Seattle Kraken
4
FLO Panthers
3
3. tempo
(0-1 : 3-2 : 1-0)
VAN Canucks
1
STL Blues
2
2. tempo
(1-1 : 0-1)
Seattle Kraken
4
FLO Panthers
3
3. tempo
(0-1 : 3-2 : 1-0)
VAN Canucks
1
STL Blues
2
2. tempo
(1-1 : 0-1)
occasione-ghiotta-per-tornare-a-vincere
HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP 10 HOCKEY MANAGER
1
Maxim la biere
9472
2
TrigoAce1
9448
3
Iselis Punktebuebe
8868
4
25 Francs trop cher
8833
5
Team Gobbi
8782
6
ADTC
8669
7
Wild Hogs
8660
8
BalaBala
8597
9
Matterhorn1
8595
10
TrigoAce2
8588
ULTIME NOTIZIE Sport
Sci
10 ore

Lesione parziale al legamento del ginocchio, ma Goggia non molla

La bergamasca nella caduta a Cortina ha subìto pure una piccola frattura del perone ma assicura che proverà a difendere il titolo olimpico di discesa
BASKET
10 ore

Come da copione, vince la Sam, perde il Lugano

La Spinelli passa senza grossi problemi a Boncourt, mentre i Tigers sono costretti a cedere di fronte alla prima forza del campionato
CALCIO
12 ore

‘Siamo pronti per affrontare i campioni svizzeri’

Mattia Croci-Torti soddisfatto della vittoria in amichevole contro il Chiasso, nonostante qualche assenza: ‘Lunedì rientra Amoura dalla Coppa d’Africa’
RALLY
13 ore

Loeb trionfa a Montecarlo. Mai nessuno come lui

A quasi 48 anni il campione alsaziano diventa il pilota più vecchio ad aver vinto nel Wrc, cogliendo nel Principato il suo ottantesimo trionfo
PALLANUOTO
13 ore

Buon punto per gli Sharks a Ginevra

La compagine luganese costringe al pareggio il Carouge (11-11). Esordio positivo per coach Argentiero
BIATHLON
14 ore

Anche senza Weger, settimo posto per la staffetta

Ad Anterselva, pur in assenza del suo leader la Svizzera ottiene il miglior risultato stagionale a soli 44” dal podio
Sci
14 ore

La Streif è rossocrociata, Feuz trionfa davanti a Odermatt!

Gli elvetici dominano la discesa di Kitzbühel: per il bernese è il terzo successo sull’Hahnenkamm, per il nidvaldese il primo podio nella prova regina
SKICROSS
14 ore

Doppietta per Ryan Regez a Idre Fjäll

Nella tappa svedese di Coppa del mondo, il bernese si è imposto in entrambe le prove disputate. Assente Smith, la migliore elvetica è stata Sanna Lüdi
Sci
15 ore

A Cortina podio di Gisin, male Gut-Behrami, malissimo Goggia

La ticinese lontana (13esima) anche nel superG vinto dall’italiana Curtoni, con l’obvaldese ottima terza. Caduta e Olimpiadi a rischio per la bergamasca
FREESTYLE
16 ore

Ragettli ad Aspen si mette l’oro al collo

Solo settimo nel Big Air, il grigionese dimentica subito la delusione centrando il successo nello slopestyle agli X-Games in Colorado
TENNIS
16 ore

Nadal non si ferma, nuova delusione per Zverev

L’iberico approda ai quarti di finale degli Australian Open grazie alla vittoria sul francese Mannarino. Il tedesco spedito a casa dal canadese Shapovalov
Hockey
1 gior

Steso il Berna in rimonta: il Lugano torna in corsa

Sotto di due reti, i bianconeri rifanno superficie e grazie alle trasformazioni di Arcobello e Loeffel trovano il sucesso ai rigori
GALLERY
Hockey
1 gior

Dario Bürgler offre all’Ambrì tre punti molto preziosi

L’uno-due tra lo svittese e André Heim mette in ginocchio il Davos nella sera della cerimonia per 60esimo del trionfo in Coppa. E di un altro gol di Moses
Hockey
06.12.2021 - 20:400
Aggiornamento : 21:21

‘Occasione ghiotta per tornare a vincere’

Zaccheo Dotti lancia la sfida al Langnau. ‘Le prestazioni ci sono, la differenza la fanno i dettagli’

Ripartire con una vittoria di fronte al proprio pubblico, per allungare in classifica sui tigrotti e lanciare al meglio il derby casalingo di venerdì. È l’obiettivo con cui l’Ambrì Piotta, reduce dai due kappaò del weekend, si approccia alla sfida di domani contro il Langnau. «È l’occasione giusta per tornare a vincere - spiega Zaccheo Dotti -. Nelle ultime tre gare abbiamo raccolto quattro punti e, anche quando abbiamo perso, siamo sempre stati a ridosso dei nostri avversari fino alla fine. Se riusciremo a replicare quanto fatto con Zugo, Zurigo e Davos (tolta forse la prima frazione), avremo delle buone opportunità di ottenere la vittoria».

Dopo l’ottimo avvio di stagione, caratterizzato anche dall’entusiasmo generato dalla nuova pista, nelle ultime undici partite i biancoblù hanno dovuto incassare otto sconfitte...«È vero, a inizio campionato abbiamo vissuto un buon momento dal punto di vista dei risultati. Il nostro gioco però non è cambiato: l’intensità e l’energia che portiamo sul ghiaccio sono sempre le stesse». Infatti, tolte poche occasioni, «non si può dire che siano mancate le prestazioni. Ci sono stati degli episodi che sono girati a nostro sfavore; spesso sono i dettagli a fare la differenza, come ad esempio un singolo gol o un tiro bloccato. Comunque, non siamo in crisi e non stiamo perdendo la testa. Dobbiamo compiere quel piccolo passo che ci manca sull’arco dei 60 minuti».

I leventinesi in questo periodo si trovano confrontati con un calendario fitto di impegni. Quello di domani sarà infatti il sesto match in dodici giorni. «Può succedere, nell’arco di un campionato - prosegue il numero 27 -. Capitano settimane in cui devi disputare solo due incontri, e altre che sono invece fitte di partite, magari contro avversari rimasti a riposo nei giorni precedenti. Tutto si bilancia comunque nel corso della stagione, non lo ritengo un fattore determinante: siamo in forma e stiamo lavorando bene. Il volume degli allenamenti, inoltre, viene adattato a seconda delle esigenze». Il fatto di avere al momento soltanto due assenti «sicuramente aiuta e dobbiamo volgere questo aspetto a nostro vantaggio, perché quando capita di avere tante defezioni, si fa più fatica».

E a proposito di calendario e impegni, oltre alle sfide di regular season, la compagine di Cereda dovrà affrontare, a fine dicembre, anche l’avventura davosiana della Coppa Spengler. «Personalmente, non vedo l’ora di prendere parte a questa bellissima competizione, anche perché per me si tratta di una novità. Non credo che ci toglierà energie, anzi, ci darà degli stimoli in più». Un’altra particolarità, che riguarda invece le Nazionali, è rappresentata dalle Olimpiadi invernali di Pechino, previste dal 4 al 20 febbraio. Il periodo di pausa del campionato svizzero, dovuto appunto ai Giochi, potrebbe rappresentare un passaggio importante nella stagione dei club. «Sarà un momento un po’ diverso, ma ci adatteremo anche a quello. Avremo probabilmente qualche giorno libero e poi dovremo lavorare duramente per farci trovare pronti alla ripresa del torneo. Credo che la chiave sarà quella: chi riuscirà a bilanciare meglio riposo, recupero e allenamenti, otterrà un vantaggio rispetto agli altri».

‘Punti che pesano di più’

Come detto, la prossima partita per la compagine leventinese è in programma alla Gottardo Arena contro il Langnau, squadra penultima in classifica a nove lunghezze dai leventinesi. Una buona opportunità per aumentare il divario. «Tutti i punti sono preziosi, ma è chiaro che distanziarsi ulteriormente dalle inseguitrici è ancora più importante».

A differenza dell’Ambrì, squadra in cui reti e assist appaiono suddivisi in maniera più uniforme tra i componenti della rosa, i tigrotti si affidano soprattutto alle giocate individuali dei loro stranieri, in particolare Olofsson, Grenier e Pesonen. «Se una squadra basa buona parte del proprio gioco su alcuni singoli, significa che bisogna prestare maggiore attenzione quando quei giocatori sono sul ghiaccio, in modo da poter neutralizzare le loro folate offensive. Anche se il nostro rimane comunque uno sport di squadra».

Che tipo di match bisognerà quindi attendersi? «Sarà una sfida combattuta, fatta di battaglie. Chi ne vincerà di più, chi avrà più fame e metterà maggior grinta in pista, alla fine otterrà la vittoria. Nessuno si aspetta una serata semplice. Per quanto riguarda noi, sarà il solito Ambrì: combattivo e caratterizzato dalla voglia di vincere, attaccare e aggredire l’avversario», conclude Dotti.

HOCKEY: Risultati e classifiche

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved