svizzera-calo-dei-contagi-in-ticino-l-incidenza-piu-alta
(Keystone)
ULTIME NOTIZIE Svizzera
Svizzera
2 ore

Quasi 43mila firme contro l’importazione di pellicce

Consegnata oggi a Berna una petizione che chiede il divieto di importare prodotti ottenuti infliggendo sofferenze agli animali
Svizzera
2 ore

Giovani e pubblicità del tabacco, ‘no’ all’iniziativa

Il testo è stato respinto anche dal Consiglio degli Stati. Stöckli (Ps): revisione della legge insufficiente, si deve andare a votare.
Svizzera
2 ore

Trasporto merci sotterraneo, legge approvata

Anche il Consiglio nazionale si esprime a favore del progetto ‘Cargo sous terrain’. La rete di tunnel dovrebbe essere terminata entro il 2045.
Svizzera
2 ore

Validità del certificato per chi è guarito verso l’estensione

La Confederazione sta esaminando i risultati di nuovi studi sulla durata della protezione immunitaria dopo aver contratto il Covid-19
Svizzera
3 ore

‘Nessuno sarà obbligato a donare gli organi’

Ok del Consiglio degli Stati al controprogetto. Dittli (Plr): ci avviciniamo all’obbligo. La replica di Marina Carobbio, presidente di Swisstransplant.
Svizzera
8 ore

Berna dice stop alle manifestazioni contro le misure anti Covid

La Città ha annunciato che non tollererà altre proteste non autorizzate. La decisione in seguito alle violenze di giovedì scorso davanti a Palazzo federale
Svizzera
10 ore

In Svizzera calano i contagi: 4’032 in 72 ore, 15 decessi

Il dato è inferiore di oltre 2’000 unità rispetto al weekend scorso a fronte di un numero maggiore di test effettuati. Scende anche il tasso di riproduzione
Svizzera
11 ore

In Svizzera meno casi di meningoencefalite da zecche e borreliosi

Lo riferisce l’Ufsp. I casi tornano ai livelli del 2019 dopo il boom dello scorso anno, dovuto probabilmente al tempo favorevole per le attività outdoor e al lockdown
Svizzera
07.01.2021 - 16:040
Aggiornamento : 21:14

Svizzera, calo dei contagi. In Ticino l'incidenza più alta

Cala del 2,9% il numero dei casi in Svizzera fra il 28 dicembre e il 3 gennaio rispetto alla settimana precedente. In Ticino 456 casi ogni 100'000 abitanti

Il numero di test positivi al coronavirus in Svizzera e nel Liechtenstein è diminuito del 2,9% nella settimana fra il 28 dicembre e il 3 gennaio rispetto ai sette giorni precedenti. L'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP), nel suo rapporto settimanale, precisa però che durante le feste il comportamento della popolazione è cambiato e che questo ha influenzato i risultati.

Nella settimana in esame (la 53esima dell'anno) i casi confermati in laboratorio sono stati 23'488, contro 29'441 la settimana prima. Il tasso di incidenza della malattia è rimasto praticamente stabile (271,1 casi su 100'000 abitanti, contro 279,9 la settimana prima). Il Ticino è il cantone dove è più elevato: 456 casi ogni 100'000 abitanti. Nei Grigioni il tasso è risultato invariato a 263,3 casi ogni 100'000 abitanti.

Rispetto alla settimana 52, l'incidenza è aumentata di oltre il 10% in 9 cantoni, mentre in altri sei e nel principato del Liechtenstein è diminuita di oltre il 10%. Negli 11 cantoni restanti le variazioni sono state inferiori a questa soglia.

Nei sette giorni presi in considerazione sono stati eseguiti 149'703 tamponi (69% PCR e 31% test antigenici rapidi), il 27,5% in meno rispetto alla settimana precedente. A livello nazionale la percentuale di test positivi è stata del 16,8 %, in aumento se paragonata ai sette giorni precedenti (12,6%).

Questa quota è cresciuta in tutti i cantoni, ad eccezione di Sciaffusa e Obvaldo, e nel Liechtenstein. In Ticino è passata in una settimana dal 18,7% al 21,6% e nei Grigioni dall'11,3% al 13,3%. La quota più bassa di test positivi è stata registrata a Ginevra con il 9,9%, quella più alta ad Appenzello interno con il 34,3%.

Due terzi dei casi riguardavano persone di età compresa fra i 20 e i 59 anni. L'età mediana è costantemente aumentata da inizio settembre, passando da 33 a 45 anni.

Nella settimana 53 sono stati annunciati 824 ricoveri, ma l'UFSP prevede più annunci tardivi a causa delle festività. Il numero di pazienti nei reparti di cure intense è leggermente diminuito a 428. In calo anche il numero dei decessi, passato da 543 a 427.

La mortalità rispetto alla popolazione varia molto a seconda dei cantoni: Giura, Appenzello interno, Obvaldo e Nidvaldo non hanno registrato nessuna vittima, mentre a Svitto la percentuale è stata di 10 morti ogni 100'000 abitanti. In Ticino questo indicatore si è attestato a 7,1 decessi su 100'000 abitanti e nei Grigioni a 2,5.

Circa il 60% dei pazienti ricoverati aveva 70 anni o più e il 29% fra i 50 e i 69 anni. Rispetto alla loro percentuale sul totale della popolazione, gli ultraottantenni sono sovrarappresentati negli ospedali. Gli uomini vengono più spesso ricoverati rispetto alle donne.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved