HOCKEY

Il Turgovia passeggia a Bellinzona, 0-4 senza appello

I Rockets rimangono in partita fino alla rete del vantaggio ospite poi si spengono, non reagiscono e staccano la spina. Ben 53 i tiri in porta concessi

8 dicembre 2023
|

Nel penultimo impegno, ultimo casalingo, prima della pausa per le nazionali e reduci dalla brillante prestazione, coronata dai tre punti, a Sierre, i Rockets hanno ospitato il Turgovia in crisi di risultati (tre le sconfitte consecutive), a cui avevano già creato diversi grattacapi in precedenza. Per i ticinesi era l’occasione per tornare alla vittoria casalinga mancante dallo scorso 27 ottobre. A difesa della gabbia ticinese confermatissimo Fadani dopo la prestazione in versione saracinesca dello scorso martedì. Da segnalare come nota a margine la folta presenza di bambini e genitori del settore giovanile, in quanto i Gdt Bellinzona hanno organizzato diverse attività nel pomeriggio e serata culminate con l’arrivo di San Nicolao.

I primi 20 minuti di gioco sono scivolati via velocemente e sul binario di un sostanziale equilibrio, ma conditi comunque da alcune importanti occasioni da rete sulle quali i due estremi difensori hanno fatto buona guardia.

Al rientro dagli spogliatoi i turgoviesi hanno cambiato decisamente ritmo sin dalle prime battute, andando vicino alla rete in superiorità numerica e poi continuando a spingere fino alla rete del vantaggio al 25’, siglata da Zwissler, lesto a ribadire, all’altezza dello slot, una conclusione deviata dal gambale di Fadani. Il Bellinzona a questo punto ha praticamente smesso di crederci e non ha creato occasioni degne di nota giocando in modo approssimativo e attendista anche due situazioni con l’uomo in più che avrebbero potuto far traballare le certezze del Turgovia. Al 34’ è poi arrivata la rete del raddoppio ospite con Bengtsson abile a giungere per primo sul rebound concesso da un incolpevole Fadani – due parate in rapida serie prima di capitolare – sul quale la retroguardia bellinzonese è apparsa lenta e in colpevole ritardo nella protezione dello slot.

L’ultimo periodo si è aperto come si era chiuso il secondo con il pieno controllo del Turgovia, senza nemmeno faticare troppo, fino alla penalità di 5 minuti finita sul conto di Schnetzer a cui è seguita l’inutile penalità a Puide per eccessiva durezza, ciò che ha ridotto l’effettivo minutaggio di powerplay a 3 minuti giocati senza sussulti. Si è così stancamente arrivati fino alla fortunosa rete dello 0-3 di Hobi, dopo un fortunato rimbalzo sul plexiglass, e allo 0-4 di Zwissler, doppietta per lui, a mettere il sigillo finale.

I ragazzi di Sannitz sono ora attesi dalla trasferta di domenica a Basilea a chiudere il tour de force dell’ultimo mese.

Bellinzona Rockets - Turgovia (0-0, 0-2, 0-2) 0-4

Reti: 25’10” Zwissler (Lehmann) 0-1. 33’47” Bengtsson (Garlent) 0-2. 51’17” Hobi (Kühni) 0-3. 57’02” Zwissler (Villa) 0-4.

Bellinzona Rockets: Fadani; Pastori, Tedoldi; Ahlström, Mini; Hürlimann, Montandon; Brazzola; Impose, Dufey, Incir; Liechti, Felcman, Dukurs; Cavalleri, Hedlund, Marha; Puide, Stockie, Deluca; Cortiana.

Turgovia: Galley; Janett, Kühni; Schnetzer, Villa; Deussen, Soracreppa; Bengtsson, Garlent, Hobi; Zwissler, Lehmann, Nicolet; Dopfner, Hollenstein, Dubois; Salamin, Von Allmen, Etter; Jolliet.

Arbitri: Castelli, Arpagaus; Bachelut, Allenspach.

Note: 170 spettatori. Penalità: 5 x 2 contro il Bellinzona, 3 x 2 contro il Turgovia + 1 x 5 (Schnetzer) + 1 penalità di partita (Schnetzer). Bellinzona privo di Törmänen (ammalato), Knörr, Hughes, Guidotti, Jenni, Schönmann e Randhawa (sovrannumero), Hofer, Schelldorfer, Albis, Schwab e Scilacci (farm team). Turgovia senza Schmutz (ammalato), Baumann, Senn, Stehli, Meier (infortunati), Karrer e Stadler (farm team), Rüegger, Storz, Marchon, Kellenberger, Hungerbühler (assenti). Palo di Hollenstein al 41’02”.

Resta connesso con la tua comunità leggendo laRegione: ora siamo anche su Whatsapp! Clicca qui e ricorda di attivare le notifiche 🔔
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE