djokovic-perde-il-quarto-set-ma-la-partita-non-e-chiusa
TENNIS
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
Hockey
22 min

‘Per vincere a Zugo serve un incredibile sforzo collettivo’

Dopo il successo ai rigori sul Berna, il Lugano pensa alla prossima sfida. Schlegel: ‘Ogni passo avanti, anche piccolo, è preziosissimo‘
Hockey
51 min

Sei turni di squalifica per Marc-Antoine Pouliot

Esemplare sanzione per l’attaccante del Ginevra Servette, reo di aver caricato un arbitro nella partita contro il Friborgo
Gallery
Nuoto
1 ora

Noè Ponti in forma nonostante i carichi di lavoro

Parata di stelle al 55esimo Challenge International di Ginevra. Buoni i tempi del ticinese della Nuoto Sport Locarno e di Benjamin Pfeiffer dell’A-Club
FOOTBALL
1 ora

Playoff infuocati, sfida da favola tra Mahomes e Allen

Weekend elettrizzante nella Nfl. Eliminati i grandi vecchi Tom Brady e Aaron Rodgers. Tre partite decise all’ultimo secondo, una all’overtime
Sci
2 ore

Lara Gut-Behrami si prende una pausa per rigenerarsi

La ticinese ha ammesso di sentirsi affaticata ‘sia mentalmente sia fisicamente’ e ha deciso di non partecipare alle ultime prove di Cdm prima dei Giochi
tennis
2 ore

Melbourne, nei quarti Tsitsipas contro Sinner

Il greco ha domato non senza fatica e in cinque set l’americano Taylor Fritz. L’italiano ha battuto De Minaur in tre set
Pechino 2022
3 ore

168 atleti per ripetere Pyeongchang: obiettivo 15 medaglie

Il capomissione elvetico Ralph Stöckli, già arrivato a Pechino, fissa il traguardo auspicato da Swiss Olympic
Unihockey
5 ore

Verbano e Ticino agguantano i playoff

Il Vuh si è imposto 6-3 in rimonta sul campo del Grünenmatt, il Tiuh ha piegato 4-3 il Basilea secondo in classifica
tennis
5 ore

Daniil Medvedev passa ma qualcosa concede

Il russo ha sconfitto in quattro set lo specialista del “serve and volley” franco-americano Maxime Cressy. Cornet per la prima volta ai quarti a 32 anni
Sci alpino
6 ore

Ticinesi in evidenza sulle nevi grigionesi e italiane

Massimiliano Gusmini ha vinto il bronzo ai Campionati svizzeri junior a Davos, Ginevra Ostini ha firmato un doppio successo nelle prove Fis a Courmayeur
Sci
22 ore

Lesione parziale al legamento del ginocchio, ma Goggia non molla

La bergamasca nella caduta a Cortina ha subìto pure una piccola frattura del perone ma assicura che proverà a difendere il titolo olimpico di discesa
BASKET
22 ore

Come da copione, vince la Sam, perde il Lugano

La Spinelli passa senza grossi problemi a Boncourt, mentre i Tigers sono costretti a cedere di fronte alla prima forza del campionato
TENNIS
14.01.2022 - 12:410
Aggiornamento : 17:46

Djokovic perde il quarto set, ma la partita non è chiusa

Il visto del serbo per l’entrata in Australia è stato cancellato dal ministro Hawke, ma i legali del tennista hanno già presentato ricorso

Il governo australiano ha deciso: niente visto per Novak Djokovic. Ma la partita, giunta al quarto set dopo l’iniziale rifiuto del diritto d’entrata in Australia e il rovesciamento di fronte del giudice Anthony Kelly che aveva cancellato la prima decisione governativa, non si chiuderà che al quinto. Infatti, a Djokovic è stato concesso il diritto di appellarsi alla decisione del ministro dell’immigrazione Alex Hawke e la palla è ritornata in tribunale, ancora una volta davanti al giudice Kelly. L’udienza si è conclusa pochi minuti fa e Djokovic dovrà presentarsi domani mattina alle 8 (le 22 di questa sera in Svizzera) negli uffici dell’immigrazione, dove verrà ascoltato dai competenti funzionari. L’avvocato del governo, Stephen Lloyd, ha affermato che dopo l’udienza di domani mattina l’intenzione è di rimettere Djokovic in detenzione, misura alla quale si è opposto il legale del giocatore, Nicholas Wood. Lloyd ha comunque garantito che il governo non cercherà di procedere all’espulsione del giocatore prima della decisione del tribunale. Domani le parti avranno la possibilità di presentare le loro osservazioni, mentre la decisione finale non sarà presa prima di domenica.

Il ministro dell’immigrazione Alex Hawke ha dunque usato il suo potere personale per cancellare il visto di Novak Djokovic: «Oggi ho esercitato il mio potere secondo la sezione 133C (3) della legge sull’immigrazione per cancellare per motivi di salute e di ordine pubblico, il visto detenuto da Novak Djokovic, sulla base del fatto che era nell’interesse pubblico farlo. Nel prendere questa decisione, ho considerato attentamente le informazioni fornitemi dal Dipartimento degli affari interni, dalla Forza di frontiera australiana e dal signor Djokovic. Il governo Morrison è fermamente impegnato a proteggere i confini dell’Australia, in particolare in relazione alla pandemia Covic-19».

Il giudice Kelly: ‘Domenica la nuova udienza’

Nel corso dell’udienza in tribunale, il giudice Kelly ha ordinato agli avvocati di Djokovic di notificare il più presto possibile le loro richieste formali ed ha ammonito il governo a non cercare di intraprendere azioni per l’espulsione del giocatore prima della decisione della corte. Kelly ha pure formalizzato il colloquio con i funzionari dell’immigrazione per domani mattina alle 8. In seguito, Nole avrà la possibilità di consultarsi con i suoi legali tra le 10 e le 14, per poi essere riportato all’interno del centro di detenzione per immigrati irregolari che già lo aveva ospitato dopo il primo ritiro del visto d’ingresso. Domenica mattina alle 9 verrà di nuovo trasferito per assistere alla decisiva udienza in tribunale.

Nonostante la terza sentenza sul caso, però, ancora non si sa se lunedì, al via degli Australian Open, il numero uno al mondo potrà essere regolarmente in campo. Dovesse vincere anche questa battaglia, si ritroverebbe davanti due settimane di fuoco, in quanto è presumibile che dovrà far fronte all’ostilità del pubblico e di gran parte dei suoi colleghi. Ma, si sa, è proprio quando si sente solo contro tutti che Djokovic riesce a cavare dal cilindro il suo tennis migliore.

Nel frattempo, un sondaggio effettuato nelle ultime ore rivela che l’83% degli australiani vorrebbe vedere il serbo sul primo aereo alla volta di Belgrado. E pure diversi tennisti, in primis il greco Stefanos Tsitsipas, hanno chiaramente fatto sapere di non aver gradito l’atteggiamento del loro collega in questo periodi di pandemia. D’altra parte, la posta in palio è pesante: vincitore di otto degli ultimi tredici tornei del Grande Slam, Djokovic punta al decimo successo in Australia e, ovviamente, a quello Slam numero 21 che gli permetterebbe di lasciarsi alle spalle Roger Federer e Rafael Nadal.

La vicenda getta nello scompiglio anche l’organizzazione degli Australian Open: secondo il regolamento dell’International Tennis Federation, l’Australian Open può ripetere il sorteggio nel caso in cui ci sia un ritiro, quindi quello di Djokovic, entro le 11 di sabato (le 4 di questa notte in Svizzera). In quel caso, la testa di serie n.5, il russo Andrey Rublev, salirebbe in graduatoria giocando contro il serbo Miomir Kecmanovic al posto di Djokovic.

TENNIS: Risultati e classifiche

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved