Giappone
0
Spagna
0
1. tempo
(0-0)
Costa Rica
0
Germania
0
1. tempo
(0-0)
Berna
0
Langnau
2
1. tempo
(0-2)
Losanna
0
Bienne
1
1. tempo
(0-1)
GCK Lions
1
Winterthur
1
1. tempo
(1-1)
HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP 10 HOCKEY MANAGER
1
EHC Rofels
5769
2
HC Aspi Capitals
5696
3
HC Kaski Male
5643
4
HC TUT-TUT
5576
5
Team Belozoglu
5471
6
HCbierrafeu
5470
7
LucHC Lions
5469
8
GregBeaud
5448
9
HC Klo10Flies
5436
10
Chop
5413
ULTIME NOTIZIE Sport
Calcio
1 ora

Juventus, l’Uefa indaga su violazioni del fair play finanziario

L’inchiesta della Federcalcio europea mira a verificare la corrispondenza al vero della situazione finanziaria che permise la transazione in agosto
Qatar 2022
1 ora

Per la Svizzera è giunta l’ora della verità

Contro la Serbia ci si gioca un posto agli ottavi. Le due squadre sono al completo. Sow: ‘Dobbiamo provocare più occasioni da rete’
Qatar 2022
2 ore

Il Marocco batte anche un Canada senza ambizioni ed è primo

Ziyech ed En-Nesyri regalano agli africani la loro seconda qualificazione alla fase a eliminazione diretta a un Mondiale, dopo quella del 1986
Qatar 2022
2 ore

Con un po’ di fortuna la Croazia manda a casa il Belgio

La sfida tra secondi e terzi dell’ultimo Mondiale termina 0-0 e spedisce i balcanici agli ottavi e i Diavoli rossi a casa
Sci
2 ore

Gli esami in Svizzera confermano: trauma cranico per Caviezel

Di rientro da Lake Louise, il trentaquattrenne si è sottoposto a nuovi esami che hanno convalidato la tesi canadese. Tuttavia sono previsti nuovi test
SPORTS AWARDS
3 ore

Noè, Lara e gli altri dei di Olimpia tra i finalisti di Zurigo

Anche i due ticinesi nominati per la serata di Gala dell’11 dicembre, dove verranno eletti i successori di Marco Odermatt e Belinda Bencic
Ciclismo
4 ore

I Giochi cancellano i Campi Elisi: nel 2024 arrivo a Nizza

Presentata un’anteprima dell’edizione di una Grande Boucle che sarà nell’ombra delle Olimpiadi. E che per la prima volta scatterà dall’Italia, da Firenze
Qatar 2022
7 ore

Elvedi e Sommer non si sono allenati

Entrambi raffreddati alla vigilia di Svizzera-Serbia, hanno saltato la seduta di giovedì
I mondiali dal divano
14 ore

I segreti dei suoi occhi

Le Coppe del mondo passano, i ricordi restano. Poi diventano tesori nelle nostre memorie
QATAR
21 ore

In campo c’è solo l’Argentina, avanti con Mac Allister e Alvarez

Szczesny il migliore di una Polonia che passa per il rotto della cuffia. Al Messico non basta il 2-1 sull’Arabia Saudita
FREESTYLE
1 gior

Marco Tadé infortunato in Finlandia durante un allenamento

Il 26enne ticinese, già rimpatriato e ospedalizzato a Lugano, ha subito la rottura di quattro costole, di una clavicola e la perforazione di un polmone
QATAR 2022
1 gior

L’Australia raggiunge la Francia negli ottavi di finale

I ‘socceroos’ superano una deludentissima Danimarca con un gol di Leckie. Nell’altra partita, vittoria inutile della Tunisia
Calcio
1 gior

Pelé di nuovo ricoverato

O’Rey, che è malato di cancro, sarebbe in condizioni critiche
CICLISMO
1 gior

Remco Evenepoel al Giro, per lui niente Tour

Il campione del mondo belga ha fatto la sua scelta, anche in considerazione del fatto che in Italia avrà a disposizione 70 km a cronometro
CICLISMO
1 gior

Morto Davide Rebellin, investito in bicicletta da un camion

Il dramma nel comune di Montebello Vicentino. Il 51enne italiano aveva chiuso la carriera nel 2022, dopo aver vinto Freccia (3 volte), Liegi e Amstel
Qatar 2022
1 gior

In silenzio Xhaka e Shaqiri

L’Asf, per evitare qualsiasi polemica coi serbi, impedisce di parlare ai due protagonisti della sfida di quattro anni fa
19.10.2021 - 22:07

Ambrì, ritorno al successo con l’Inti Pestoni show

Sotto di due reti dopo venticinque minuti, i biancoblù tornano a galla e sconfiggono il Losanna grazie a un gol di Burren e alla doppietta del topscorer

ambri-ritorno-al-successo-con-l-inti-pestoni-show
Baumgartner prende la mira, ma Ciaccio ha già chiuso sul primo palo (Ti-Press/Crinari)

Tra Ambrì e Losanna la vera star è Inti Pestoni. In una serata in cui John Fust per la prima volta può schierare la sua nuova stella, quel Michael Frolik fresco di taglio dai Montreal Canadiens dopo il ‘camp‘ estivo, e in un primo tempo non particolarmente entusiasmante sono proprio gli ospiti ad aprire le marcature, al 4’18’’, quando Maillard sorprende un coperto Damiano Ciaccio (preferito per l’occasione a Benjamin Conz) con un tiro angolatissimo. Eppure la primissima occasione del match se la crea l’Ambrì, subito nel primo minuto, con il confermatissimo Matt D’Agostini, schierato per la terza volta di fila da Luca Cereda, anche a causa dell’assenza di Kozun (sempre ammalato) che serve un puck in mezzo a Trisconi, il quale però non riesce a concludere. Nonostante un occasione capitata a Bürgler – prontissimi i riflessi di Tobias Stephan – nella prima parte del primo periodo è il Losanna a fare la partita, e al 13’16’’ i vodesi colpiscono anche un palo, con Gernat, dalla distanza. Gli ultimi cinque minuti però sono dell’Ambrì, che appare più deciso ed efficace, e dopo aver sfiorato il pareggio con una clamorosa occasione sull’asse McMillan-Hietanen, con il povero Glauser che si vede arrivare addosso nel proprio terzo ben tre biancoblù, nel finale anche Fora arriva a un soffio dall’1-1, dopo un dribbling riuscito di Zwerger, con Stephan che però risponde in tuffo con il guantone.

Nel secondo tempo, però, l‘inizio è di marca vodese. E il secondo gol ospite, al 24‘30’’, è emblematico: Barberio butta a casaccio un disco in avanti, ma Hietanen e Burren, nonostante siano in vantaggio sull’accorrente Jäger, quel puck finiscono per perderlo, poi dalla linea blu Frick mette un disco nello slot che lo stesso Jäger riesce ancora a toccare alle spalle di Ciaccio. Il raddoppio ospite, però, non spegne i biancoblù. Che neanche tre minuti dopo tornano in partita: grande lavoro dell’Ambrì dietro la porta di Stephan, e dopo aver riguadagnato il disco Regin serve il piazzatissimo Burren, che ha tutto il tempo per prendere la mira e far secco il portiere ospite. Quello è l’attimo che l’Ambrì aspettava, e da quell’episodio i biancoblù traggono l’energia per capovolgere la situazione: improvvisamente è il Losanna a non capirci nulla, e mentre i vodesi dubitano l’Ambrì spinge: prima la clamorosa occasione di Zweger al ventottesimo minuto, poi l’invenzione di Pestoni, che al 30’57’’ fa esplodere la pista con un backhand sotto l’asta, sul primo palo. E poco dopo, un’altra penalità sul conto degli ospiti, per un ‘late hit’ di Glauser, sembra l’occasione più propizia per affondare il colpo. Invece no: smaltita quell’inferiorità numerica senza soffrire, è il Losanna a tornare a premere, schiacciando l’Ambrì nel proprio terzo, in un’azione che si concluse con un tiro sul palo di Gernat, al 35’58’’. E poco dopo Ciaccio deve superarsi per sbarrare la strada a Kenins. Il risultato, però, non si sblocca.

Così a decidere tutto è il terzo tempo. In cui l’Ambrì si mette subito a lavorare, cercando di mettere sotto pressione Tobias Stephan. Il pericolo più grande, però, lo corrono i biancoblù, con un tiro di Heldner che al 42’20’’ si frantuma sul palo (ed è addirittura il terzo colpito dai romandi). In un epilogo di contesa in cui si lotta sul serio per ogni disco, e dove a illustrarsi è ancora una volta Inti Pestoni: Zwerger entra nel terzo sulla destra, e con l‘aiuto di Grassi attira a sé quattro avversari, servendo poi il topscorer biancoblù, che si avvicina allo slot e con calma olimpica trafigge Stephan con un tiro di polso: è il gol del sorpasso al 51’47’’. Pestoni che, poi, qualche minuto offre un assist al bacio per Zwerger, che a porta praticamente vuota manca il quarto gol. Che, però, non servirà. Per un Ambrì che chiude la serata stringendo i denti, in doppia inferiorità numerica, con il Losanna a porta vuota e Grassi in panchina per uno sgambetto.

Ambrì Piotta - Losanna (0-1 2-1 1-0) 3-2
Reti: 4’18’’ Maillard (Barberio) 0-1. 24’30’’ Jäger (Frick) 0-2. 27’20’’ Burren (Regin, McMillan) 1-2. 30’57’’ Pestoni (Zwerger/esp. Kenins) 2-2. 51’47’’ Pestoni (Zwerger, Grassi) 3-2.
Ambrì Piotta: Ciaccio; Fora, Isacco Dotti; Hietanen, Burren; Fohrler, Zaccheo Dotti; Fischer, Hächler; Trisconi, D’Agostini, McMillan; Zwerger, Grassi, Pestoni; Bürgler, Heim, Kneubuehler; Dal Pian, Regin, Bianchi.
Losanna: Stephan; Heldner, Frick; Gernat, Glauser; Barberio, Genazzi; Marti; Frolik, Berschy, Kenins; Sekac, Jäger. Bozon; Baumgartner, Maillard, Douay; Arnold, Krakauskas, Holdener.
Arbitri: Stolc (A), Dipietro; Fuchs, Duarte.
Note: 5’631 spettatori. Penalità: 3 x 2‘ contro entrambe le squadre. Tiri: 30-34 (7-12, 15-12, 7-9). Ambrì Piotta privo Kostner (infortunato) e Kozun (ammalato); Losanna senza Fuchs, Riat, Almond ed Emmerton (tutti infortunati). Pali: 13’16’’ Gernat, 31’58’’ Gernat, al 42’40’’ Heldner. Losanna senza portiere dal 59‘06’’ al 59’44’’ e dal 59’40’’ al 60’. Al 59’36’’ timeout chiesto dal Losanna. Premiati a fine partita, quali migliori giocatori in pista, Inti Pestoni e Ken Jäger.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved