Hockey

È un Ambrì diverso, ma lo Zugo è più cinico

I biancoblù subiscono la quinta sconfitta consecutiva, pagando soprattutto un secondo periodo dominato, ma senza reti realizzate

Lilja e compagni hanno reagito rispetto al derby
(Ti-Press/Crinari)
2 dicembre 2023
|

Ambrì – L'Ambrì Piotta subisce dallo Zugo la quinta sconfitta consecutiva, ma stavolta agli uomini di Luca Cereda si può rimproverare ben poco. Dopo la batosta del derby Cereda rimescola le linee d'attacco, ma conferma il portiere Juvonen e le coppie difensive.

Il primo tempo è ricco di penalità, che fruttano un gol per parte: Herzog apre le marcature al 4'38" con espulso Zwerger, gli risponde Pestoni al 10'01", appena sette secondi dopo il fallo di Leon Muggli. La prima grossa occasione dell'incontro se l'era però creata Kneubuehler dopo due minuti, venendo però murato da Genoni. Poi i padroni di casa non sfruttano due powerplay quasi consecutivi, creandosi solo una vera occasione, con Eggenberger, allo scadere della seconda. Sempre con l'uomo in più va vicinissimo al nuovo vantaggio Senteler, a cui dice di no la traversa e poi O'Neill, con un tiro di poco a lato.

Il secondo periodo viene letteralmente dominato dai padroni di casa, che si creano numerose occasioni per portarsi in vantaggio, senza però sfruttarne nessuna. Si inizia con il palo esterno di Dauphin al 21'35", si prosegue con la parata di Genoni su Pestoni e con il tiro a lato di Zwerger. In superiorità numerica Formenton e Pestoni sprecano una situazione estremamente favorevole e al 35'40" Lilja conclude a lato da posizione favorevole. Poi i leventinesi perdono un disco dietro alla loro porta, disco che finisce sul bastone di Michaelis, che, liberissimo, riporta in vantaggio i Tori, quando alla sirena mancano appena 19 secondi.

A inizio terzo tempo la difesa sbanda un po‘, viene graziata da Biasca, ma non da Martschini, che raccoglie la respinta della balaustra su un tiro di Leon Muggli. Poi è il turno di Juvonen di salvare su Michaelis. I padroni di casa si rifanno sotto al 50’ grazie alla deviazione di De Luca su tiro di Douay. A sei minuti e mezzo dal termine i biancoblù hanno a disposizione altri due minuti di powerplay, ma il tocco di Formenton su tiro di Virtanen si stampa sul palo. Anche la successiva superiorità numerica è infruttuosa e allora Leon Muggli può firmare il 4-2 a un minuto esatto dal termine, dopo una fase confusa nel terzo biancoblù. È la parola fine al confronto, in cui l'Ambrì ha indubbiamente mostrato un altro volto, rispetto alla vigilia, avrebbe anche potuto meritare almeno un punto, ma esce a mani vuote dalla Gottardo Arena, a causa dell'inefficacia offensiva e di qualche svarione difensivo, prontamente sfruttato dagli ospiti.

Ambrì Piotta - Zugo (1-1 0-1 1-2) 2-4
Reti: 4'38" Herzog (Bengtsson/esp. Zwerger) 0-1. 10'01" Pestoni (Spacek/esp. Leon Muggli) 1-1. 39'41" Michaelis (O'Neill, Biasca) 1-2. 43'46" Martschini (Leon Muggli) 1-3. 49'49" De Luca (Douay) 2-3. 59'00" Leon Muggli (Simion) 2-4.
Ambrì Piotta: Juvonen; Virtanen, Pezzullo; Wütrich, Isacco Dotti; Zündel, Terraneo; Pastori; Pestoni, Spacek, Lilja; Kneubuehler, Heim, Formenton; Zwerger, Dauphin, Eggenberger; De Luca, Kostner, Douay; Landry.
Zugo:Genoni; Bengtsson, Riva; Hansson, Leon Muggli; Schlumpf, Gross; Martschini, Kovar, Herzog; O'Neill, Michaelis, Biasca; Simion, Senteler, Wingerli; Tim Muggli, Leuenberger, Allenspach.
Arbitri: Stolc (Slc), Hürlimann; Cattaneo, Gurtner.
Note: 6'775 spettatori (tutto esaurito). Penalità: 4 x 2‘ contro l'Ambrì Piotta; 9 x 2’ contro lo Zugo. Tiri in porta: 34-33 (9-12, 12-8, 13-13). Ambrì Piotta privo di Fohrler, Grassi, Zaccheo Dotti, Bürgler (infortunati), Heed (ammalato), Brüschweiler e Hofer (in soprannumero); Zugo senza Stadler, Hofmann, Geisser (infortunati), Vogel e Nussbaumer (in soprannumero). Al 17'58" traversa di Senteler. Al 21'35" palo di Dauphin. Al 54'31" palo di Formenton. Ambrì Piotta senza portiere dal 59'18" al 60'00" Premiati a fine partita quali migliori giocatori dell'incontro, Tommaso De Luca e Leonardo Genoni.

Resta connesso con la tua comunità leggendo laRegione: ora siamo anche su Whatsapp! Clicca qui e ricorda di attivare le notifiche 🔔
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE