TSITSIPAS S. (GRE)
0
DJOKOVIC N. (SRB)
0
1 set
(1-3)
SPORT
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
Hockey
11 ore

Tre punti d’oro per un affarone: l’Ambrì espugna Langnau

I biancoblù colgono un importantissimo successo nell’Emmental e fanno 4 su 4 contro i Tigrotti in stagione. Decisivo l’apporto della prima linea
CALCIO
14 ore

Aliseda all’ultimo respiro, il Lugano strappa un punto al Gc

Partita senza grosse emozioni che si chiude con un pareggio tutto sommato giusto e accettabile da entrambe le squadre
Basket
16 ore

Domati i Leoni ginevrini, Sam all’ultimo atto

A Montreux il Massagno di Robbi Gubitosa non stecca e si qualifica per l’ultimo atto di Coppa della Lega
Sci
20 ore

Shiffrin ancora davanti a tutte: 85esima vittoria per lei

La statunitense vince anche fra i paletti stretti di Spindleruv Mlyn e ora tallona Stenmark. Terzo posto per Wendy Holdener.
Tennis
21 ore

È Aryna Sabalenka la regina d’Australia

La bielorussa fa suo il primo Slam dell’anno. Battuta in finale, in tre set, Elena Rybakina al termine di una sfida durata due ore e mezza
Sci
21 ore

Rientro riuscito: Odermatt fa suo il primo superG di Cortina

Il nidvaldese non lascia scampo alla concorrenza. Ad accompagnarlo sul podio il norvegese Kilde (secondo a 35 centesimi) e l’italiano Casse
Basket
1 gior

Quasi 4 milioni per una maglia di LeBron James

Cifre da capogiro per l’asta di New York. L’oggetto più ambito la casacca indossata nel 2013 dal cestista
Calcio
1 gior

‘Carmelo Bene, male tutti gli altri’

In un libro di recente pubblicazione vengono raccolti alcuni degli scritti a sfondo sportivo firmati da un maestro del teatro italiano del Novecento
IL DOPOPARTITA
1 gior

Il Lugano ci prende gusto. ‘Però cerchiamo di badare al sodo’

Quarto successo filato per i bianconeri di Gianinazzi, che si confermano anche contro l’Ajoie. Il coach. ‘A me, però, la prima mezz’ora è piaciuta meno”
Altri sport
1 gior

Pattinaggio artistico, bronzo europeo per Lukas Britschgi

Lo sciaffusano grazie al miglior programma libero della carriera sale sul podio di Helsinki, alle spalle del francese Siao Him Fa e dell’italiano Rizzo
Hockey
1 gior

Il Lugano non si ferma e liquida anche l’Ajoie

I bianconeri, ora a 55 punti, non hanno lasciato scampo ai giurassiani, piegati 5-2 alla Cornèr Arena.
QATAR 2022
03.12.2022 - 18:06

Olanda troppo quadrata, gli Stati Uniti si arrendono

Finisce 3-1 per gli Oranje il primo ottavo di finale dei Mondiali. Decisivo Dumfries con due assist e un gol

olanda-troppo-quadrata-gli-stati-uniti-si-arrendono

Nessuna sorpresa nel primo ottavo di finale dei Mondiali. Ai quarti vola l’Olanda, mentre gli Stati Uniti lasciano il torneo al termine di una partita nella quale non sono riusciti a far valere il loro dinamismo fisico.

Come venerdì la Svizzera, anche gli Stati Uniti partono con il piede sull’acceleratore e al 3’ potrebbero già passare in vantaggio, ma la conclusione di Pulisic, trovatosi tutto libero con la difesa olandese che si stava alzando, incoccia nella gamba del portiere. Un pericolo che sveglia immediatamente gli Oranje i quali organizzano la difesa e iniziano a prendere il controllo del gioco. Al 10’ l’azione parte da De Jong all’interno dell’area di difesa, si sviluppa tutta di prima fino a raggiungere Dumfries sulla destra: il laterale dell’Inter mette in mezzo sul dischetto del rigore dove arriva Depay che al volo insacca l’1-0.

Gli Stati Uniti provano a reagire, ma Van Gaal ha ingabbiato efficacemente Adams, anima della manovra a stelle e strisce, per cui il pallone non riesce mai ad arrivare dalle parti dei tre attaccanti.

Di occasioni importanti non ne arrivano più fino al primo minuto di recupero, quando Dumfries ripete quanto fatto al 10’, se non ché in mezzo all’area si fa trovare libero Blind e non Depay. Cambiano i fattori, ma non il risultato e l’Olanda va alla pausa con un confortante doppio vantaggio.

Gli Stati Uniti tornano in campo con la voglia di sovvertire il punteggio e al 48’ su azione di corner vanno vicini al gol con McKennie, il cui colpo di testa è respinto sulla linea da Gapko. Passa un solo minuto e l’Olanda risponde con… Zimmermann, il quale rischia il clamoroso autogol nel tentativo di anticipare sottoporta il solito Depay.

Al 54’ ci riprovano gli Usa, con un’azione imbastita da Mussa e conclusa con un tiro di McKennie dal limite con palla alta non di molto. Al 61’ Depay cerca la doppietta da fuori area, Turner alza sopra la traversa. Al 71’ altra occasione per l’Olanda, con una conclusione di Koopermeiners da oltre 20 metri che costringe alla difficile respinta il portiere statunitense, bravissimo anche sul successivo tap-in di testa di Depay che si trovava però in fuorigioco.

Al 75’ Depay rischia di riaprire la partita: un suo avventato passaggio a ritroso manda in porta Wright, il quale supera il portiere, si allarga troppo e vede la sua conclusione respinta sulla linea di porta da Dumfries. Passa un minuto e Wright si ripete con un colpo da biliardo con il tacco su traversone basso di Pulisic, con la palla che scavalca Noppert per il gol del 2-1.

La speranza statunitense dura poco, perché all’81’ il solito Dumfries si fa trovare liberissimo sul secondo palo su centro di Blind e di piatto insacca il pallone della sicurezza. Un gol che blinda il risultato, anche perché gli Stati Uniti non ne hanno più. Ai quarti va l’Olanda, mentre gli Usa escono a testa altissima da un torneo nel quale hanno destato un’ottima impressione e possono iniziare a preparare il Mondiale casalingo in programma nel 2026.

Olanda - Stati Uniti (2-0) 3-1

Reti: 10’ Depay 1-0. 45+1’ Blind 2-0. 76’ Wright 2-1. 81’ Dumfries 3-1.

Olanda: Noppert; Dumfries, Timber, Van Dijk, Aké (94’ De Ligt), Blind; De Roon (46’ Bergwijn), Frenkie de Jong; Klaassen (46’ Koopmeiners); Gakpo, Depay (82’ Simons).

Stati Uniti: Turner; Dest (75’ Yedlin), Zimmerman, Ream, Robinson (92’ Morris); Adams; McKennie (67’ Wright), Musah; Weah (67’ Aaronson), Ferreira (46’ Reyna), Pulisic.

Arbitro: Sampaio (Brasile)

Note: 44’846 spettatori. Ammoniti: 60’ Koopmeiners. 87’ De Jong.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved