laRegione
Nuovo abbonamento
Keystone
Svizzera
26.04.2018 - 08:010
Aggiornamento : 09:24

La Comco multa cartello del mattone in Bassa Engadina

Di 7,5 milioni la sanzione. Irregolarità in concorsi pubblici del Canton Grigioni si sono protratte per anni, il valore dei contratti arrivava fino ad alcuni milioni

Alcune imprese di costruzione grigionesi hanno manipolato per anni gli appalti nel campo del genio civile e della costruzione edilizia in Bassa Engadina accordandosi sui prezzi. La Commissione della concorrenza (Comco) ha inflitto alle ditte in questione multe per un totale di 7, 5 milioni.

Le irregolarità riguardano "alcune centinaia di appalti pubblici" nel canton Grigioni. Le imprese decidevano chi si sarebbe aggiudicato il mandato e adattavano le offerte. Questi accordi illeciti – spiega la COMCO – "sono stati organizzati in parte in occasione delle riunioni organizzate dalla Società grigionese degli impresari costruttori".

Queste pratiche, che si sono protratte per diversi anni, hanno riguardato concorsi pubblici del Canton dei Grigioni, dei Comuni della Bassa Engadina e dei privati. Il valore dei contratti varia da qualche decina di migliaia di franchi fino ad alcuni milioni.

La Comco ha multato sette imprese (Foffa Conrad AG, Bezzola Denoth AG, Zeblas Bau AG, Lazzarini AG, Koch AG Ramosch, Alfred Laurent AG e René Hohenegger Sarl). Le sanzioni variano tra i diecimila franchi e i 5 milioni a seconda della gravità delle manipolazioni. Per un’ottava impresa (Impraisa da fabrica Margadant) i fatti sono ormai caduti in prescrizione.

La Società grigionese degli impresari costruttori non è stata multata ma dovrà accollarsi le spese di procedura vista la sua partecipazione all’organizzazione del cartello.Le decisioni della Comco possono essere oggetto di ricorso presso il Tribunale amministrativo federale.

© Regiopress, All rights reserved