Danimarca
1
Francia
0
1. tempo
(1-0)
Stati Uniti
1
Svezia
1
1. tempo
(1-1)
e-la-fine-del-sonderfall-ticino-siamo-stati-ascoltati
Curve e spalti da domani tornano a ripopolarsi (Ti-Press/Gianinazzi)
HOCKEY
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
hockey
2 ore

Thomas Bäumle, una vita tra guantoni, gambali, piste e video

L’ex portiere dell’Ambrì si occupa dei nostri estremi difensori ai Mondiali. ‘L’avvento di portieri stranieri in Svizzera? Non è ottimale, ma…’
gallery
Hockey
6 ore

Dai pascoli di Heidi al record mondiale: questo è Ambühl

L’attaccante 38enne si appresta a superare oggi il record assoluto di partite a un Mondiale. Al quale prese parte per la prima volta nel 2004
tennis
13 ore

A Wimbledon nessun punto per tennisti e tenniste

Atp e Wta hanno preso questa decisione in seguito alla scelta degli organizzatori di escludere i giocatori e le giocatrici russi e bielorussi
CICLISMO
13 ore

Démare piazza il tris a Cuneo

Il francese si è imposto in volata nella 13esima tappa. In rosa resta Juan Pedro Lopez.
Hockey
13 ore

La Slovacchia si impone di misura, la Lettonia ai rigori

Battuti rispettivamente Kazakistan e Austria per 4-3. I baltici sono ormai salvi
Formula 1
14 ore

Barcellona, dove si capisce il mondiale

Le Red Bull si presentano sul circuito spagnolo alleggerite di altri 4 kg. Per aiutare Verstappen a raggiungere Leclerc in vetta al Mondiale.
hockey
15 ore

Jonas Siegenthaler, il tailandese dell’hockey

Il 25enne difensore ci parla della sua origine e della sua avventura nordamericana. ‘Ho ingoiato tanta emme, ma alla fine ci sono riuscito’.
Calcio
16 ore

Gilardi e l’Acb ‘volano’ in Challenge League

La società granata è l’unico club di Promotion League ad aver ricevuto la licenza per la lega cadetta, che ritrova dopo 9 anni
CALCIO
16 ore

Forse non è l’uovo di Colombo, ma vale la pena provare

La Swiss Football League ha approvato il nuovo format della Super League: 12 squadre e playoff, novità suscettibili di rendere più interessante il torneo
Calcio
17 ore

L’Acb è in Challenge League: licenza concessa in seconda istanza

L’accoglimento del ricorso, unito alla rinuncia del Breitenrain, vale di fatto la promozione a prescindere dai risultati sul campo
Calcio
17 ore

Per Michele Campana ‘più drammaticità e meno partite morte’

Il direttore operativo dell’Fc Lugano e membro di comitato della Sfl commenta la riforma della Super League, passata a larga maggioranza
Hockey
18 ore

Timo Meier: ‘La fondue appenzellese? Mi dà energia per segnare’

Incontro con la star di Nhl. La delusione per la finale di Coppa persa dal San Gallo di un ragazzo profondamente attaccato alle sue radici
Hockey
18 ore

Nette vittorie per Germania e Finlandia

I tedeschi sconfiggono l’Italia 9-4, la Finlandia (con Hietanen in gol) batte la Gran Bretagna con un tennistico 6-0
laR
 
20.01.2022 - 19:54
Aggiornamento : 20.02.2022 - 19:18

È la fine del Sonderfall Ticino. ‘Siamo stati ascoltati’

Lugano e Ambrì non sono più un’eccezione nel panorama nazionale. Marco Werder: ‘C’è felicità per una decisione che ricrea equilibrio con gli altri club’

Il contenuto di questo articolo è riservato agli abbonati.
Per visualizzarlo esegui il login

Da sabato sera niente più curve e spalti vuoti. Né limitazioni di capienza. Una decina di giorni dopo, insomma, il Ticino dell’hockey torna a uniformarsi al resto della Svizzera: infatti, di tutti gli stadi della massima serie, soltanto quelli di Lugano e Ambrì da ormai una decina di giorni erano toccati da simili restrizioni. «Siamo felici che le nostre richieste siano state ascoltate, dopo la lettera che come società avevamo inviato lunedì al Consiglio di Stato e al Gruppo grandi eventi – spiega Marco Werder, Ceo dell’Hockey club Lugano –. Anzi, si è andati addirittura oltre, allineandosi agli altri cantoni, ciò che ricrea dell’equilibrio con gli altri club. D’altra parte, però, posso dire che in questo momento è veramente complicato tenere il passo delle decisioni legate alle restrizioni: ci troviamo in un’emergenza che richiede uno sforzo estremo da parte di tutta l’organizzazione, dopo che sono ormai due anni che siamo confrontati con una situazione che non è proprio la normalità».

Infatti, per le società sportive, e forse non solo per loro, è un continuo dover rincorrere le decisioni. «Più che rincorrere, direi adeguarsi. E dobbiamo farlo in pochissimo tempo: quelle che all’apparenza sembrano decisioni semplici, non sono poi semplicissime quando vanno implementate. Tuttavia ora tengo a sottolineare ciò che c’è di positivo, e ringraziamo per aver potuto ritrovare in una pseudo normalità al pari del resto della Svizzera».

Chi era a Porrentruy martedì sera, tanto per fare un esempio, avrà senz’altro notato che la curva dell’Ajoie era affollata più o meno come al solito, ma al tempo stesso avrà potuto osservare che pure il settore riservato ai tifosi bianconeri era frequentato: quasi come se si fosse in un altro Paese. «E se Porrentruy è a più di quattro ore da Lugano, Zugo dista appena un’ora e mezza di treno, e lì le regole erano le medesime: in altre parole, i nostri tifosi potevano accalcarsi nel settore ospiti della BossardArena, ma poi non avevano la possibilità di seguire la squadra del cuore a casa loro...».

Adesso però, tanto per voi tanto per l’Ambrì, da sabato si apre un’altra fase in quella che ormai va considerata una ‘nuova normalità’. «In sostanza faremo un passo indietro, tornando alla modalità ‘2G’ (quindi vaccinati o guariti, ndr) con mascherina obbligatoria in tutto lo stadio, dove non ci saranno più limitazioni di capienza e i punti di ristorazione saranno aperti. Ciò significa che tutti coloro i quali avevano già scambiato il proprio abbonamento con i biglietti per i posti a sedere vedranno annullati i suddetti ticket e la loro abituale tesserà tornerà in vigore».

La decisione del Governo arriva in tempo utile sia per l’appuntamento di domani, quando la Cornèr Arena farà da palcoscenico per l’atteso scontro con il Berna, sia – soprattutto – per l’ultimo derby di regular season, in cartellone giovedì 27 sempre a Lugano. E pista colma fa rima con casse piene: «Sì, diciamo che avere a disposizione un derby in cui poter offrire un accesso un po’ a tutti, anche se, ricordiamolo, pur sempre limitato a determinate persone, perché purtroppo non siamo ancora tornati a una normalità, ci darà un po’ di respiro. Ma soprattutto – conclude Werder –ci rende felici per quella che abbiamo sempre chiamato la festa dell’hockey ticinese, e che tale deve rimanere».

Alla Cornèr Arena riparte la prevendita per Curva nord e settore ospiti

In un comunicato diffuso in serata, la società bianconera annuncia di aver immediatamente ripreso la prevendita dei biglietti per i settori spalti (Curva Nord e curva ospiti) per le gare contro Berna e Ambrì. «I ticket – si legge nella nota strampa – sono acquistabili sul sito hclugano.info/tickets, presso il Segretariato Hcl (orari di apertura nei giorni feriali: 8.30-12 e 14-18), nei negozi Manor e negli uffici postali con almeno due sportelli. I biglietti sostitutivi di tribuna nel frattempo emessi per gli abbonati della Curva Nord sono annullati e non possono essere utilizzati come titoli di accesso per le partite. Per accedere alla Cornèr Arena sarà necessario il certificato 2G e in tutta la pista sarà obbligatorio indossare la mascherina».

HOCKEY: Risultati e classifiche

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved