HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP 10 HOCKEY MANAGER
1
LucHC Lions
1647
2
AmStars
1630
3
numenumeBiel
1588
4
EHL Wolves
1578
5
Futti
1569
6
Bidus
1560
7
Egetswiler Flyers
1559
8
Sparta Becherovka
1558
9
Topshelfers
1557
10
KISS of DEATH
1556
ULTIME NOTIZIE Sport
hockey
10 ore

L’Ambrì si prende due punti e ferma il Rapperswil

I biancoblù tornano al successo: sangallesi sconfitti 4-3 al supplementare alla Gottardo Arena.
hockey
10 ore

Il Lugano ritrova compattezza e la vittoria a Bienne

Con una rete per tempo i bianconeri espugnano la Tissot Arena e vendicano la sconfitta subita ieri con il Kloten
FORMULA 1
15 ore

Singapore, nona pole stagionale per Leclerc

Il monegasco scatterà davanti a Perez e Hamilton. Giallo Verstappen (solo ottavo), probabili problemi alla benzina che stava... per finire.
motociclismo
17 ore

Prima pole in MotoGP per Marco Bezzecchi

Tris Ducati in prima fila. Il pilota italiano della VR46 scatterà davanti a Jorge Martìn e Francesco Bagnaia.
Hockey
17 ore

Marco Müller (Hcl) fuori fra le due e tre settimane

La decisione dopo gli esami strumentali per valutare l’infortunio riportato nel corso della partita alla Cornèr Arena contro il Kloten
Hockey
23 ore

Ambrì-Piotta in emergenza infortuni: arriva Dario Wüthrich

Il difensore in prestito al club leventinese fino alla fine di dicembre: già a disposizione con la partita contro il Rapperswil
hockey
1 gior

A Lugano tornano le luci spente. ‘Cambiamo registro’

Cornèr Arena espugnata (per la terza volta) anche dal neopromosso Kloten. Herburger: ‘Dopo il derby pensavamo di aver intrapreso la strada giusta’.
HCL
1 gior

A Lugano si chiude tra i fischi. Con la vittoria del Kloten

Dopo le buone impressioni nel derby, i bianconeri cadono di fronte agli Aviatori, che alla Cornèr Arena centrano il loro primo successo stagionale
BOXE
1 gior

Colombia, morire sul ring a venticinque anni

Luis Quiñones non ce l’ha fatta: aveva combattuto sabato per il titolo nazionale dei pesi superleggeri, è morto a causa di un trauma cranico encefalico
Tennis
1 gior

Sofia, Hüsler non si ferma: sfiderà Musetti in semifinale

Numero uno elvetico dopo il ritiro di Federer, il ventiseienne mancino zurighese elimina il polacco Majchrzak dopo aver saputo cancellare due matchpoint
CALCIO
1 gior

Cornaredo, un fortino da tornare a difendere

Il Lugano riprende il cammino in Super League ospitando il Servette, rivelazione di inizio stagione. Assenti, tra gli altri, Bottani e Celar
FORMULA 1
1 gior

La Red Bull sfora il budget cap, a Singapore scoppia la bomba

In regola, invece, Ferrari e Mercedes. Occorrono regole più chiare e semplici. Intanto, Verstappen potrebbe diventare campione del mondo già domenica
26.11.2021 - 22:05

L’Ambrì per un soffio s’arrende al Bienne

Dopo un pessimo avvio i leventinesi di Luca Cereda riescono a rimontare, ma nel finale arriva la rete decisiva di Hofer per il 3 a 2 definitivo.

l-ambri-per-un-soffio-s-arrende-al-bienne
Damien Brunner a tu per tu con Damiano Ciaccio (Keystone)

L’Ambrì si presenta a Bienne senza l’infortunato Burren, al suo posto in difesa c’è Pezzullo. In porta confermato Ciaccio e D’Agostini è lo straniero in soprannumero, mentre i bernesi devono sempre fare a meno di Fey, Sallinen e Hischier, e a difesa della gabbia c’è Van Pottelberghe.

I padroni di casa provano subito a spingere e si rendono minacciosi con Schneeberger e Rajala. La rete non si fa attendere troppo: dopo nemmeno 5’ Kessler, che gode di troppa libertà, infila Ciaccio. Sullo slancio è poi Haas a sfiorare il raddoppio in ben due circostanze. I padroni di casa imperversano, al settimo arriva il raddoppio di Rathgeb. Cereda chiama il timeout nel tentativo di svegliare i suoi. L’Ambri prova a reagire e crea un primo pericolo con Isacco Dotti. Dopo altre azioni bernesi è Pezzullo a colpire il palo al 13’. L’Ambrì è nella seconda parte di tempo decisamente più attivo, Van Pottelberghe è bravo a fermare un tiro di Bürgler al 17’. Il risultato di 2 a 0 alla fine dei primi 20’ rispecchia bene l’andamento della contesa.

Nel secondo periodo Cereda riunisce gli stranieri d’attacco nello stesso blocco, mentre Zwerger va al fianco di Pestoni e Grassi. Kozun al 25’ da posizione favorevole fallisce una grossa chance. Dall’altra parte è invece Brunner a mancare la terza segnatura. Al 29’ in powerplay McMillan finalizza bene una pregevole combinazione e riporta sotto i biancoblù. Magnifico nella circostanza l’assist di Bürgler. La gara ora diventa avvincente. L’Ambrì supera indenne 2’ con l’uomo in meno e quando ritrova la completezza numerica in mischia con Zwerger e Grassi sfiora il pareggio. Pareggio che arriva al 40’ grazie ad Heim, abile a infilare Van Pottelberghe. Per i biancoblù è una rimonta meritata, figlia di un’ottima frazione centrale.

Al 43’ il Bienne può giocare in superiorità numerica, ma il boxplay ticinese svolge un lavoro egregio. Al 46’ bella deviazione di Froidevaux, Ciaccio è abile a opporsi. È una delle rare opportunità da gol nella prima parte del terzo tempo. Attorno al 52’ Brunner e compagni alzano il ritmo, ma la difesa sopracenerina se la cava. In particolare sono Cunti e Künzle a far venire i brividi a Ciaccio. Quello bernese è un assedio, favorito anche da un nuovo powerplay che porta Hofer al punto del 3 a 2 al 57’. A complicare ulteriormente le cose arriva una penalità contro Zwerger per proteste. I leventinesi superano il boxplay e sul finale si ritrovano a loro volta in powerplay. Cereda toglie Ciaccio, ma l’assalto finale non porta frutti e così il Bienne può festeggiare.

Bienne - Ambrì Piotta (2-0 0-2 1-0) 3-2
Reti:
4’39’’ Kessler (Lööv) 1-0. 6’18’’ Rathgeb 2-0. 28’30’’ McMillan (Bürgler/esp. Grossmann) 2-1. 39’05’’ Heim (Bürgler) 2-2. 56’27’’ Hofer (Rathgeb, Kessler/esp. Zaccheo Dotti) 3-2.
Bienne: Van Pottelberghe; Rathgeb, Lööv; Yakovenko, Grossmann; Schneeberger, Forster; Stampfli, Delémont; Hügli, Haas, Rajala; Brunner, Cunti, Künzle; Kessler, Froidevaux, Hofer; Kohler, Schläpfer, Garessus.
Ambrì Piotta: Ciaccio, Hietanen, Isacco Dotti; Fohrler, Zaccheo Dotti; Hächler, Fischer; Pezzullo; Trisconi, Kostner, Bianchi; Bürgler, Heim, Kneubuehler; Kozun, Regin, Zwerger; Pestoni, Grassi, McMillan; Incir.
Arbitri: Tscherrig, Fluri; Fuchs, Duc.
Note: 5’624 spettatori. Penalità: Bienne 4 x 2’. Ambrì 6 x 2’. Tiri: 31-26 (12-8, 7-16, 12-2). Bienne senza Fey, Tanner, Hischier, Korpikoski, Sallinen (infortunati) e Karaffa (malato). Ambrì privo di Fora, Burren (infortunati), D’Agostini e Dal Pian (in soprannumero). Al 05’40’’ palo di Haas, al 12’25’’ palo di Pezzullo. Al 06’18’’ timeout Ambrì, al 55’47’’ timeout Bienne. Ambri dal 58’’32’’ senza portiere. Premiati come migliori in pista Rathgeb e Heim.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved