HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP 10 HOCKEY MANAGER
1
HC Aspi Capitals
10357
2
LucHC Lions
10208
3
Sparta Becherovka
9980
4
TrigoAce1
9862
5
thibault_gav
9820
6
FHM2223
9805
7
HC Kaski Male
9747
8
Team Belozoglu
9747
9
Team7
9647
10
Chop
9621
ULTIME NOTIZIE Sport
Hockey
11 ore

Grazie a Klok il Lugano decolla e atterra sopra il Kloten

Dopo lo Zugo, i bianconeri mettono sotto anche gli Aviatori e salgono al nono posto in classifica, strappandolo proprio alla formazione zurighese
Tennis
11 ore

Stan ottiene il punto decisivo: Svizzera alle finali di Davis

In svantaggio 2-1 dopo la sconfitta nel doppio, i rossocrociati ribaltano la sfida con la Germania grazie ai successi di Hüsler e Wawrinka
Sci
19 ore

A Chamonix lo slalom parla svizzero: primo Zenhäusern, 3° Yule

Due svizzeri sul podio dello slalom per la prima volta dal 1978. Fuori il francese Noel, in testa dopo la prima manche. Primo podio greco con Ginnis
IL DOPOPARTITA
1 gior

‘Volevamo questa reazione’. E il Lugano torna decimo

I bianconeri battono lo Zugo per la quarta volta (su quattro) e si riscattano dopo la partitaccia con il Friborgo. Guerra: ‘Ma non è ancora finita’
IL DOPOPARTITA
1 gior

Ambrì ancora beffato. ‘Sono tre punti buttati’

I biancoblù pagano il 2-0 e vengono sconfitti dall’Ajoie nonostante un largo dominio. Chlapik: ‘Usiamo la rabbia per reagire a Zurigo’.
Tennis
1 gior

Davis, dopo il venerdì Svizzera e Germania sull’1-1

Il successo di Hüsler non basta: nulla da fare per Stan Wawrinka nel duello con il numero uno tedesco Alexander Zverev
Hockey
1 gior

Ambrì, una sconfitta che non ci voleva

La compagine biancoblù si è inchinata all’Ajoie davanti ai propri tifosi: all’overtime decide tutto un gol di Frossard.
Hockey
1 gior

Il Lugano rialza la testa a Zugo e torna a casa con tre punti

Gli uomini di Luca Gianinazzi riescono nuovamente a prevalere sui campioni svizzeri: 4-1 il risultato finale alla BossardArena
CALCIO
1 gior

Il nuovo ‘Nacho’ ha sete di riscatto

Dopo un anno difficile sul piano personale e deludente in campo, Ignacio Aliseda è tornato sereno: ‘Voglio mostrare al Lugano tutte le mie qualità’
Formula 1
1 gior

La Ford torna in Formula 1 con la Red Bull

Il costruttore automobilistico statunitense fra tre anni farà ritorno nel Circus che aveva abbandonato nel 2004
sci nordico
1 gior

A Dobbiaco cade Nadine Fähndrich

La lucernese fuori in semifinale (come Valerio Grond tra gli uomini) e perde la testa della Coppa del mondo di sprint
ATLETICA
1 gior

Sepulveda Moreira e Tahou brillano nei 60 metri

Ai campionati ticinesi di sprint e ostacoli che a Locarno hanno chiuso la stagione indoor
hockey
03.12.2022 - 22:10
Aggiornamento: 04.12.2022 - 00:25

Con gli uomini contati, ma con il cuore l’Ambrì vince

I leventinesi interrompono contro il Rapperswil la striscia negativa, cambiando marcia dopo un primo tempo disastroso

con-gli-uomini-contati-ma-con-il-cuore-l-ambri-vince
Ti-Press/Golay
McMillan e compagni dal 20’ hanno lottato strenuamente e sono stati ripagato

Un Ambrì che ha concluso l’incontro con soli nove attaccanti di ruolo è riuscito a tornare alla vittoria contro il Rapperswil, grazie a un 4-2 maturato negli ultimi 40’ minuti con grande sacrificio.

Luca Cereda per l’incontro con il Rapperswil cambia nuovamente i terzetti d’attacco e in difesa rinuncia a Isacco Dotti. Dario Wütrich è impiegato come tredicesimo attaccante.

Il 2-1 per gli ospiti con cui conducono alla prima pausa va di extralusso ai leventinesi, che per venti minuti rincorrono gli avversari nel loro terzo, senza grinta, senza mobilità e senza idee. Fortuna vuole che almeno Juvonen sia sui suoi soliti livelli, mostrando in particolari due grandi interventi su Albrecht e Zangger. In powerplay al 9‘ però Noreau trova il modo di superarlo dalla blu. Il Rapperswil a quel punto aumenta ulteriormente il ritmo, dando vita a una sorta di "bago bago" nel terzo biancoblù. Assolutamente estemporaneo è infatti il pareggio di Trisconi (deviazione su tiro di Fohrler al 19’) e infatti nessuno si stupisce di vedere, quaranta secondi dopo, un indisturbato Djuse riportare avanti il Rapperswil. Intanto già al 6’ Kostner deve alzare bandiera bianca (venendo sostituito da Wütrich) e sulla sirena Zwerger decide di scambiare qualche cortesia con Vouardoux e viene giustamente spedito sotto la doccia.

Come se non bastasse anche Kneubuehler deve alzare bandiera bianca a inizio periodo centrale. Quando la situazione sembra precipitare (e Juvonen deve salvare su Lammer e Zangger, mentre Noreau non trova la porta), con Zündel che a un certo punto viene schierato in una linea d‘attacco quanto meno raffazzonata con Marchand e Wütrich, l’Ambrì trova in un qualche modo la forza di reagire (anche, va detto, grazie a un Rapperswil che sembra giocare con troppa sufficienza) e Grassi pareggia 31’, ribattendo in rete un tiro bloccato di Heed. Al 33’ (quando l’Ambrì sta giocando in powerplay) Fohrler viene punito con un due minuti per una carica alla testa ai danni di Noreau, gli arbitri decidono così dopo video review, ma in quattro contro quattro Virtanen (poco prima autore di un grande recupero su Wetter) lancia Pestoni che porta i suoi in vantaggio. A quel punto i biancoblù iniziano a sentire odore d’impresa, mentre tra le fila dei Lakers si fa largo del nervosismo, ma Meyer nega la quarta rete ai padroni di casa, nella fattispecie a Chlapik.

Nel terzo periodo l’Ambrì è ovviamente costretto a soffrire, ma lo fa con intelligenza e viene sorretto da un Juvonen monumentale. Grandissimo sacrificio lo denota la difesa leventinese nei 56" di doppia inferiorità a cinque minuti dal termine. Con ben quattro minuti di anticipo sul termine dei tempi regolamentari Hedlund chiama il timeout e toglie Meyer, ma Chlapik, Hofer e Spacek non riescono a infilare la gabbia sguarnita. Al secondo tempo però il numero 14 riesce a fare 4-2.

Ambrì Piotta - Rapperswil (1-2 2-0 1-0) 4-2
Reti:
8’34" Noreau (Schroeder/esp. Virtanen) 0-1, 18’50" Trisconi (Fohrler) 1-1, 19’29" Djuse (Aebischer, Eggenberger) 1-2, 30’25" Grassi (Heed) 2-2, 34’48" Pestoni (Virtanen/esp. Fohrler, Rowe e Maier) 3-2, 59’07" Chlapik (Spacek/a porta vuota) 4-2.
Ambrì Piotta: Juvonen; Heed, Zaccheo Dotti; Virtanen, Burren; Fohrler, Fischer; Zündel; Grassi, Kostner, McMillan; Zwerger, Trisconi, Marchand; Hofer, Spacek. Chlapik; Bürgler, Kneubuehler, Pestoni.
Rapperswil: Meyer; Aebischer, Djuse; Noreau, Maier; Vouardoux, Profico; Baragano; Lammer, Albrecht, Eggenberger; Moy, Schroeder, Wetter; Zangger, Rowe, Cajka; Wick, Dünner, Forrer.
Arbitri: Wiegand, Ströbel; Steenstra (Can), Burgy.
Note: 6567 spettatori. Penalità: 7 x 2’ + 1 x 5’ + 20’ (20’00" Zwerger) contro l’Ambrì Piotta; 4 x 2’ + 1 x 5’ + 20’ (20’00" Vouardoux) contro il Rapperswil. Tiri in porta: 30-41 (9-16, 13-14, 8-11). Ambrì Piotta privo di Heim, Pezzullo (infortunati), Isacco Dotti (in soprannumero), Shore (straniero in soprannumero). Rapperswil senza Elsener, Sataric, Jensen, Cervenka (infortunati), Alge, Ramsauer, Capaul, Bircher, Brüschweiler (in soprannumero). Ambrì dal 5’49" senza Kostner e dal 25’ senza Kneubehler. Al 56’00" timeout Rapperswil che gioca senza portiere fino al 57’42" e dal 58’04 al 59’07". Premiati a fine partita quali migliori giocatori in pista Janne Juvonen e Gian Marco Wetter.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved