e il Nordamerica (-0,6% a 12,0 miliardi).

Anche sul fronte delle importazioni il settore più importante è rappresentato dalla chimica-farmaceutica (+5,1% a 13,4 miliardi), seguito da macchine ed elettronica (+1,3% a 8,2 miliardi) nonché dai veicoli (-1,6% a 4,4 miliardi). Riguardo alle regioni, al primo posto si trova l'Europa (+3,8% a 34,5 miliardi), seguita da Asia (+4,6% a 10,4 miliardi) e Nordamerica (+15,2% a 3,2 miliardi).

Di rilevanza assai minore per il commercio estero elvetico sono gli altri tre continenti, vale a dire America Latina (1,6 miliardi le esportazioni, 636 milioni le importazioni), Africa (805 e 468 milioni) e Oceania (607 e 73 milioni), ma possono essere citati per offrire il quadro completo.
 
 

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved