HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP 10 HOCKEY MANAGER
1
HC Aspi Capitals
10137
2
LucHC Lions
10020
3
Sparta Becherovka
9709
4
thibault_gav
9610
5
FHM2223
9586
6
TrigoAce1
9551
7
Team Belozoglu
9533
8
Team7
9511
9
HC Kaski Male
9447
10
Tschernobyl
9378
ULTIME NOTIZIE Sport
il dopopartita
4 ore

L’Ambrì espugna Zugo ‘con la testa e con la lotta’

Uno spunto di Heed dopo 14" di overtime regala la decima vittoria da due punti ai suoi. Pestoni: ‘Ora sottovalutare l’Ajoie sarebbe un errore gigantesco’.
IL DOPOPARTITA
4 ore

Lugano in bianco in un martedì nero. ‘Questione di feeling’

Cinque schiaffi nel primo tempo, triste primato di una partita che si spegne subito. Gianinazzi ‘Probabilmente, un domani gestirei la cosa diversamente’
Altri sport
5 ore

Hockey su prato, Lugano promosso in Serie B Indoor

Decisivi i due successi ottenuti contro Grasshopper e Berna al torneo finale di Prima Lega a Zurigo
Hockey
6 ore

Tim Heed regala due punti d’oro all’Ambrì Piotta

Ottima prestazione dei leventinesi a Zugo: la sfida ha premiato la truppa di Cereda, vittoriosa 3-2 dopo l’overtime
Hockey
6 ore

Nuovo tonfo del Lugano, gode il Friborgo

Dolorosa sconfitta per la truppa di Luca Gianinazzi: ospiti padroni totali alla Cornèr Arena e vincenti per 6-1, con cinque gol nei primi 20’.
Unihockey
9 ore

Ticino fermato dal Kloten

I bellinzonesi, sconfitti in casa dai Jets 7-3, chiudono settimi in classifica e sfideranno nei playoff l’Ad Astra
sci nordico
9 ore

Campionati regionali, vince un... varesino

Fra le donne successo di Manuela Leonardi di Bedretto, fra le ragazze vince Anna Pronzini e fra i ragazzi Levin Arduser
Basket
10 ore

Nancy Fora: ‘Importante la cultura del lavoro’

La cestista ticinese spiega i segreti dei successi dell’Elfic Friborgo, squadra che in Svizzera non ha praticamente rivali
Basket
10 ore

Mercoledì di nuovo in campo Lugano e Massagno

La Sam vincitrice della Coppa di Lega ospita il Neuchatel, mentre i Tigers ricevono il Vevey forse privo di Sefolosha
Tennis
11 ore

Golubic subito sconfitta a Lione

Ancora a secco di successi in un tabellone principale nel 2023 la trentenne tennista rossocrociata
hockey
20.04.2022 - 18:27

Joshua Fahrni, testa al presente, sognando il futuro

Il 19enne bernese sta accumulando esperienza con la Nazionale di Fischer. I suoi prossimi appuntamenti sono però il draft e i Mondiali U20

Ats, a cura de laRegione
joshua-fahrni-testa-al-presente-sognando-il-futuro

A 19 anni Joshua Fahrni si è già imposto tra i titolari del Berna. Le 49 presenze con gli Orsi (con tredici minuti di ghiaccio a partita) e i tre gol e i dieci assist realizzati, gli sono valsi la convocazione da parte di Patrick Fischer per la preparazione della Nazionale in vista dei Mondiali. Lo stesso Fischer ha rilasciato all’agenzia Ats ampie lodi per il suo numero 8: «Non si è impaurito e gioca con coraggio, dispone di una buona tecnica e di un buon pattinaggio. Chiede il disco e si trova spesso in una buona posizione per essere servito. Per la sua età è già molto maturo». Inoltre ne sottolinea il buon approccio e la consapevolezza delle sue responsabilità. Infatti oltre alle normali sessioni di allenamento Fahrni dedica del tempo supplementare per lavorare in ogni aspetto nel quale ritiene di dover migliorare. Per esempio lavora parecchio sull’esplosività e sulla forza per potersi imporre nelle battaglie alle balaustre anche contro i difensori più grandi. «Do molto valore al fatto di essere in una buona forma fisica», riconosce lo stesso Fahrni.

La sua stagione è infatti stata abbastanza buona «mi sono adattato rapidamente al ritmo della National League, senza troppe difficoltà», ma purtroppo per lui non lo è stata altrettanto per la sua squadra, esclusa dai preplayoff, fatto preso con filosofia, nonostante questa sia stata la più grande delusione della stagione: «Non bisogna mai abbattersi troppo».

Il suo focus è infatti rimasto sul lavoro quotidiano, senza porsi troppe domande. Dopo un primo momento di accettazione della sconfitta è tornato a guardare in avanti.

Il passato di Fahrni racconta invece degli inizi all’età di quattro anni con la scuola hockey a Wichtrach «abbastanza spontaneamente», in compagnia di suo fratello, di due anni più grande. L’allenatore era Ulrich Von Arx padre delle leggende del Davos Jan e Reto Von Arx, che qualche volta erano pure presenti e che hanno funto da ispirazione per il giovane Joshua. Prima di trasferirsi a Berna nel 2017, Fahrni ha militato nelle giovanili del Thun. Tra maggio e giugno Fahrni concluderà la sua formazione, poi la sua concentrazione sarà totalmente rivolta all’hockey.

Gli obiettivi sono l’Nhl e i Mondiali di Zurigo e Friborgo

Il suo futuro invece prevede un contratto con il Berna valido ancora per le prossime due stagioni e i Mondiali U20 in agosto (iniziati a dicembre, erano stati rapidamente interrotti causa Covid). La rassegna di Edmonton potrebbe per lui essere una buona rampa di lancio in vista di un eventuale draft e un futuro in Nhl.

Per partecipare ai Mondiali di Tampere e Helsinki con la nazionale maggiore, nonostante la rinuncia di Fischer ad alcuni veterani come l’ormai ex capitano Raphael Diaz e Simon Moser, sembra essere ancora un po’ presto, «Mi godo semplicemente ogni giorno che posso passare qua e do tutto quanto posso» riconosce il bernese. Ma in vista dei prossimi Mondiali in Svizzera nel 2026, Fahrni può sicuramente puntare a rivestire un ruolo da protagonista.

Intanto la preparazione per l’imminente rassegna iridata proseguirà domani a Rosenheim con l’amichevole contro la Germania, nella quale Fahrni potrà affrontare il suo compagno di club Dominik Kahun (oltre al difensore dell’Ambrì Piotta Tobias Fohrler). Per interrompere la miniserie di due vittorie tedesche consecutive, servirà verosimilmente un passo in avanti rispetto alle due vittorie ottenute settimana scorsa contro la Francia, per 4-2 e 4-1.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved