HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP 10 HOCKEY MANAGER
1
HC Aspi Capitals
10265
2
LucHC Lions
10118
3
Sparta Becherovka
9862
4
FHM2223
9769
5
TrigoAce1
9727
6
Team Belozoglu
9686
7
thibault_gav
9678
8
HC Kaski Male
9654
9
Team7
9603
10
Chop
9481
ULTIME NOTIZIE Sport
Formula 1
20 min

È morto Jean-Pierre Jabouille. Aveva ottant’anni

Si è spento l’uomo che segnò l’inizio di un’epoca, portando per la prima volta al successo una vettura turbo sul tracciato di Digione, nel luglio del 1979
CALCIO
3 ore

Preparazione fisica, il tallone d’Achille della Nazionale

Pier Tami ha presentato le conclusioni dell’analisi svolta dall’Asf dopo i Mondiali. ‘Negli ottavi ci stiamo benissimo, per i quarti serve l’exploit’
Calcio
7 ore

Joaquin Ardaiz in prestito al Winterthur

Il 24enne uruguaiano lascia il Lucerna dopo mezzo campionato e un solo gol
nuoto pinnato
8 ore

Nuoto pinnato, Flippers Team in evidenza a Ravenna

Al Trofeo Bizantino Hrechko si impone nei 100 e 200 m monopinna, Smishchenko nei 50 apnea e monopinna e nei 100 monopinna e Del Ponte nei 50 apnea e mono
pallanuoto
8 ore

I Lugano Sharks a Basilea per i quarti di Coppa svizzera

Venerdì all’Eglisee gli uomini di Jonathan Del Galdo vogliono dar seguito al successo sullo Sciaffusa e qualificarsi per il final four
Calcio
8 ore

Varane non vestirà più la maglia ‘Bleu’

Il difensore centrale della Francia ha deciso di lasciare la Nazionale dopo 93 presenze e un titolo mondiale
TENNIS
8 ore

Marc-Andrea Hüsler aprirà le danze in Coppa Davis

Sarà lo zurighese a disputare la prima partita della sfida tra Germania e Svizzera. Nella seconda scenderà in campo Stan Wawrinka
SCI ALPINO
9 ore

Lucas Braathen operato di appendicite, addio Mondiali

Il 22enne norvegese ben difficilmente sarà ristabilito per il gigante (17 febbraio) e lo slalom (19 febbraio) della rassegna al via lunedì a Courchevel
CALCIO
23 ore

Frei e il Basilea respirano grazie alla vittoria in Coppa

Al Letzigrund battuto il Grasshopper grazie soprattutto a una doppietta di Zeki Amdouni. Dopo le magre in Super League, i renani rialzano la testa
HCAP
20.09.2022 - 22:39

Due punti per l’Ambrì, Davos battuto ai rigori

Altro successo per i leventinesi, capaci di battere alla Gottardo Arena i grigionesi: 4-3 il risultato finale

due-punti-per-l-ambri-davos-battuto-ai-rigori

Terza uscita stagionale, terza vittoria. È un Ambrì decisamente in palla quello che stiamo ammirando in questi primi giorni di campionato. Con sudore, sacrificio, un po’ di sofferenza ma in generale con la giusta attitudine, i biancoblù hanno battuto anche il Davos dell’ex Michael Fora (alla sua terza sconfitta in altrettante gare nei prolungamenti) per 4-3 dopo i rigori.

A livello di formazione da segnalare che Kilian Zündel ha debuttato in National League mentre in porta è stato confermato Juvonen, scelta che ha "relegato" in tribuna Brandon McMillan.

Scesa in pista con una maglia speciale in onore dell‘85esimo anniversario, la squadra di Luca Cereda ha impiegato appena 3’41’’ per sbloccare la situazione con Diego Kostner, autore di una "strana" deviazione che ha ingannato Sandro Aeschlimann. Poco dopo Inti Pestoni ha mancato il raddoppio colpendo un clamoroso palo. Raddoppio che è comunque arrivato al 17’09’’, quando un appoggio dalla blu di Tobias Fohrler ha gonfiato (nuovamente) la gabbia gialloblù.

Nel secondo periodo gli uomini di Christian Wohlwend - invero un po’ contratti nei primi 20’ - hanno esercitato una pressione costante, andata spesso a mettere alle strette i padroni di casa. A furia di insistere i grigionesi hanno raccolto i frutti negli ultimi cinque minuti, durante i quali hanno colpito con Rasmussen e Schmutz, serviti ottimamente rispettivamente da Stransky ed Egli. Per l’Ambrì, pericoloso soltanto in un paio di circostanze con Bürgler e Kostner, 20’ di totale sofferenza.

Serviva dunque una reazione nell’ultimo periodo per provare a rimettere sotto pressione il Davos. Uscito dal torpore che lo aveva avvolto prima della pausa, l’Ambrì ha rimesso la testa fuori al 44’43’’ quando Zaccheo Dotti ha realizzato il 3-2 tramite una conclusione precisa dalla blu. Poco dopo Chlapik, presentatosi tutto solo contro Aeschlimann, ha mancato la grande occasione per tornare a +2.

Nel prosieguo le due contendenti si sono create diverse chance ma quella "vincente" è caduta al 56‘55’’, momento in cui Ambühl ha trovato il pertugio giusto per pareggiare la sfida. Prima dell’overtime da annotare un brivido per i ticinesi, visto il palo colpito da Fora a poco più di un minuto dalla sirena.

Nel supplementare non sono cadute segnature e la decisione è dunque stata rimandata ai rigori, dove sono risultate decisive le reti di Heed e Bürgler.

Messa in cassaforte la terza vittoria di fila, Pestoni e compagni torneranno in pista venerdì sera a Porrentruy dove affronteranno il sin qui sorprendente Ajoie.

AMBRÌ - DAVOS 4-3 d.r. (2-0, 0-2, 1-1)
Reti: 3’41’’ Kostner (Pestoni, Zwerger) 1-0; 17’09’’ Fohrler (Spacek) 2-0; 35’47’’ Rasmussen (Jung, Stransky) 2-1; 39’ Schmutz (Egli, Knak); 44’43’’ Z. Dotti (Shore) 3-2; 56’55’’ Ambühl 3-3.
Ambrì: Juvonen; I.Dotti, Heed; Burren, Virtanen; Z.Dotti, Fohrler; Zündel; Chlapik, Spacek, Hofer; Kneubuehler, Heim, Bürgler; Zwerger, Shore, Pestoni; Marchand, Kostner, Grassi; Trisconi.
Penalità: 2x2’ contro entrambe le squadre.
Note: Gottardo Arena, 5’922 spettatori. Arbitri: Hungerbühler, Stricker; Schlegel, Urfer

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved