Verona
1
Bologna
1
2. tempo
(1-1)
Bienne
2
Zurigo
3
fine
(1-0 : 0-1 : 1-1 : 0-0 : 0-1)
Berna
0
Friborgo
3
fine
(0-1 : 0-1 : 0-1)
Ajoie
3
Zugo
6
fine
(1-3 : 0-1 : 2-2)
Lakers
2
Ginevra
1
fine
(1-1 : 0-0 : 0-0 : 0-0 : 1-0)
Langnau
0
Ambrì
4
fine
(0-2 : 0-1 : 0-1)
Davos
3
Losanna
4
fine
(2-2 : 1-0 : 0-2)
Turgovia
5
Winterthur
1
fine
(1-0 : 3-0 : 1-1)
Verona
1
Bologna
1
2. tempo
(1-1)
Bienne
2
Zurigo
3
fine
(1-0 : 0-1 : 1-1 : 0-0 : 0-1)
Berna
0
Friborgo
3
fine
(0-1 : 0-1 : 0-1)
Ajoie
3
Zugo
6
fine
(1-3 : 0-1 : 2-2)
Lakers
2
Ginevra
1
fine
(1-1 : 0-0 : 0-0 : 0-0 : 1-0)
Langnau
0
Ambrì
4
fine
(0-2 : 0-1 : 0-1)
Davos
3
Losanna
4
fine
(2-2 : 1-0 : 0-2)
Turgovia
5
Winterthur
1
fine
(1-0 : 3-0 : 1-1)
un-buon-ambri-si-arrende-solo-all-overtime-ai-lions
Hitanen cerca di tenere a bada Diem (Ti-Press)
+8
HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP 10 HOCKEY MANAGER
1
Maxim la biere
9121
2
TrigoAce1
9029
3
25 Francs trop cher
8535
4
Iselis Punktebuebe
8520
5
Wild Hogs
8335
6
BalaBala
8324
7
Team Gobbi
8263
8
TrigoAce2
8260
9
ADTC
8231
10
Gep Flyers II
8229
ULTIME NOTIZIE Sport
Gallery
Hockey
14 min

L’Ambrì Piotta vince in scioltezza a Langnau 

Contro un avversario decimano, i leventinesi s’impongono 4-0. Decima sconfitta consecutiva per i bernesi. Moses di nuovo a segno
Calcio
3 ore

Valon Behrami rescinde con il Genoa

Il 36enne centrocampista ticinese in questa Serie A è sceso in campo con il club ligure solo in dieci occasioni, per un totale di 305 minuti
Calcio
3 ore

Oltre un milione di richieste in 24 ore di prevendita

A ruba la domanda per un biglietto per la fase clou del Mondiale in Qatar. Ben 140mila per la sola finale
CALCIO
4 ore

Irruzione in casa Lindelöf, moglie e figli si nascondono

L’episodio è avvenuto mercoledì, quando il difensore del Manchester United era impegnato in trasferta a Brentford. Domani non giocherà contro il West Ham
CALCIO
4 ore

Il Grasshopper deve fare a meno di Pusic

Il 23enne centrocampista è alle prese con i postumi dell’infezione da Covid
BIATHLON
5 ore

Svizzere nelle retrovie nella 15 km di Anterselva

Il forte vento ha condizionato la gara e nessuna atleta è stata capace di uscire indenne dallo stand di tiro. Amy Baserga ha chiuso al 28esimo posto
BASKET
6 ore

Il Lugano cerca il miracolo contro il Friborgo

Quella che non molto tempo fa era una sfida per il titolo, è diventata una contesa impari. Sam Massagno a Boncourt pensando alla Coppa di Lega
CALCIO
7 ore

Adrian Durrer, obiettivo esordio in Super League

Il ventenne del Lugano, giunto quest’inverno dal Basilea, vuole approfittare dell’occasione per compiere il salto di qualità
Sci
7 ore

Dietro alla solita Goggia Gisin e Hälen, Gut-Behrami non forza

Nel secondo allenamento in vista della discesa di sabato a Cortina vinto ancora dall’italiana, l’obvaldese ha chiuso terza, la bernese quarta
TENNIS
8 ore

Gli Australian Open perdono la detentrice del titolo

La giapponese Naomi Osaka è stata battuta in tre set dalla statunitense Anisimova. In campo maschile, Berrettini resiste al talento di Alcaraz
Sci
9 ore

Marco Odermatt sfiora il podio a Kitzbühel

Sulla Streif vince il norvegese Aleksander Kilde davanti al 41enne francese Johan Clarey, terzo l’austriaco Mayer. Settimo Beat Feuz
Sci freestyle
13 ore

Forse non c’è più, il sogno a testa in giù di Nicole Gasparini

La mancata qualifica per i Giochi di Pechino è un brutto colpo per la 24enne di Cadro, troppo spesso colpita da infortuni nella sua carriera sulle gobbe
SCI ALPINO
15 ore

Per Kryenbühl il cerchio si è finalmente chiuso

A un anno esatto dalla terribile caduta sul salto finale, lo svittese è tornato sulla Streif di Kitzbühel. Non senza una buona dose di ansia
Hockey
1 gior

È la fine del Sonderfall Ticino. ‘Siamo stati ascoltati’

Lugano e Ambrì non sono più un’eccezione nel panorama nazionale. Marco Werder: ‘C’è felicità per una decisione che ricrea equilibrio con gli altri club’
Hockey
1 gior

Ad Ambrì senza limitazioni per l’anniversario di Coppa

In una pista di nuovo piena e gli spalti aperti, sabato contro il Davos i biancoblù celebreranno lo storico successo ottenuto nel gennaio 1962 sul Villars
Hockey
1 gior

‘Niente è scontato finché non hai la conferma in tasca’

Dodici anni dopo Sannitz, con Fora (e Simion) il Ticino torna a calcare la ribalta del torneo olimpico maschile di hockey
04.12.2021 - 22:180
Aggiornamento : 05.12.2021 - 15:32

Un buon Ambrì si arrende solo all’overtime ai Lions

Il ‘ruggito’ di Hollenstein al 63’46" mette fine a una partita particolarmente combattuta. Per i leventinesi a bersaglio Heim e McMillan

Sono venti minuti infuocati quelli iniziali del confronto tra Ambrì Piotta e Zsc Lions allo Stadio Multifunzionale. Ad accendere la miccia della partita ci pensa Heim, che con un polsino trafigge Flüeler dopo un minuto e mezzo scarso di gioco, facendo esplodere la Curva Sud. La gioia dei padroni di casa, per l’occasione orfani di Zwerger (vittima di una lesione muscolare nell’allenamento della vigilia e out fino a dopo la pausa dedicata alla Nazionale) dura però meno di tre minuti. Perché al 2’43" Incir si fa spedire sulla panchina dei penalizzati per un colpo di bastone, dove poco dopo lo raggiunge Hächler, espulso per con un 2’ più 2’ per una bastonata al volto di Quenneville, e i Lions a 5 contro 3 ne approfittano per pareggiare con Andrighetto. Al 10’13" un numero di Azevedo, che prima si ‘beve’ Zaccheo Dotti e poi fa sdraiare Conz sul ghiaccio prima di aggirarlo, consente ai Lions di portarsi in vantaggio. L’Ambrì ha però la grande occasione per pareggiare: Pestoni prova la puntata a rete ma non riesce a battere Flüeler; trova comunque il modo per far pervenire il disco sotto porta a Grassi che di spalle, in bachkand, colpisce il palo. E così alla prima pausa il punteggio resta in favore dello Zurigo: 1-2.

Il tempo di mezzo si apre subito con una grossa occasione per l’Ambrì, con Kneubuehler che dopo aver saltato Marti si ritrova sul bastone il disco del possibile pareggio, ma a tu per tu con il portiere avversario prova a fintarlo, senza tuttavia riuscire a trovare il pertugio giusto tra i gambali. Nei minuti che seguono, gli uomini di Cereda continuano a spingere, procurandosi un’altra buona dose di occasioni. Ma il 2-2 non arriva. Il buon momento dell’Ambrì finisce quando Kneubuehler si fa espellere per uno sgambetto ai danni di un avversario. Sono allora i Lions a fare la voce grossa, senza peraltro trovare... il ruggito, perché Conz in tre limpidissime occasioni abbassa la saracinesca. Una prima volta al 25’56“ su uno slap di Malgi, una seconda sulla conclusione di Chris Baltisberger, e infine, con le due squadre tornate a 5 contro 5, fermando con la punta del gambale destro un rigore di Azevedo. Poi sono gli uomini di Cereda a non riuscire a capitalizzare due situazioni di superiorità numeriche. L’ultima grossa emozione del secondo tempo se la procura Sopa, che con Conz battuto si vede la gioia del gol negata dalla traversa. Alla seconda pausa il punteggio è dunque sempre quello maturato al 10’13”.

Al rientro sul ghiaccio dopo la seconda pausa, l’Ambrì Piotta si ripresenta in pista con Ciaccio fra i pali a rilevare Conz. Dopo una manciata di secondi i Lions si ritrovano con un uomo in meno (espulso Malgin per bastone alto); ai biancoblù bastano 59 secondi di quel powerplay per trovare il 2-2 con McMillan che infila Schlegel fra i gambali. Poco dopo è il turno di Pezzullo di accomodarsi sulla panchina dei penalizzati, e allora la formazione di Grönborg tenta l’assedio alla porta di Ciaccio, che però resta inviolata. Lo stesso estremo difensore biancoblù al 48’35“ si fa pure trovare pronto anche su una pericolosa sassata di Phil Baltisberger. Nei miunti successivi a provare con maggiore insistenza la via del gol sono i padroni di casa, che seminano il panico più volte nela retroguardia zurighese, in più di un’occasione costretta a salvarsi alla bell’e meglio. Lo Zurigo in quei frangenti si affida allora in gran parte alle puntate dei singoli, come il break inscenato da Malgin a 3’11" dalla terza sirena, neutralizzato da Ciaccio. Di reti, ad ogni buon conto, non se ne vedono più fino al sessantesimo, rimandando ogni verdetto al supplementare. Che si apre subito con una grossa occasione di Heim, che in due tempi non riesce a superare il portiere avversario, ormai disteso sul ghiaccio. Poco dopo è Pestoni a chiamare in causa Flüeler con una parata decisiva. Sull’altro fronte i Lions sembrano aver esaurito le loro migliori cartucce. Salvo però trovare quella risolutrice con un tiro angolato di Hollenstein al 63’46”, che ragala appunto allo Zurigo il secondo punto della serata.

Ambrì Piotta - Zsc Lions d.p. (1-2 0-0 1-0 0-1) 2-3

Reti: 1’23" Heim (Kneubuehler, Bürgler) 1-0. 4’23" Andrighetto (Noreau, Malgin/esp. Incir e Hächler) 1-1. 10’13" Azevedo (Krüger, Quenneville) 1-2. 41’25" McMillan (Bürgler, Pestoni/esp. Malgin) 2-2. 63’46" Hollenstein (Azevedo, Weber) 2-3.

Ambrì Piotta: Conz (dal 40’ Ciaccio); Hietanen, Isacco Dotti; Fohrler, Zaccheo Dotti; Hächler, Fischer; Burren, Pezzullo; Trisconi, Regin, D’Agostini; Bürgler, Heim, Kneubuehler; Pestoni, Grassi, McMillan; Incir, Kostner, Bianchi.

Zsc Lions: Flüeler; Weber, Geering; Noreau, Marti; Trutmann, Phil Baltisberger; Andrighetto, Malgin, Hollenstein; Quenneville, Krüger, Azevedo; Chris Baltisberger, Sigrist, Diem; Bckman, Schäppi, Sopa.

Arbitri: Wiegand, Dipietro; Kehrli, Schlegel.

Note: 6’137 spettatori. Penalità: 5 x 2’ contro l’Ambrì Piotta; 4 x 2’ contro gli Zac Lions. Tiri in porta: 35-30 (10-6, 12-6, 7-13, 6-3). Ambrì Piotta privo di Fora, Zwerger (infortunati), Dal Pian e Kozun (soprannumero); Zsc Lions senza Bodenmann, Morant, Pedretti, Ried e Roe (infortunati). Al 27’26" rigore sbagliato da Azevedo. Palo: 13’53" McMillan, 39’31" Sopa (traversa). Premiati quali migliori in pista André Heim e Justin Azevedo.

HOCKEY: Risultati e classifiche

Guarda tutte le 12 immagini
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved