STRICKER D. (SUI)
SANDGREN T. (USA)
22:00
 
STRICKER D. (SUI)
SANDGREN T. (USA)
22:00
 
prima-il-natale-poi-l-epifania-per-l-ambri-piotta
L’esultanza di Martschini (Ti-Press)
+9
HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP 10 HOCKEY MANAGER
1
TrigoAce1
9490
2
Maxim la biere
9472
3
25 Francs trop cher
8877
4
Iselis Punktebuebe
8868
5
Team Gobbi
8826
6
ADTC
8720
7
Wild Hogs
8704
8
BalaBala
8638
9
TrigoAce2
8630
10
Matterhorn1
8629
ULTIME NOTIZIE Sport
CICLISMO
3 ore

Incidente a Egan Bernal durante un allenamento in Colombia

Il vincitore del TdF 2019 è stato trasportato all’ospedale. La prima diagnosi parla di frattura del femore e della rotula. Intervento chirurgico a ore
Hockey
4 ore

‘Per vincere a Zugo serve uno sforzo collettivo’

Dopo il successo ai rigori sul Berna, il Lugano pensa alla prossima sfida. Schlegel: ‘Ogni passo avanti, anche piccolo, è preziosissimo‘
Hockey
4 ore

Sei turni di squalifica per Marc-Antoine Pouliot

Esemplare sanzione per l’attaccante del Ginevra Servette, reo di aver caricato un arbitro nella partita contro il Friborgo
Gallery
Nuoto
5 ore

Noè Ponti in forma nonostante i carichi di lavoro

Parata di stelle al 55esimo Challenge International di Ginevra. Buoni i tempi del ticinese della Nuoto Sport Locarno e di Benjamin Pfeiffer dell’A-Club
FOOTBALL
5 ore

Playoff infuocati, sfida da favola tra Mahomes e Allen

Weekend elettrizzante nella Nfl. Eliminati i grandi vecchi Tom Brady e Aaron Rodgers. Tre partite decise all’ultimo secondo, una all’overtime
Sci
6 ore

Lara Gut-Behrami si prende una pausa per rigenerarsi

La ticinese ha ammesso di sentirsi affaticata ‘sia mentalmente sia fisicamente’ e ha deciso di non partecipare alle ultime prove di Cdm prima dei Giochi
tennis
6 ore

Melbourne, nei quarti Tsitsipas contro Sinner

Il greco ha domato non senza fatica e in cinque set l’americano Taylor Fritz. L’italiano ha battuto De Minaur in tre set
Pechino 2022
7 ore

168 atleti per ripetere Pyeongchang: obiettivo 15 medaglie

Il capomissione elvetico Ralph Stöckli, già arrivato a Pechino, fissa il traguardo auspicato da Swiss Olympic
Unihockey
9 ore

Verbano e Ticino agguantano i playoff

Il Vuh si è imposto 6-3 in rimonta sul campo del Grünenmatt, il Tiuh ha piegato 4-3 il Basilea secondo in classifica
tennis
9 ore

Daniil Medvedev passa ma qualcosa concede

Il russo ha sconfitto in quattro set lo specialista del “serve and volley” franco-americano Maxime Cressy. Cornet per la prima volta ai quarti a 32 anni
Sci alpino
10 ore

Ticinesi in evidenza sulle nevi grigionesi e italiane

Massimiliano Gusmini ha vinto il bronzo ai Campionati svizzeri junior a Davos, Ginevra Ostini ha firmato un doppio successo nelle prove Fis a Courmayeur
Sci
1 gior

Lesione parziale al legamento del ginocchio, ma Goggia non molla

La bergamasca nella caduta a Cortina ha subìto pure una piccola frattura del perone ma assicura che proverà a difendere il titolo olimpico di discesa
BASKET
1 gior

Come da copione, vince la Sam, perde il Lugano

La Spinelli passa senza grossi problemi a Boncourt, mentre i Tigers sono costretti a cedere di fronte alla prima forza del campionato
CALCIO
1 gior

‘Siamo pronti per affrontare i campioni svizzeri’

Mattia Croci-Torti soddisfatto della vittoria in amichevole contro il Chiasso, nonostante qualche assenza: ‘Lunedì rientra Amoura dalla Coppa d’Africa’
RALLY
1 gior

Loeb trionfa a Montecarlo. Mai nessuno come lui

A quasi 48 anni il campione alsaziano diventa il pilota più vecchio ad aver vinto nel Wrc, cogliendo nel Principato il suo ottantesimo trionfo
27.11.2021 - 22:060
Aggiornamento : 28.11.2021 - 12:13

Prima il Natale, poi... l’Epifania per l’Ambrì Piotta

Non basta un vantaggio di quattro reti (dopo soli 8 minuti): i biancoblù subiscono prima la rimonta e poi il sorpasso dello Zugo

La rabbia per la sconfitta di Bienne deve aver lasciato il segno nella testa dei giocatori dell’Ambrì Piotta. Perché fin dai primi secondi della partita contro lo Zugo scendono in pista con grande determinazione. Trovando il primo gol con una deviazione di Bianchi dopo appena diciannove secondi di gioco, e al primissimo tiro verso la porta difesa da Hollenstein. E quindici secondi più tardi (!) arriva anche il 2-0, stavolta a firma di Kneubuehler, che concretizza così il secondo tiro della serata dei biancoblù. In uno Stadio Multifunzionale imbiancato dalla prima nevicata al suo esterno, Natale sembra essere arrivato con largo anticipo per gli uomini di Luac Cereda, che al 6’13", dopo un clamoroso palo a porta vuolta colpito da Kovar, si ritrovano sul 3-0 grazie a uno spunto di Zwerger, che dopo essersi impadronito del disco alle assi, si accentra e batte un frastornato Hollenstein, che a quel punto getta la spugna, mettendo il punto finale alla sua partita, durata la miseria di 373 secondi (se questo non è record, poco ci manca...). A subentrargli è allora Genoni, la cui entrata in materia non è tanto migliore, visto che nemmeno due minuti dopo aver preso il posto a difesa della porta dei campioni svizzeri si ritrova già un disco alle sue spalle. Quello insaccato da Heim con un polsino per il momentaneo 4-0. L’Ambrì non si accontenta, e continua anzi a spingere e sfiorare il gol in diverse altre occasioni. Lo Zugo trova comunque il modo di accorciare le distanze grazie a una deviazione sotto porta di Bachofner, che anticipa Heim. Poco dopo è Conz a compiere un miracolo col bastone sul solito Kovar, permettendo ai suoi di andare alla prima pausa con tre reti di vantaggio.

Dopo Natale, però, rischia di arrivare con altrettanto largo anticipo anche l’Eipifania per i biancoblù, che dopo poco più di due minuti e mezzo di gioco nel secondo tempo si vedono il vantaggio ridotto a una sola rete. Gli ospiti trovano infatti altre due volte la via del gol, una prima con Kovar su un disco sfilato tra i gambali a Conz dopo appena quattordici secondi e un’altra con una stoccata di Leuenberger al 22’36", quando Cereda corre ai ripari chiamando il timeout. A quel punto in pista si vede tutta un’altra partita, con due squadre che si equilibrano per numero di occasioni da rete. E ce ne sono davvero parecchie in un secondo tempo altrettanto pirotecnico. L’Ambrì sciupa poi mezzo minuto a 4 contro 3, e subito dopo un altro mezzo minuto addirittura a 5 contro 3. Paradossalmente, le migliori occasioni della seconda frazione i biancoblù se le procurano però a ranghi pari, su tutte quelle di Kneubuehler poco prima di metà partita e D’Agostini al 36’50" i cui tiri, entrambi a botta sicura, vanno a infrangersi contro la muraglia Geononi. E così alla seconda pausa il risultato ancora a favore dei leventinesi, anche se stavolta di un sol punto.

Il terzo tempo si apre con l’Ambrì Piotta con un uomo in più e, soprattutto, con subito una grossa emozione. Al 41’15“ infatti una staffilata di Pestoni non viene trattenuta da Genoni; il disco continua la sua corsa, al replay, verso la linea di porta, dove all’ultimo Nico Gross lo spazza via. Il patatrac lo combina Fohrler al 45’56”, facendosi soffiare un disco alle assi alle spalle di Conz. Il numero 12 dello Zugo si porta davanti alla gabbia e da distanza ravvicinata concretizza il pareggio per la formazione di Dan Tangnes. E un minuto e spiccioli dopo è Fischer a fare la frittata, perdendo prima il disco e poi il bastone. Il puck lo recupera Herzog, che si accentra e firma la rete del sorpasso. Müller, in solitaria, al 58 spaccato ratifica poi il successo dello Zugo: 4-6.

Ambrì Piotta - Zugo (4-1 0-2 0-3) 4-6

Reti: 29" Bianchi (Kostner, Isacco Dotti) 1-0. 44" Kneubuehler (Fohrler, Bürgler) 2-0. 6’13" Zwerger (Regin, Fohrler) 3-0. 8’00" Heim (Fohrler, Kneubuehler) 4-0. 15’12" Bachofner (Klingberg, Hansson) 4-1. 20’14" Kovar (Suri) 4-2. 22’36" Leuenberger (Klingberg, Bachofner) 4-3. 45’56" Zehnder 4-4. 47’11" Herzog (Müller, Zehnder) 4-5. 58’00" Müller (Herzog/esp. Heim, Gross) 4-6.

Ambrì Piotta: Conz (dal 47’11" Ciaccio); Hietanen, Isacco Dotti; Fohrler, Zaccheo Dotti; Hächler, Fischer; Pezzullo; Trisconi, Kostner, Bianchi; Bürgler, Heim, Kneubuehler; Grassi, D’Agostini, McMillan; Pestoni, Regin, Zwerger.

Zugo: Hollenstein (dal 6’13" Genoni); Cadonau, Kreis; Gross, Djoos; Schlumpf, Hansson; Wüthrich; Martschini, Kovar, Suri; Klingberg, Leuenberger, Bachofner; Zehnder, Müller, Herzog; Allenspach, Neumann, De Nisco.

Arbitri: Hebeisen, Vikman (Fin); Obwegeser, Wolf.

Note: 6’212 spettatori. Penalità: 6 x 2’ contro l’Ambrì Piotta; 7 x 2’ contro lo Zugo. Tiri in porta: 24-40 (9-8, 10-20, 5-12). Ambrì Piotta senza Burren, Fora (infortunati), Dal Pian e Kozun (soprannumero); Zugo privo di Lander, Senteler, Simion, Stalder (infortunati), Meyer e Hofer (partnerteam). Al 5’01" palo di Kovar. Tiemout Ambrì Piotta al 22’36”. Premiati quali migliori in pista Zaccheo Dotti e Leonardo Genoni.

HOCKEY: Risultati e classifiche

Guarda tutte le 13 immagini
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved