Grasshopper
0
Basilea
0
2. tempo
(0-0)
Roma
2
Empoli
0
2. tempo
(2-0)
OTTE O. (GER)
0
Wawrinka S. (SUI)
0
fine
ALTMAIER D. (GER)
0
Wawrinka S. (SUI)
1
2 set
(3-6 : 2-4)
Berna
Bienne
19:45
 
Ajoie
Losanna
19:45
 
Davos
Langnau
19:45
 
Lakers
Zugo
19:45
 
Lugano
Kloten
19:45
 
HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP 10 HOCKEY MANAGER
1
HC Aspi Capitals
10357
2
LucHC Lions
10208
3
Sparta Becherovka
9980
4
TrigoAce1
9862
5
thibault_gav
9820
6
FHM2223
9805
7
HC Kaski Male
9747
8
Team Belozoglu
9747
9
Team7
9647
10
Chop
9621
ULTIME NOTIZIE Sport
Sci
5 ore

A Chamonix lo slalom parla svizzero: primo Zenhäusern, 3° Yule

Due svizzeri sul podio dello slalom per la prima volta dal 1978. Fuori il francese Noel, in testa dopo la prima manche. Primo podio greco con Ginnis
IL DOPOPARTITA
19 ore

‘Volevamo questa reazione’. E il Lugano torna decimo

I bianconeri battono lo Zugo per la quarta volta (su quattro) e si riscattano dopo la partitaccia con il Friborgo. Guerra: ‘Ma non è ancora finita’
IL DOPOPARTITA
19 ore

Ambrì ancora beffato. ‘Sono tre punti buttati’

I biancoblù pagano il 2-0 e vengono sconfitti dall’Ajoie nonostante un largo dominio. Chlapik: ‘Usiamo la rabbia per reagire a Zurigo’.
Tennis
20 ore

Davis, dopo il venerdì Svizzera e Germania sull’1-1

Il successo di Hüsler non basta: nulla da fare per Stan Wawrinka nel duello con il numero uno tedesco Alexander Zverev
Hockey
21 ore

Ambrì, una sconfitta che non ci voleva

La compagine biancoblù si è inchinata all’Ajoie davanti ai propri tifosi: all’overtime decide tutto un gol di Frossard.
Hockey
21 ore

Il Lugano rialza la testa a Zugo e torna a casa con tre punti

Gli uomini di Luca Gianinazzi riescono nuovamente a prevalere sui campioni svizzeri: 4-1 il risultato finale alla BossardArena
CALCIO
1 gior

Il nuovo ‘Nacho’ ha sete di riscatto

Dopo un anno difficile sul piano personale e deludente in campo, Ignacio Aliseda è tornato sereno: ‘Voglio mostrare al Lugano tutte le mie qualità’
Formula 1
1 gior

La Ford torna in Formula 1 con la Red Bull

Il costruttore automobilistico statunitense fra tre anni farà ritorno nel Circus che aveva abbandonato nel 2004
sci nordico
1 gior

A Dobbiaco cade Nadine Fähndrich

La lucernese fuori in semifinale (come Valerio Grond tra gli uomini) e perde la testa della Coppa del mondo di sprint
ATLETICA
1 gior

Sepulveda Moreira e Tahou brillano nei 60 metri

Ai campionati ticinesi di sprint e ostacoli che a Locarno hanno chiuso la stagione indoor
Basket
1 gior

Domenica di festa per la Sam, per il Lugano invece cerotti

A Nosedo arriva il Monthey, nel pomeriggio in cui verrà celebrato il trionfo in Coppa. I Tigers, invece, vanno a Nyon. ‘Siamo in emergenza’
unihockey
1 gior

Il Ticino è ai playoff ‘e non era evidente’

I rossoblù di capitan Monighetti hanno chiuso settimi la regular season, ora nei quarti c’è l’Obvaldo: ‘Avversario giocabile, ciò che viene, viene’
OLIMPIADI
1 gior

La posizione di Washington: ‘Sì ai russi, ma senza bandiera’

Anche gli americani dicono la loro sulla presenza degli atleti di Russia e Bielorussia a Parigi. ‘Dev’essere chiaro che non rappresentano il loro Paese’
hockey
laR
 
17.03.2022 - 21:33

Kneubuehler: ‘La differenza la farà la testa’

Tra Ambrì e Losanna va in scena una serie fra due squadre in ottima forma. ‘Ma la pressione è su di loro’.

kneubuehler-la-differenza-la-fara-la-testa

Dopo l’emozionante serata di lunedì l’Ambrì Piotta è pronto a tuffarsi nel clima da pre-playoff, iniziando domani in quel di Losanna. E lo potrà fare anche grazie alla vistosa crescita offensiva di Johnny Kneubuehler, autore di 19 punti (sette reti) in stagione, a migliorare il record della scorsa stagione di 12. Anche lunedì il numero 11 ha inscritto il fondamentale 4-0, che ha in pratica chiuso la contesa a pochi secondi dalla seconda pausa: «Era un gol importante, ma lo erano anche i primi tre che ci hanno permesso di sbloccare l’incontro, che in generale è stato ben giocato da parte di tutti. È vero che per il momento è la mia miglior stagione sia a livello statistico, sia a livello di gioco. Per la prima volta ho potuto disputare tutte le partite, mentre gli scorsi anni avevo sempre avuto qualche piccolo infortunio. Spero però di fare ancora meglio. Tutta la nostra linea ha infatti giocato un’ottima stagione, ci siamo trovati bene fin da subito e speriamo di andare avanti così ancora per un bel po’».

Losanna che Kneubuehler aveva lasciato nel 2017, per raggiungere la Leventina: «Per me significa molto disputare i pre-playoff contro il Losanna, anche perché è la prima volta che li facciamo, sebbene siano solo alla seconda edizione e vogliamo andare il più avanti possibile. Penso però che rispetto ai vodesi noi abbiamo un ruolo di outsider, visto che sulla carta hanno maggiori mezzi tecnici e finanziari, ma noi abbiamo la fame e la motivazione giuste per vincere delle partite».

I favoriti, infatti sono i biancorossi, anche alla luce delle dodici vittorie nelle ultimi tredici sfide: «Tutti e quattro gli scontri diretti sono stati piuttosto equilibrati, è vero che ne abbiamo persi tre, ma ormai conosciamo bene il loro sistema di gioco, sapremo adattarci e attaccare le loro debolezze, ma a fare la differenza sarà la testa. Infatti sono loro che hanno tutto da perdere, noi nulla. Loro hanno aspettative più importanti, mentre noi abbiamo raggiunto il nostro obiettivo che era di qualificarci ai pre-playoff, per cui tutto quello che arriva ora sarà un bonus».

Dal canto loro i biancoblù stanno volando sulle ali dell’entusiasmo per una qualificazione ottenuta anche grazie all’ottimo rendimento del portiere Juvonen e al successo losannese a Berna, all’ultima giornata: «Siamo molto felici di quanto fatto finora, in particolare quella di lunedì è stata una serata incredibile, ma non siamo ancora soddisfatti, siamo sportivi professionisti e siamo competitivi, per cui vogliamo continuare a scrivere la storia, a segnare e a vincere partite. In questo momento i nostri atout sono la fiducia nei nostri mezzi e la coesione del gruppo. Adesso abbiamo tre ottimi portieri, quattro con Müller, quanto a Juvonen ha portato del vento fresco è molto dotato e ha portato fiducia. La qualificazione grazie al Losanna è ormai acqua passata, nella nostra testa siamo loro riconoscenti, ma sul ghiaccio sarà tutta un’altra storia».

Se la squadra di Luca Cereda è in ottima forma, non meno lo è quella di John Fust: «Il Losanna è una squadra fortissima ed è quella che nel 2022 ha raccolto più punti, basti vedere i nomi che possono schierare in quarta linea - sottolinea Cereda -, d’altro canto nei quattro scontri diretti la differenza reti è a loro favore di soli tre gol. Contro squadre di questo talento è importante evitare di concedere spazi e di perdere dischi in zone pericolose. Noi arriviamo però da una serie di partite decisive, che ci hanno tolto delle energie mentali, ma che ci ha fornito tanta adrenalina. A livello fisico la squadra dovrebbe anche essere in forma. Il fatto di essere già abituati a non avere più diritto all’errore è sicuramente buono, sappiamo dunque come affrontarle. Di fronte a una situazione di pericolo ci sono tre possibilità: scappare, bloccarsi o attaccare e abbiamo visto che l’ultima funziona».

L’anno scorso del resto il Rapperswil, partendo dal decimo posto, era giunto fino in semifinale: «L’esempio dell’anno scorso del Rapperswil ci spinge a sognare un po’, ma in queste partite è fondamentale rimanere concentrati sul qui e ora».

Quattro giornate a Grassi

L’allenatore quarantenne recupera da squalifica McMillan, ma non Daniele Grassi che per avere atterrato un arbitro a Friborgo è stato punito con quattro giornate di squalifica (di cui una già scontata) e quattromila franchi di multa. «Vedremo come sta Ciaccio che oggi (ieri per chi legge, ndr) era ammalato, se non dovesse farcela probabilmente in panchina avremo Müller, e a che punto sono Hächler e D’Agostini».

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved