ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
12 ore

‘Altri modelli da discutere in vista della prossima riforma’

A colloquio con Jerôme Cosandey di Avenir Suisse sulle prospettive future del primo pilastro dopo il risicato sì popolare ad Avs 21
Svizzera
15 ore

Domenica di bocciature a livello cantonale

La bocciatura più sonora, col 71,5% dei no, va al credito che il Canton Lucerna voleva dare alla Guardia Pontificia in Vaticano
Svizzera
17 ore

Allevamento intensivo: il no è netto

La bocciatura dell’iniziativa va oltre le previsioni: il 62,86% dei votanti ha infatti detto no
Svizzera
17 ore

Imposta preventiva: respinta dal 52% dei voti

Malgrado il testa a testa, alla fine prevale il no
Svizzera
17 ore

Riforma AVS: le donne andranno in pensione a 65 anni

La modifica della legge federale sull’assicurazione per la vecchiaia e per i superstiti approvata per un soffio: sì al 50,6%
Svizzera
18 ore

Ambasciatore ucraino a Berna, no asilo per disertori russi

Preoccupano i migliaia di russi in fuga dal loro Paese per evitare il reclutamento, si teme che tra loro vi siano spie di Putin
Svizzera
23 ore

Una votazione che ha lasciato col fiato sospeso

Le urne sono chiuse, è iniziato lo spoglio delle schede. I risultati in tempo reale
Svizzera
1 gior

C’è tempo fino a mezzogiorno per votare

Svizzeri alle urne su Avs, imposta preventiva e allevamento intensivo
Svizzera
1 gior

Gli F-35 si comprano e gli oppositori si vestono da lutto

La manifestazione oggi a Berna per denunciare “la farsa democratica” riguardo alla decisione del Consiglio federale di acquistare i jet da combattimento
Svizzera
1 gior

Se il vaccino è ‘da buttare’

Sono oltre 10milioni le dosi di Moderna che la Confederazione ha acquistato per contrastare il Covid e che mercoledì... sono scadute
Svizzera
2 gior

Axpo e quell’aiuto non ancora utilizzato

Il gruppo ha ottenuto dalla Confederazione il credito d’emergenza per far fronte all’impennata dei prezzi nel settore energetico
20.04.2021 - 15:00

Le iniziative sui pesticidi dividono i contadini svizzeri

Cosa unisce e cosa separa Unione svizzera contadini, Associazione dei piccoli agricoltori, Società svizzera economia alpestre, Bio Suisse e Demeter

le-iniziative-sui-pesticidi-dividono-i-contadini-svizzeri
Keystone
Si vota il 13 giugno

Berna – Il mondo agricolo è diviso sulle iniziative in votazione il 13 giugno. L'Unione svizzera dei contadini (Usc) e la Società svizzera economia alpestre raccomandano di rifiutare entrambi i testi. Demeter, Bio Suisse e l'Associazione dei piccoli agricoltori (Vkmb) sostengono l'iniziativa "Per una Svizzera senza pesticidi di sintesi".

Gli agricoltori che non usano pesticidi di sintesi dimostrano che è possibile essere economicamente redditizi pur proteggendo la salute pubblica e l'ambiente, hanno detto le tre organizzazioni in una conferenza stampa a Kirchlindach (Be). Demeter promuove l'agricoltura biodinamica, Bio Suisse rappresenta gli agricoltori biologici e Vkmb parla a nome di 8'000 famiglie di agricoltori.

Riorientare la politica agricola

Oggi, i pesticidi di sintesi sono ovunque. Riducono la fertilità del suolo, impoveriscono la biodiversità e danneggiano la nostra salute, ha dichiarato Christian Vessaz, viticoltore e membro di Demeter. Per lui, che è passato con successo all'agricoltura biodinamica dal 2013, "è fondamentale che i nostri suoli e le nostre acque conservino la loro capacità di produrre cibo sano. Questo obiettivo può essere raggiunto solo fermando l'uso della chimica di sintesi".

L'iniziativa offre l'opportunità di indirizzare la politica agricola - attualmente in fase di stallo in Parlamento - in una direzione sostenibile, ha aggiunto il consigliere nazionale Kilian Baumann (Verdi/Be).

Il testo chiede il divieto dei pesticidi di sintesi sia in agricoltura che nella manutenzione di aree come giardini privati, parchi pubblici e binari ferroviari. La disposizione vale anche per tutte le derrate alimentari importate in Svizzera, evitando così una disparità di trattamento per gli agricoltori svizzeri, sottolinea Bio Suisse.

Il mondo agricolo ha dieci anni per cambiare le sue pratiche, un tempo sufficiente per adattarsi ed evitare che alcune aziende rimangano indietro, secondo Regina Fuhrer-Wyss, presidente dell'associazione Vkmb. La ricerca dovrà anche lavorare su soluzioni per una produzione e un'industria alimentare sostenibile, ma redditizia.

Divisi sull'acqua potabile

Le tre organizzazioni hanno invece posizioni diverse sulla seconda iniziativa "Per acqua potabile e il cibo sano". Bio Suisse raccomanda di respingerla, mentre Demeter e l'Associazione dei piccoli agricoltori lasciano libertà di voto.

"Sosteniamo la direzione generale di questa seconda iniziativa, ma l'iniziativa per il divieto dei pesticidi è la variante migliore secondo noi", ha detto a Keystone-Ats Patricia Mariani, co-direttrice di Vkmb. Tiene conto delle importazioni e si rivolge a tutti gli utilizzatori di pesticidi.

L'Usc contraria

L'Unione svizzera dei contadini (Usc) respinge entrambe le iniziative che giudica "estreme". Quella sui pesticidi di sintesi è incompatibile con le regole dell'Omc, sottolinea. C'è da temere quindi che venga applicata solo alla Svizzera, creando un enorme svantaggio competitivo per l'agricoltura elvetica. Farebbe inoltre lievitare i prezzi, poiché i costi della produzione biologica sono più alti.

L’iniziativa "Per acqua potabile e il cibo sano" causerebbe enormi problemi agli allevamenti di pollame e di maiali, dato che queste aziende spesso non sono in grado di procurarsi il proprio foraggio. Gli agricoltori si troverebbero allora di fronte a un dilemma: rinunciare ai pagamenti diretti per continuare a lavorare o dovrebbero abbandonare determinate attività, aumentando la dipendenza dalle importazioni, afferma l'Usc.

Anche la Società svizzera economia alpestre (Ssea), che rappresenta circa 6'800 agricoltori di montagna, si oppone ai due testi. In un comunicato odierno, la Ssea sostiene che le iniziative mettono in pericolo le aziende di montagna e gli alpeggi, ostacolando la cooperazione tra aziende.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved