KHACHANOV K. (RUS)
0
NADAL R. (ESP)
2
3 set
(3-6 : 2-6 : 1-0)
KHACHANOV K. (RUS)
0
NADAL R. (ESP)
2
3 set
(3-6 : 2-6 : 1-0)
pouliot-rovina-il-sabato-sera-all-ambri-di-cereda
Il ginevrino Karrer cerca di anticipare Kneubuehler (Ti-Press)
HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP 10 HOCKEY MANAGER
1
Maxim la biere
9121
2
TrigoAce1
9029
3
25 Francs trop cher
8535
4
Iselis Punktebuebe
8520
5
Wild Hogs
8335
6
BalaBala
8324
7
Team Gobbi
8263
8
TrigoAce2
8260
9
ADTC
8231
10
Gep Flyers II
8229
ULTIME NOTIZIE Sport
Sci freestyle
4 ore

Forse non c’è più, il sogno a testa in giù di Nicole Gasparini

La mancata qualifica per Giochi di Pechino è un brutto colpo per la 24enne di Cadro, troppo spesso colpita dagli infortuni nella sua carriera sulle gobbe.
SCI ALPINO
5 ore

Per Kryenbühl il cerchio si è finalmente chiuso

A un anno esatto dalla terribile caduta sul salto finale, lo svittese è tornato sulla Streif di Kitzbühel. Non senza una buona dose di ansia
Hockey
17 ore

È la fine del Sonderfall Ticino. ‘Siamo stati ascoltati’

Lugano e Ambrì non sono più un’eccezione nel panorama nazionale. Marco Werder: ‘C’è felicità per una decisione che ricrea equilibrio con gli altri club’
Hockey
18 ore

Ad Ambrì senza limitazioni per l’anniversario di Coppa

In una pista di nuovo piena e gli spalti aperti, sabato contro il Davos i biancoblù celebreranno lo storico successo ottenuto nel gennaio 1962 sul Villars
Hockey
18 ore

‘Niente è scontato finché non hai la conferma in tasca’

Dodici anni dopo Sannitz, con Fora (e Simion) il Ticino torna a calcare la ribalta del torneo olimpico maschile di hockey
CALCIO
21 ore

Campana fa le valigie e torna al Wolverhampton

Il giovane ecuadoriano lascia il Grasshopper deluso dal poco tempo di gioco trovato in maglia biancoblù. Per lui, 15 presenze e tre reti
HOCKEY
21 ore

Recuperi: il Lugano in febbraio, l’Ambrì in marzo

Fissate le date di sei incontri. Bianconeri a Rapperswil il 23, biancoblù in casa con il Friborgo l’8 e a Berna il 9
CALCIO
22 ore

Giro di vite della Fifa contro i prestiti di giocatori

A partire dal primo luglio entrerà in vigore un nuovo regolamento che limiterà il numero di calciatori che ogni anno posono essere girati a un altro club
TENNIS
22 ore

La calma olimpica di Daniil Medvedev

Agli Australian Open, il russo riesce a spegnere il fuoco appiccato nel terzo set da Nick Kyrgios. Fuori i britannici Murray e Raducanu
SCI ALPINO
22 ore

Nils Hintermann in evidenza sulla Streif

Lo zurighese ha chiuso la seconda discesa di prova al terzo posto. In campo femminile Lara Gut-Behrami quinta nel primo allenamento a Cortina
Tennis
1 gior

Djokovic, espulsione legittima: rischio emulazione per i no-vax

La Corte federale australiana ha pubblicato le motivazioni della decisione. Per i giudici, con la sua notorietà poteva indurre i fan a non vaccinarsi
Hockey
1 gior

Steve Moses resta ad Ambrì, Cajka va a Rapperswil

Ridiscussi i termini del prestito dell’attaccante americano. Il club segnala l’infortunio al ginocchio a Cédric Hächler
Olimpiadi
1 gior

Boicottaggi e sport ai Giochi e non solo

Olimpiadi e politica, una storia senza fine. A Pechino 22 la ritorsione sarà solo diplomatica
Sci
1 gior

La sua Vlhova fa faville, ‘ma la Fis rispetti di più le atlete’

Mauro Pini: ‘Il circuito femminile sembra la ruota di scorta. La coppa di slalom? Contenti, non appagati’. E poi Olimpiadi, pandemia e Marco Odermatt.
Calcio
1 gior

Confermati i nove anni inflitti a Robinho

La Cassazione giudica inammissibile l’istanza avanzata dai legali del calciatore brasiliano. Fu stupro di gruppo
Gallery
Pallanuoto
1 gior

Sharks in vasca con umiltà e grinta

I luganesi ai blocchi di partenza del campionato con alcune novità. Argentiero: ‘Non siamo tra i favoriti, ma vogliamo rendere la vita difficile a tutti’
20.11.2021 - 22:060
Aggiornamento : 21.11.2021 - 17:24

Pouliot rovina il sabato sera all’Ambrì di Cereda

Un gol del canadese a meno di 5 minuti dalla fine condanna i biancoblù alla sconfitta, in una serata in cui i leventinesi meritavano ben altra sorte

Anche il sabato è senza punti, per l’Ambrì di Luca Cereda, Con il tecnico biancoblù che contro il Ginevra decide di confermare il lineup della seconda parte del derby, compreso quindi Ciaccio tra i pali, con Zwerger e Regin che però sono affiancati da Kozun, rientrato in formazione a spese di D’Agostini, mentre per l’occasione il tredicesimo attaccante è Incir. Mentre sul fronte ginevrino la novità del weekend è senz’altro la presenza tra i pali di un volto ben noto in Ticino, quel Sandro Zurkirchen che la maglia dell’Ambrì l’aveva vestita per ben quattro stagioni tra il 2013 e il 2017, arrivato al Servette da Kloten per mezzo di una licenza B a causa della temporanea assenza dell’acciaccato Gauthier Descloux (il quale, secondo i piani, dovrebbe tornare in tempo per affrontare il Bienne, sabato).

Il primo tempo è combattuto e si apre subito con gli straordinari per Damiano Ciaccio, costretto a realizzare un mezzo miracolo al quarto minuto su un tentativo di Antonietti, che in mezzo allo slot più libero di così non potrebbe essere. Poi, quando la partita entra nel vivo, anche l’Ambrì si crea le sue belle opportunità per segnare, quelle capitate ad Heim, Grassi e, soprattutto, al rientrante Kozun, che a quattro minuti dalla sirena deve però prima portarsi il disco sul ‘backhand’ dopo un disco filtrante di Zwerger, e quando riesce a poi concludere Zurkirchen chiude il varco, prima che Regin provi vanamente a ribadire in rete. Il Ginevra tuttavia risponde prontamente, con due pericolosissime deviazioni volanti di Jooris davanti a Ciaccio in superiorità numerica (fuori c’è Fohrler per una trattenuta), con il puck che finisce a lato di un soffio.

La partita s’infiamma davvero però in avvio di secondo tempo. Quando dopo una penalità inflitta a Zwerger, per sgambetto, Yanick Fischer si vede spedire in panchina per una (pur involontaria) bastonata in faccia a Richard, sul cui viso c’è del sangue: gli arbitri sono così costretti a punire il difensore biancoblù con una doppia penalità minore, con i ticinesi che sono costretti a restare sul ghiaccio per 1‘32’’ a 3 contro 5. Superata brillantemente la prima difficoltà, i biancoblù incassano l’1-0 ospite (del solito Tömmernes, al 23’42’’) a quattro miseri secondi dalla fine della prima delle due penalità inflitte a Fischer. Così, sono costretti a stringere i denti per altri due minuti, superati infine senza ulteriori danni. Insomma: da quella difficilissima situazione gli uomini di Cereda escono con il minimo dei danni, oltre che rafforzati nel morale. Infatti quello dell’Ambrì è un crescendo, con il Servette che è costretto a fare i conti con una pressione sempre maggiore. Finché, meritato, arriva anche il pareggio, originato da una clamorosa leggerezza di Le Coultre, che mette un disco all’indietro senza guardare, e su quel puck s’avventa come un rapace, mettendo il puck alle spalle di ‘Zuri’ con la freddezza dello scorer. Ma non finisce lì: ci provano ancora Heim, Regin e, infine, McMillan, subito dopo un ingaggio in attacco, che sfrutta il tocchettino del solito Pestoni per liberarsi davanti al portiere, freddandolo in giravolta: è il sorpasso al 35’13’’.

E nel terzo tempo l‘Ambrì torna in pista con la stessa determinazione e continua a fare il suo gioco, ma ciò non impedisce al Ginevra di tornare in partita: capita al 50’23’’, nel bel mezzo di una penalità ingenua di Kozun, che sgambetta un avversario nel settore offensivo biancoblù, con Filppula che arriva per primo sulla respinta di Ciaccio, dopo una sberla di Tömmernes. A quel punto è tutta da rifare. Anzi: per i leventinesi le cose precipitano poco dopo, quando un altro tiro di Tömmernes rimbalza davanti a Ciaccio, e Pouliot ribadisce in rete. Cereda a quel punto le prova tutte: prima il timeout, poi a due minuti dal termine toglie Ciaccio, ma è tutto inutile.

Ambrì Piotta - Ginevra Servette (0-0 2-1 0-2) 2-3
Reti:
23’42’’ Tömmernes (Vatanen/esp. Fischer) 0-1. 29’26’’ Pestoni 1-1. 35’13’’ McMillan (Pestoni, Grassi) 2-1. 50’23’’ Filppula (Tömmernes/esp. Kozun) 2-2. 55’23’’ Pouliot 2-3.
Ambrì Piotta: Ciaccio; Zaccheo Dotti, Isacco Dotti; Fohrler, Fischer; Burren, Hietanen; Hächler; Trisconi, Kostner, Bianchi; Kozun, Regin, Zwerger; Bürgler, Heim, Kneubuehler; Pestoni, Grassi, McMillan.
Ginevra Servette: Zurkirchen; Karrer, Tömmernes; Vatanen, Le Coultre; Maurer, Jacquemet; Smons; Vermin, Filppula, Vermin; Moy, Jooris, Patry; Pouliot, Richard, Vouillamoz; Antonietti, Berthon, Riat.
Arbitri: Lemelin (Usa), Staudenmann; Progin, Duarte.
Note: 6‘616 spettatori. Penalità: 8 x 2’ contro l’Ambrì Piotta; 5 x 2’ contro il Ginevra Servette. Tiri: 31-34 (8-9, 11-12, 12-13). Ambrì privo di Fora e Pezzullo (infortunato), D’Agostini e Dal Pian (in soprannumero). Prima della partita omaggiato Elias Bianchi per le sue cinquecento partite con la maglia dell’Ambrì. Al 57’21’’ timeout chiesto dall’Ambrì. Ambrì senza portiere dal 58’03 al 60’. Premiati a fine partita Inti Pestoni e Sandro Zurkirchen.

HOCKEY: Risultati e classifiche

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved