Seattle Kraken
4
FLO Panthers
3
3. tempo
(0-1 : 3-2 : 1-0)
VAN Canucks
1
STL Blues
2
2. tempo
(1-1 : 0-1)
Seattle Kraken
4
FLO Panthers
3
3. tempo
(0-1 : 3-2 : 1-0)
VAN Canucks
1
STL Blues
2
2. tempo
(1-1 : 0-1)
cereda-il-dio-dell-hockey-sta-guardando-da-un-altra-parte
’Stasera contro lo Zugo dovremo raccogliere ciò che abbiamo seminato nelle ultime partite’ (Keystone)
HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP 10 HOCKEY MANAGER
1
Maxim la biere
9472
2
TrigoAce1
9448
3
Iselis Punktebuebe
8868
4
25 Francs trop cher
8833
5
Team Gobbi
8782
6
ADTC
8669
7
Wild Hogs
8660
8
BalaBala
8597
9
Matterhorn1
8595
10
TrigoAce2
8588
ULTIME NOTIZIE Sport
Sci
10 ore

Lesione parziale al legamento del ginocchio, ma Goggia non molla

La bergamasca nella caduta a Cortina ha subìto pure una piccola frattura del perone ma assicura che proverà a difendere il titolo olimpico di discesa
BASKET
10 ore

Come da copione, vince la Sam, perde il Lugano

La Spinelli passa senza grossi problemi a Boncourt, mentre i Tigers sono costretti a cedere di fronte alla prima forza del campionato
CALCIO
12 ore

‘Siamo pronti per affrontare i campioni svizzeri’

Mattia Croci-Torti soddisfatto della vittoria in amichevole contro il Chiasso, nonostante qualche assenza: ‘Lunedì rientra Amoura dalla Coppa d’Africa’
RALLY
13 ore

Loeb trionfa a Montecarlo. Mai nessuno come lui

A quasi 48 anni il campione alsaziano diventa il pilota più vecchio ad aver vinto nel Wrc, cogliendo nel Principato il suo ottantesimo trionfo
PALLANUOTO
13 ore

Buon punto per gli Sharks a Ginevra

La compagine luganese costringe al pareggio il Carouge (11-11). Esordio positivo per coach Argentiero
BIATHLON
14 ore

Anche senza Weger, settimo posto per la staffetta

Ad Anterselva, pur in assenza del suo leader la Svizzera ottiene il miglior risultato stagionale a soli 44” dal podio
Sci
14 ore

La Streif è rossocrociata, Feuz trionfa davanti a Odermatt!

Gli elvetici dominano la discesa di Kitzbühel: per il bernese è il terzo successo sull’Hahnenkamm, per il nidvaldese il primo podio nella prova regina
SKICROSS
14 ore

Doppietta per Ryan Regez a Idre Fjäll

Nella tappa svedese di Coppa del mondo, il bernese si è imposto in entrambe le prove disputate. Assente Smith, la migliore elvetica è stata Sanna Lüdi
Sci
15 ore

A Cortina podio di Gisin, male Gut-Behrami, malissimo Goggia

La ticinese lontana (13esima) anche nel superG vinto dall’italiana Curtoni, con l’obvaldese ottima terza. Caduta e Olimpiadi a rischio per la bergamasca
FREESTYLE
16 ore

Ragettli ad Aspen si mette l’oro al collo

Solo settimo nel Big Air, il grigionese dimentica subito la delusione centrando il successo nello slopestyle agli X-Games in Colorado
 
27.11.2021 - 00:100

Cereda: ‘Il dio dell’hockey sta guardando da un’altra parte’

Il coach biancoblù ha ben poco da rimproverare ai suoi, nonostante la sconfitta di Bienne. ‘Lo sforzo è stato buono, eccezion fatta per i primi minuti’

Bienne – Ancora una volta l’Ambrì non raccoglie i frutti del buon lavoro. I leventinesi avrebbero meritato di uscire con almeno un punticino dalla Tissot Arena, già solo per la reazione mostrata dopo il pessimo inizio. In ritardo per due a zero dopo nemmeno 7 minuti (reti di Kessler e Rathgeb), con Cereda costretto a chiamare il timeout, Regin e compagni in seguito riescono a contenere le folate offensive dei padroni di casa e arrivare alla prima pausa con uno svantaggio ancora colmabile. Il coach ticinese decide così di riunire gli stranieri d’attacco e spostare Zwerger al fianco di Pestoni e Grassi.

Il tempo centrale è decisamente un’altra musica. I ticinesi non solo imbrigliano la formazione di Törmänen, ma creano anche molti più pericoli rispetto agli avversari. Il punto di McMillan, in powerplay al 29’, è spettacolare: pregevole il movimento del canadese, magnifico l’assist di un ispirato Bürgler. Lo svittese è anche all’origine del punto del pareggio, siglato da Heim al 39’05’’. Un risultato meritato e sacrosanto per i sopracenerini.

La prima parte della terza frazione si sviluppa invece sui binari dell’equilibrio: poche le opportunità da rete con le squadre molto attente. Però negli ultimi 8’ i padroni di casa alzano sensibilmente il ritmo: l’Ambrì si difende con grinta, ma al 57’ deve alzare bandiera bianca. In superiorità numerica è l’ex di turno Fabio Hofer a consegnare il successo pieno ai bernesi. «In questo momento il dio dell’hockey sta guardando da un’altra parte», dice Luca Cereda a fine gara. «Dobbiamo continuare a insistere perché prima o poi il vento girerà, e i nostri sforzi verranno ripagati».

Di sicuro, a Bienne l’Ambrì è stato bravo a non scomporsi dopo l’entrata in materia negativa. «Siamo stati un po’ timorosi dopo aver incassato la prima rete, poi però siamo stati bravi a reagire: il secondo periodo è stato molto bello», aggiunge il coach. A pesare sul risultato anche alcune penalità un po’ dubbie, tra cui una al 58’ a Zwerger, per proteste. «Non so cosa abbia detto agli arbitri, ma non voglio parlare della direzione di gara. Abbiamo assistito ad alcuni episodi abbastanza dubbi già nelle ultime partite, e anche in questo senso siamo un po’ in debito». Incoraggiante la prova di Kozun, ma ancora una volta a pesare come un macigno sulla testa del canadese è quella grossa occasione non sfruttata al 25’. «Penso sia una questione mentale: gli ci vorrebbe una rete per sbloccarsi. A partire dal secondo tempo ha giocato bene, ha vinto duelli, ha bloccato tiri, e se continua così la fortuna girerà dalla sua parte. Deve continuare a insistere».

Tra le note positive, il gol in powerplay di McMillan. «È stato una buona superiorità numerica: già prima della rete avevamo creato due chance. Quando ci sono questi momenti bisogna anche sapersi divertire e non sentire troppo la pressione». Poi, nell’assalto finale, a 3’’ dalla sirena, evidentemente senza essersi accorto di ciò che indicava il cronometro, Hietanen invece di tirare ha passato il disco a Zwerger nell’angolo, togliendo di fatto l’ultima possibilità ai suoi. «Cosa ho pensato io? Quello che hanno pensato tutti: tira!» conclude Cereda, il quale ha però poco da rimproverare ai suoi. «Lo sforzo è stato buono, eccezion fatta per i primi minuti: si tratta di continuare per portare i rimbalzi dalla nostra parte. A me questa partita dà fiducia e dà voglia di sfidare stasera lo Zugo in casa. Dobbiamo andarci a prendere quello che abbiamo seminato in queste ultime uscite».

HOCKEY: Risultati e classifiche

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved