van-rijthoven-ci-prova-ma-djokovic-e-troppo-forte
TENNIS
03.07.2022 - 23:47

Van Rijthoven ci prova, ma Djokovic è troppo forte

Wimbledon, il serbo ai quarti. Nella sfida tra astri nascenti, Jannik Sinner manda a casa Alcaraz. In campo femminile la tunisina Jabeur ai quarti

Novak Djokovic approda ai quarti di finale di Wimbledon. Il serbo ha estromesso l’olandese Tim van Rijthoven, recente vincitore sull’erba di Hertogenbosch, con il punteggio di 6-2 4-6 6-1 6-2. Nonostante il risultato parli nettamente a favore di Nole, vincitore a Londra nelle ultime tre edizioni, la sfida contro il numero 108 della classifica Atp non è stata per nulla agevole. Van Rijthoven ha opposto una fiera resistenza e ha messo grande pressione al serbo, soprattutto nel secondo set, giocato su livelli eccellenti. Il problema è che Djokovic al momento sembra viaggiare su una nuvola, tanta è la costanza e la precisione che esprime nel suo tennis. Nel corso del terzo set, che ha di fatto stroncato il morale dell’olandese, il serbo ha commesso un solo errore diretto. Sull’altro fronte, invece, l’olandese ha moltiplicato gli errori nel tentativo di tenere il ritmo dell’avversario. Per Nole, che ha chiuso la contesa in 2h38’, si tratta del 25° successo di fila a Church Road, dove a inizio giornata sono stati festeggiati i 100 anni di esistenza del mitico Centre Court. Alla cerimonia hanno presenziato 28 ex vincitori di Wimbledon, tra i quali, ovviamente, anche Roger Federer, l’unico a essersi imposto otto volte.

In una sfida destinata a ripetersi più volte negli anni a venire, l’italiano Jannik Sinner ha estromesso negli ottavi di finale il prodigio spagnolo Carlos Alcaraz. Numero 5 del tabellone, l’iberico si è dovuto inchinare sul risultato di 6-1 6-4 6-7 6-3, al termine di una partita che lo ha visto in crescendo dopo un inizio piuttosto timido. Sinner ha chiuso il confronto al sesto match-ball di giornata (due già nel tie-break della terza frazione) dopo 3h35’ di spettacolo. Da segnalare il fatto che l’altoatesino non ha concesso nemmeno una volta il servizio all’avversario. Per Sinner si tratta della terza presenza in un quarto di finale di un Major, dopo Parigi 2020 e Melbourne 2022. Tra lui e la prima semifinale si staglia però l’ingombrante figura di Novak Djokovic.

In campo femminile, la tunisina Ons Jabeur sembra essere sulla strada giusta per offrire al tennis arabo la prima vittoria in un torneo del Grande Slam. Si è qualificata per i quarti di finale dopo aver battuto 7-6 6-4 Elise Mertens, belga contro la quale la Jebeur ha faticato, in particolare nel corso del primo set. L’eliminazione sabato della numero uno Iga Swiatek, la cui serie di 37 incontri vincenti si è conclusa di fronte alla francese Alizé Cornet (Wta 37), ha aperto un’autostrada per la Jabeur. Simona Halep (numero 16), che affronterà Paula Badosa (numero 4), è l’unica giocatrice ancora in lizza ad aver già vinto un titolo dello Slam.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
carlos alcaraz jannik sinner novak djokovic tim van rijthoven wimbledon
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved