Sci
18.11.2018 - 14:300
Aggiornamento 17:15

Hirscher è sempre il padrone dei paletti stretti

L'austriaco vince lo slalom di Levi davanti al norvegese Kristoffersen. Quarto posto per Zenhäusern, brillante 11° all'esordio di Cdm il ginevrino Tanguy Nef

Nessuna novità nelle gerarchie dello slalom di Coppa del mondo. Sulle nevi finlandesi di Levi l'austriaco Marcel Hirscher si è imposto nella prima prova della stagione. Ha fatto suo un duello serrato con l'eterno rivale, il norvegese Henrik Kristoffersen staccato alla fine di 9 centesimi. Terzo posto per lo svedese André Myhrer, mentre il migliore degli svizzeri è stato Ramon Zenhäusern che si è classificato al quarto posto con un ritardo di 1”45 da Hirscher, ma a soli 4 centesimi dal podio. Bene anche Daniel Yule, come Zenhäusern in chiaro recupero sul secondo tracciato, piazzatosi al sesto rango a 1'57” dal vincitore. Per Hirscher si tratta della 59ª vittoria in Coppa del mondo, la 29ª tra i paletti stretti.

Sul fronte dello sci elvetico, detto della bella prestazione di Zenhäusern e Yule, da segnalare assolutamente l'exploit di Tanguy Nef, il 22.enne impegnato per la prima volta in una competizione di Coppa del mondo. Il ginevrino, che negli ultimi due anni ha partecipato al circuito universitario statunitense, ha ottenuto un brillante 11° posto, con due manche di simile livello nelle quali ha messo in evidenza fisico e tecnica. Se il buon giorno si vede dal mattino, la Svizzera ha trovato un nuovo talento da coltivare.

Il weekend di Levi non ha dunque creato sorprese ai vertici. La vittoria di Hirscher, infatti, è stata preceduta, nella prova femminile di ieri, da quella di Mikaela Shiffrin, la regina dei palletti stretti. La statunitense ha staccato di 58 centesimi la ceca Vlhova e di 79 l'austriaca Schild. Quinto rango per Wendy Holdener a 85centesimi dalla vincitrice, mentre per ritrovare la seconda elvetica occorre risalire fino al 10° posto di Michelle Gisin a 1”95.

Tags
hirscher
zenhäusern
paletti
levi
coppa mondo
centesimi
coppa
paletti stretti
mondo
© Regiopress, All rights reserved