BOS Bruins
1
Detroit Red Wings
2
fine
(0-0 : 0-1 : 1-1)
FLO Panthers
5
WAS Capitals
4
fine
(1-2 : 0-2 : 4-0)
NJ Devils
2
SJ Sharks
5
fine
(0-1 : 0-3 : 2-1)
MIN Wild
5
ARI Coyotes
2
3. tempo
(1-1 : 3-0 : 1-1)
NAS Predators
6
COB Jackets
0
3. tempo
(3-0 : 2-0 : 1-0)
STL Blues
3
TB Lightning
3
3. tempo
(0-3 : 2-0 : 1-0)
DAL Stars
2
CAR Hurricanes
0
2. tempo
(1-0 : 1-0)
LA Kings
ANA Ducks
04:30
 
BOS Bruins
1
Detroit Red Wings
2
fine
(0-0 : 0-1 : 1-1)
FLO Panthers
5
WAS Capitals
4
fine
(1-2 : 0-2 : 4-0)
NJ Devils
2
SJ Sharks
5
fine
(0-1 : 0-3 : 2-1)
MIN Wild
5
ARI Coyotes
2
3. tempo
(1-1 : 3-0 : 1-1)
NAS Predators
6
COB Jackets
0
3. tempo
(3-0 : 2-0 : 1-0)
STL Blues
3
TB Lightning
3
3. tempo
(0-3 : 2-0 : 1-0)
DAL Stars
2
CAR Hurricanes
0
2. tempo
(1-0 : 1-0)
LA Kings
ANA Ducks
04:30
 
un-martedi-firmato-inti-quello-e-tra-i-miei-gol-piu-belli
Ti-Press/Crinari
‘Zwerger e Grassi mi rendono la vita abbastanza facile’
HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP 10 HOCKEY MANAGER
1
TrigoAce1
6448
2
LHC Bombers
6055
3
HC Aspi Capitals
6049
4
Maxim la biere
5933
5
25 Francs trop cher
5914
6
Iselis Punktebuebe
5796
7
TrigoAce2
5795
8
Pastelitos de Guayaba
5782
9
Metallurg Bangitonov
5728
10
HC VIEILLE POIRE A BOTZI AOP
5705
ULTIME NOTIZIE Sport
Hockey
4 ore

Un Lugano da 3 su 4. ‘Certo che quando si è al completo...’

Grazie a Carr, ma non solo, i bianconeri mettono sotto il Servette. Samuel Guerra: ‘E ora il gioco di transizione è tutta un’altra cosa’
Hockey
4 ore

La gioia di Cereda: ‘La squadra ha accettato di soffrire’

Il coach biancoblù si complimenta con i suoi per la reazione sul ghiaccio di Zugo. ’Non ci siamo fatti prendere dal panico, è stata questa la chiave’
Hockey
6 ore

Ambrì Piotta, la rivincita è servita

I biancoblù espugnano Zugo (4-3) al termine di un’ottima prova. In rete anche Hietanen e D’Agostini
Hockey
6 ore

L’abnegazione, la pazienza e poi la mira di Daniel Carr

Quarantasette minuti senza reti, poi lo show del canadese del Lugano, la cui doppietta spegne definitivamente i sogni di gloria del Ginevra Servette
Gallery
Calcio femminile
8 ore

La Svizzera ne rifila sette alla Lituania

La Svizzera consolida il primo posto in un girone in cui le avversarie più temibili sono le Azzurre, impostesi 5-0 ai danni della Romania
Sci
9 ore

Quarantena per chi vien dal Canada, gare di St. Moritz a rischio

Con le nuove disposizioni dell’Ufficio federale della sanità pubblica i due superG potrebbero saltare. Gli organizzatori sperano in un’eccezione
Rugby a 7
9 ore

I 7 Sirs in dicembre al prestigioso Dubai7s

Un po’ di Svizzera italiana al più importante torneo internazionale di rugby a sette, unitamente all’altrettanto famoso Hong Kong Sevens
Sci di fondo
9 ore

Cologna salta Lillehammer per allenarsi a Davos

Il 35enne grigionese non sarà presente il prossimo weekend per la tappa norvegese di Cdm e si concentrerà sull’appuntamento casalingo dell’11-12 dicembre
Calcio
10 ore

Con l’Yb sfida d’alta quota, ‘ma dobbiamo rimanere umili’

Lugano domani a Berna contro i campioni svizzeri, che non stanno brillando. Il mister bianconero Croci-Torti: ‘Attenti a non peccare di presunzione’
Tiri liberi
12 ore

Dal carro di Carnevale al palazzetto dello sport

Il ‘sì’ uscito dalle urne sancisce la realizzazione di una struttura che sarà all’altezza delle esigenze sportive e al passo con i tempi
Calcio regionale
19 ore

Team Ticino, i risultati del weekend

Vincono l’Under 21 e l’Under 15, pesante sconfitta per l’Under 18 a Ginevra
Calcio
1 gior

Lionel Messi asso pigliatutto: settimo Pallone d’Oro

L’argentino preferito a Robert Lewandowski. Migliore squadra il Chelsea, miglior portiere Gianluigi Donnarumma, migliore giocatrice Alexia Putellas.
Basket
1 gior

Swiss Basketball, una commissione etica dopo il caso Elfic

Il vicepresidente Claudio Franscella illustra i passi della federazione. ‘Decideremo anche quali sanzioni, se del caso, adottare’
Gallery
Pugilato
1 gior

Vincente e con il sorriso: ‘Richi’ Silva il ring lo saluta così

Il professionista ticinese del Boxe Club Riazzino ha impreziosito la ‘Faido Boxing Night’ con un successo ai punti ai danni del georgiano Rati Migriauli
Hockey
 
20.10.2021 - 00:150
Aggiornamento : 15:35

Un martedì firmato Inti. ‘Quello è tra i miei gol più belli’

Sotto 2-0 dopo venticinque minuti, l’Ambrì torna in superficie e affossa il Losanna. In una serata in cui c’è curiosità per Frolik, ma la star è Pestoni

Ambrì – Ci mette del suo, Inti Pestoni. Eccome. Con due gol uno più bello (e importante) dell’altro. Nella serata in cui alla Gottardo Arena c’è soprattutto curiosità per il debutto dell’ex stella dei Montreal Canadiens, quel Michael Frolik che il coach del Losanna John Fust butta subito nella mischia visto il perdurare dell’assenza di Cory Emmerton, uno che da queste parti tutti conoscono benissimo. Invece, in pista la vera star è il topscorer biancoblù, che trascina di peso la sua squadra verso la sua vittoria numero cinque delle ultime otto uscite. Sinonimo di sesto posto in classifica.

È l’esito trionfale di una serata che, però, per Luca Cereda e i suoi ragazzi non sembra cominciare esattamente nel migliore dei modi. Non solo per quello 0-2 dopo venticinque minuti, a dimostrazione della superiorità di un Losanna più determinato e aggressivo, e che riesce a colpire già dopo quattro minuti, quando Guillaume Maillard trova un tiro angolatissimo su cui Damiano Ciaccio, con la visuale coperta, non può proprio arrivare. L’Ambrì, invece, eccezion fatta per gli ultimi cinque minuti di quel periodo, fatica ad essere se stesso. Lo si capisce bene al 24’30’’, quando Barberio butta a casaccio un disco in avanti, ma nonostante siano loro in vantaggio sull’accorrente Jäger, i due difensori finiscono col perdere il disco, e lo stesso generosissimo Jäger riesce ancora a trovare il tempo per piazzarsi al centro e deviare imparabilmente un appoggio di Frick dalla blu.

Quello, però, è soltanto un episodio. In una serata che in men che non si dica si trasforma da un martedì qualunque in un martedì trionfale. Con l’Ambrì che cambia pelle, e pure faccia dopo che Luca Cereda opta per uno scambio nel lineup tra il rientrante Peter Regin e Noele Trisconi. La scintilla che accende il motore è un puck caparbiamente recuperato dietro la gabbia di Stephan dal centro danese, che serve a Burren il disco per l’1-2 al 27’20’’. E quando, tre minuti dopo, Inti Pestoni s’inventa un gol d’antologia, piazzando il disco (in backhand, oltretutto) nell’unico posto in cui avrebbe potuto battere il portiere vodese da quella posizione, i cinquemilaseicento e rotti della Gottardo Arena balzano in piedi. Consci che, a quel punto, è tutta un’altra partita.

Che l’Ambrì riesce a vincere grazie all’energia e alla determinazione che mette in pista in un terzo tempo che è una battaglia. Decisa da Inti Pestoni, certo, che segna il suo secondo gol al terzo tiro in porta della serata, ma dopo il lavoro preparatorio di Grassi e Zwerger, che tagliano fuori quattro avversari prima di scaricare il puck al topscorer. Quel gol di vantaggio alla fine basta e avanza. In un finale concitato e difficile, in cui bisogna anche soffrire, proprio come piace a questo Ambrì.

‘Sono anni che studio i video sul web’

Se c’è un gol importante in Ambrì-Losanna è senza dubbio quello di Yannick Burren, che al 27’20’’ riapre improvvisamente la partita con un tiro su cui Tobias Stephan non può arrivare. «Abbiamo iniziato la partita con eccessiva nonchalance: per qualche inspiegabile motivo non eravamo pronti – racconta il difensore arrivato quest’anno da Berna –. Tuttavia, nel secondo tempo abbiamo cominciato a giocare come sappiamo: semplice, duro, con molto pattinaggio. Quando vinci 3-2 tutti i gol sono importanti, ma devo dire che abbiamo lavorato davvero bene in occasione dell’1-2. Al di là delle reti sapevamo che con Ciaccio in porta avevamo un portiere in grado di compiere parate determinanti, mentre agli ingaggi il ruolo di Peter Regin è stato fondamentale».

Così come fondamentale, naturalmente, è stata la doppietta di Inti Pestoni. «Quello del 2-2 è stato senz’altro uno dei gol più belli che ho fatto in carriera – racconta il topscorer ticinese dei biancoblù –. In questi anni ho guardato più volte i gol più belli che girano sul web, e guardando uno di quei video mi sono detto: be’, ci provo anche io».

Al di là della doppietta, sul 3-2 Pestoni ha servito a Zwerger un disco d’oro. «Peccato che gli è saltato sopra la paletta, altrimenti avremmo potuto soffrire meno chiudendo prima la partita. In ogni caso in linea con Zwerger e Grassi mi sento davvero bene: loro due sanno rendermi la vita abbastanza facile».

Fino al vantaggio di Pestoni, ma non solo, il terzo tempo è stato una battaglia. «Abbiamo lottato, nel terzo tempo abbiamo fatto ciò che sappiamo di dover fare: lavorare a fondo su qualsiasi disco – dice il centro Daniele Grassi –. I due gol di Inti? Erano entrambi bellissimi. Quanto invece agli inizi di partita così così, ci stiamo lavorando: dobbiamo migliorare, ma sarà un processo. Di sicuro stavolta il Losanna quand’è entrato in partita era molto più attivo di noi».

HOCKEY: Risultati e classifiche

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved