la-legge-covid-19-e-in-dirittura-d-arrivo
(Keystone)
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
56 min

Stadler si aggiudica la commessa più importante della sua storia

Il costruttore ferroviario turgoviese ha siglato un contratto che potrà raggiungere i 4 miliardi di euro per un consorzio austro-tedesco
Svizzera
1 ora

Violò quarantena, lascia il presidente del CdA di Credit Suisse

António Horta-Osório, in carica da meno di un anno, non aveva rispettato gli obblighi di quarantena al rientro da un viaggio all’estero
Svizzera
15 ore

Appesero lo striscione ‘Kill Erdogan’, da martedì a processo

I quattro imputati, chiamati a presentarsi davanti alla giustizia bernese, nel 2017 protestarono durante una manifestazione per la democrazia in Turchia
Svizzera
15 ore

Grigioni, sciatore 23enne muore a Grüsch

Il giovane si era avventurato con un amico in una zona ripida e boscosa attorno alle 22.30 di sabato. È stato trovato senza vita nel Pendlatobel
Svizzera
16 ore

Appenzello Esterno: si addormenta in auto e finisce sui binari

Il giovane, un 22enne, era ubriaco. Nessuno è rimasto ferito ma i danni sono ingenti, ha comunicato oggi la polizia cantonale
Svizzera
19 ore

Grigioni, automobilista ubriaco causa incidente

Il fatto è successo stamattina a Coira. Un allievo conducente ha perso il controllo del suo veicolo uscendo da una rotatoria
Svizzera
19 ore

Sostegno ai media, diverse personalità si attivano per il ‘sì’

Sono oltre 100 i personaggi che hanno accolto ‘l’Appello urgente’ per una democrazia non fatta solo di opinioni, ma anche di conoscenze
Svizzera
21 ore

Cassis a Berlino per incontrare Scholz, Baerbock e Steinmeier

Il presidente della Confederazione giovedì sarà in Germania per dialogare con i vertici del Governo tedesco
Svizzera
23 ore

Gli esperti: ‘Un registro anche per i casi di long-Covid’

Più aumenta il numero di contagi in Svizzera e maggiore è il rischio di danni a lungo termine, si legge sulla stampa domenicale
18.03.2021 - 11:300
Aggiornamento : 12:00

La legge Covid-19 è in dirittura d'arrivo

Resta al 40% la soglia di perdita di fatturato per gli aiuti ai casi di rigore. Sul 'pass Covid' svizzero sarà il Consiglio federale a stabilire le esigenze

La revisione della Legge Covid-19 è in dirittura d'arrivo: oggi il Consiglio degli Stati ha approvato all'unanimità le proposte della Conferenza di conciliazione eliminando le ultime divergenze sui punti contestati.

In particolare non vi saranno agevolazioni per i locatari e la perdita di fatturato per le aziende in crisi - cosiddetti casi di rigore - che possono chiedere aiuti a fondo perso rimane fissa al 40%. Su questi due aspetti si è imposta la camera dei cantoni, ha ricordato in aula a nome della commissione, Christian Levrat (PS/FR), contento di essere giunto a conclusione di un "percorso ad ostacoli".

Circa le agevolazioni per i locatari di superfici commerciali, il Nazionale voleva concedere loro più tempo per pagare l'affitto in caso di chiusura (90 giorni) e una maggiore protezione in caso di disdetta (non valida se pronunciata durante il lockdown o sei mesi dopo la riapertura).

Gli Stati, forti anche del sostegno del ministro delle finanze Ueli Maurer, hanno sempre sostenuto che gli aiuti per i casi di rigore servono proprio alle aziende in difficoltà per pagare l'affitto: inutile quindi una protezione supplementare.

Un'altra divergenza riguardava il sostegno alle manifestazioni, fiere od altri eventi, rinviati a causa delle misure di protezione decise dalle autorità. Ebbene, alla fine è stata trovata una soluzione di compromesso (un mix tra la proposta del Nazionale, più generosa, e quella degli Stati, più restrittiva) che prevede l'aiuto sussidiario della Confederazione ai Cantoni per le manifestazioni pubbliche di "importanza sovracantonale" che si svolgono dal primo giugno 2021 al 30 aprile 2022.

La presa a carico della Confederazione è al massimo equivalente a quella dei cantoni, mentre il sostegno alle manifestazioni regionali e locali rientra nell'esclusiva competenza cantonale.

Circa i casi di rigore, le camere hanno stabilito che possono considerarsi tali le aziende con un fatturato di cinque milioni di franchi annui che hanno subito una perdita di ricavi pari al 40% della media pluriennale. Gli aiuti a queste ditte sono di competenza dei Cantoni e della Confederazione (per fatturati superiori la Confederazione). Per Levrat e Maurer era importante non toccare il diritto attuale onde non ostacolare i Cantoni nel versamento degli aiuti, che devono giungere ai destinatari al più presto. "Ciò dovrebbe tranquillizzare gli imprenditori e la popolazione", ha sostenuto il consigliere federale.

In merito al sostegno alle società sportive professionali o semi professionali, gli Stati hanno ceduto al Nazionale, lasciando intatti i criteri per quanto riguarda il taglio dei salari.

Da ultimo, per quanto attiene al passaporto vaccinale, le camere si sono messe d'accordo affinché il Consiglio federale definisca le esigenze applicabili al documento che provino come il titolare sia stato vaccinato contro il Covid-19, che ne è guarito o che dispone di un test di depistaggio per il Covid-19. Per Levrat, questa formulazione tiene conto degli ultimi sviluppi a livello europeo. "Più che di passaporto vaccinale, ha spiegato, bisognerebbe parlare di passaporto di immunità".

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved