Svizzera
22.09.2019 - 11:090
Aggiornamento : 12:01

Iqbal Khan era pedinato da uomini del Credit Suisse?

Due domenicali riportano l'ipotesi: volevano verificare se il top manager stesse reclutando illegalmente impiegati del Cs per portarli all'Ubs

Chi erano gli uomini arrestati questa settimana dalla polizia zurighese perché sospettati di aver pedinato Iqbal Khan, il topmanager che il primo ottobre passerà a Ubs proveniente da Credit Suisse? L’autorità venerdì si è limitata a confermare l’apertura di un procedimento penale, mentre oggi 'SonntagsZeitung' e 'SonntagsBlick' forniscono alcuni interessanti dettagli. Emerge che i pedinatori finiti in manette sarebbero stati assoldati da Credit Suisse per verificare se il banchiere 43enne stesse reclutando illegalmente impiegati del Cs per portarli all'Ubs. La scena descritta dai due domenicali è da spy story: Iqbal Khan avrebbe notato i detective, si sarebbe fermato e li avrebbe filmati col cellulare. A quel punto i pedinatori avrebbero tentato di afferrare il cellulare, ma ne sarebbe nato un parapiglia al termine del quale sarebbero riusciti a fuggire. Per essere poi ben presto fermati e arrestati con l'accusa di coercizione e minaccia. Sempre stando ai domenicali, dopo l'incidente il capo della sicurezza del Credit Suisse avrebbe offerto protezione personale e attrezzature tecniche a Khan, incluso un telecomando con cui chi si sente minacciato può azionare l'allarme. La domanda è d'obbligo: passerà anche lui alle dipendenze di Ubs?

Potrebbe interessarti anche
Tags
uomini
suisse
ubs
credit
khan
credit suisse
iqbal khan
iqbal
reclutando
illegalmente impiegati
© Regiopress, All rights reserved