HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP 10 HOCKEY MANAGER
1
EHC Rofels
5315
2
HC TUT-TUT
5251
3
HC Aspi Capitals
5248
4
HC Kaski Male
5199
5
LucHC Lions
5044
6
ASIA TEAM
5031
7
HC Klo10Flies
5031
8
AmStars
5027
9
SV Rokaner
5020
10
SR17
5006
ULTIME NOTIZIE Sport
SCI ALPINO
8 ore

Lara Gut-Behrami inizia con il botto

La ticinese si è imposta nel gigante di Killington, davanti all’italiana Bassino e alla svedese Hector
QATAR 2022
8 ore

Un buon Ambrì cede alla distanza contro gli Zsc Lions

I biancoblù disputano due tempi di buon livello ma sprecano un doppio vantaggio, mentre i padroni di casa si affidano alle fiammate e al powerplay
QATAR 2022
9 ore

Il genio di Messi tiene in vita l’Argentina

Al 69’ una rete da fuori area della Pulce stende il Messico (nel finale il raddoppio di Fernandez). Ma l’Albiceleste ancora non convince
QATAR 2022
12 ore

Doppietta di Mbappé, la Francia è agli ottavi

Battuta una Danimarca che ha saputo rispondere alla strapotenza transalpina, ma che dovrà giocarsi la qualificazione contro l’Australia
QATAR 2022
15 ore

La Polonia vince, l’Arabia Saudita si mangia le mani

La compagine europea in rete con Zielinski e Lewandowski, quella asiatica domina ma sbaglia un rigore con Al Dawsari. Szczesny migliore in campo
QATAR 2022
18 ore

All’Australia basta un gol di Duke

Grazie a una strenua difesa la Nazionale dell’Oceania resiste al tentativo di rimonta di una Tunisia che è quasi fuori dal Mondiale
CURLING
19 ore

Finali stregate, due medaglie d’argento per la Svizzera

Agli Europei di Östersund, Silvana Tirinzoni e compagne battute dalla Danimarca, il team di Yannick Schwaller superato dalla Scozia
Video
Qatar 2022
21 ore

Spogliatoio lasciato come... nuovo: il Giappone incanta

Dai tifosi ai giocatori nipponici il grande senso civico dimostrato nel ripulire spalti e cabine prima e dopo la vittoria contro la Germania
i mondiali dal divano
1 gior

Ipercinetico Armando: fenomenologia di un telecronista

Fra metafore, immagini, neologismi e modi di dire, Ceroni tramanda ai posteri un modo di fare giornalismo sportivo singolare e (forse) sottovalutato
il dopopartita
1 gior

Sarebbe servita una terza fase ‘e più velocità’

Dopo quattro vittorie di fila e una buona prima metà di gara, il Lugano ritorna a perdere a Friborgo. Marco Müller: ‘Entrambe le squadre brave in difesa’.
IL DOPOPARTITA
1 gior

Il ritorno della sconfitta. ‘Avessimo dato il 5% in più...’

Johnny Kneubuehler e un venerdì a secco di gol e di punti, con il portiere del Bienne Harri Säteri assoluto protagonista. ‘È frustrante perdere così”
CALCIO
1 gior

Bellinzona ancora sconfitto, benvenuta pausa invernale

Allo Sciaffusa basta una rete di Bobadilla nel primo tempo per superare uno spento e incostante Bellinzona, quasi mai in partita
QATAR 2022
1 gior

Inghilterra tenuta in scacco dagli ottimi Stati Uniti

Il Team Usa offre una prestazione di qualità e va più vicino al successo rispetto ai cugini di sua Maestà
laR
 
20.01.2022 - 19:54
Aggiornamento: 20.02.2022 - 19:18

È la fine del Sonderfall Ticino. ‘Siamo stati ascoltati’

Lugano e Ambrì non sono più un’eccezione nel panorama nazionale. Marco Werder: ‘C’è felicità per una decisione che ricrea equilibrio con gli altri club’

e-la-fine-del-sonderfall-ticino-siamo-stati-ascoltati
Curve e spalti da domani tornano a ripopolarsi (Ti-Press/Gianinazzi)

Da sabato sera niente più curve e spalti vuoti. Né limitazioni di capienza. Una decina di giorni dopo, insomma, il Ticino dell’hockey torna a uniformarsi al resto della Svizzera: infatti, di tutti gli stadi della massima serie, soltanto quelli di Lugano e Ambrì da ormai una decina di giorni erano toccati da simili restrizioni. «Siamo felici che le nostre richieste siano state ascoltate, dopo la lettera che come società avevamo inviato lunedì al Consiglio di Stato e al Gruppo grandi eventi – spiega Marco Werder, Ceo dell’Hockey club Lugano –. Anzi, si è andati addirittura oltre, allineandosi agli altri cantoni, ciò che ricrea dell’equilibrio con gli altri club. D’altra parte, però, posso dire che in questo momento è veramente complicato tenere il passo delle decisioni legate alle restrizioni: ci troviamo in un’emergenza che richiede uno sforzo estremo da parte di tutta l’organizzazione, dopo che sono ormai due anni che siamo confrontati con una situazione che non è proprio la normalità».

Infatti, per le società sportive, e forse non solo per loro, è un continuo dover rincorrere le decisioni. «Più che rincorrere, direi adeguarsi. E dobbiamo farlo in pochissimo tempo: quelle che all’apparenza sembrano decisioni semplici, non sono poi semplicissime quando vanno implementate. Tuttavia ora tengo a sottolineare ciò che c’è di positivo, e ringraziamo per aver potuto ritrovare in una pseudo normalità al pari del resto della Svizzera».

Chi era a Porrentruy martedì sera, tanto per fare un esempio, avrà senz’altro notato che la curva dell’Ajoie era affollata più o meno come al solito, ma al tempo stesso avrà potuto osservare che pure il settore riservato ai tifosi bianconeri era frequentato: quasi come se si fosse in un altro Paese. «E se Porrentruy è a più di quattro ore da Lugano, Zugo dista appena un’ora e mezza di treno, e lì le regole erano le medesime: in altre parole, i nostri tifosi potevano accalcarsi nel settore ospiti della BossardArena, ma poi non avevano la possibilità di seguire la squadra del cuore a casa loro...».

Adesso però, tanto per voi tanto per l’Ambrì, da sabato si apre un’altra fase in quella che ormai va considerata una ‘nuova normalità’. «In sostanza faremo un passo indietro, tornando alla modalità ‘2G’ (quindi vaccinati o guariti, ndr) con mascherina obbligatoria in tutto lo stadio, dove non ci saranno più limitazioni di capienza e i punti di ristorazione saranno aperti. Ciò significa che tutti coloro i quali avevano già scambiato il proprio abbonamento con i biglietti per i posti a sedere vedranno annullati i suddetti ticket e la loro abituale tesserà tornerà in vigore».

La decisione del Governo arriva in tempo utile sia per l’appuntamento di domani, quando la Cornèr Arena farà da palcoscenico per l’atteso scontro con il Berna, sia – soprattutto – per l’ultimo derby di regular season, in cartellone giovedì 27 sempre a Lugano. E pista colma fa rima con casse piene: «Sì, diciamo che avere a disposizione un derby in cui poter offrire un accesso un po’ a tutti, anche se, ricordiamolo, pur sempre limitato a determinate persone, perché purtroppo non siamo ancora tornati a una normalità, ci darà un po’ di respiro. Ma soprattutto – conclude Werder –ci rende felici per quella che abbiamo sempre chiamato la festa dell’hockey ticinese, e che tale deve rimanere».

Alla Cornèr Arena riparte la prevendita per Curva nord e settore ospiti

In un comunicato diffuso in serata, la società bianconera annuncia di aver immediatamente ripreso la prevendita dei biglietti per i settori spalti (Curva Nord e curva ospiti) per le gare contro Berna e Ambrì. «I ticket – si legge nella nota strampa – sono acquistabili sul sito hclugano.info/tickets, presso il Segretariato Hcl (orari di apertura nei giorni feriali: 8.30-12 e 14-18), nei negozi Manor e negli uffici postali con almeno due sportelli. I biglietti sostitutivi di tribuna nel frattempo emessi per gli abbonati della Curva Nord sono annullati e non possono essere utilizzati come titoli di accesso per le partite. Per accedere alla Cornèr Arena sarà necessario il certificato 2G e in tutta la pista sarà obbligatorio indossare la mascherina».

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved