Torino
0
Roma
2
1. tempo
(0-2)
Kazakistan
3
Slovacchia
4
3. tempo
(2-1 : 0-3 : 1-0)
Lettonia
3
Austria
3
3. tempo
(0-0 : 3-2 : 0-1)
ambri-ritorno-al-successo-con-l-inti-pestoni-show
Baumgartner prende la mira, ma Ciaccio ha già chiuso sul primo palo (Ti-Press/Crinari)
HOCKEY
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
hockey
19 min

Jonas Siegenthaler, il tailandese dell’hockey

Il 25enne difensore ci parla della sua origine e della sua avventura nordamericana. ‘Ho ingoiato tanta emme, ma alla fine ci sono riuscito’.
Calcio
1 ora

Gilardi e l’Acb ‘volano’ in Challenge League

La società granata è l’unico club di Promotion League ad aver ricevuto la licenza per la lega cadetta, che ritrova dopo 9 anni
CALCIO
2 ore

Forse non è l’uovo di Colombo, ma vale la pena provare

La Swiss Football League ha approvato il nuovo format della Super League: 12 squadre e playoff, novità suscettibili di rendere più interessante il torneo
Calcio
3 ore

L’Acb è in Challenge League: licenza concessa in seconda istanza

L’accoglimento del ricorso, unito alla rinuncia del Breitenrain, vale di fatto la promozione a prescindere dai risultati sul campo
Calcio
3 ore

Per Michele Campana ‘più drammaticità e meno partite morte’

Il direttore operativo dell’Fc Lugano e membro di comitato della Sfl commenta la riforma della Super League, passata a larga maggioranza
Hockey
3 ore

Timo Meier: ‘La fondue appenzellese? Mi dà energia per segnare’

Incontro con la star di Nhl. La delusione per la finale di Coppa persa dal San Gallo di un ragazzo profondamente attaccato alle sue radici
Hockey
3 ore

Nette vittorie per Germania e Finlandia

I tedeschi sconfiggono l’Italia 9-4, la Finlandia (con Hietanen in gol) batte la Gran Bretagna con un tennistico 6-0
Calcio
4 ore

‘Arrivare decimi e potersi giocare l’Europa non ha senso’

L’ex allenatore di, tra le altre, Lugano e Acb Davide Morandi saluta favorevolmente l’allargamento della Super League ma ne contesta la formula
Hockey
6 ore

Mikko Koskinen a difesa della porta del Lugano?

Il gigante finlandese (due metri d’altezza esatti) gioca attualmente in Nhl negli Edmonton Oilers, ma dovrebbe già aver firmato con i bianconeri
CICLISMO
6 ore

Bernal si allena, ma il suo rientro non è ancora in agenda

Il colombiano, rimasto ferito in un incidente stradale nel mese di gennaio, ha preso parte a un evento a margine del Giro d’Italia
FOOTBALL
9 ore

Terza vittoria per i Lugano Rebels, Glarona k.o.

Successo per 24-7 nel campionato di Serie C. Dopo tre trasferte consecutive, domenica i ticinesi giocheranno a Cornaredo contro i Morges Bandits
Calcio
9 ore

La Super League si allarga da 10 a 12 e aggiunge i playoff

Lo hanno deciso i 20 club della Swiss Football League durante l’Assemblea generale straordinaria di Ittigen. L’anno prossimo niente relegazione diretta
Hockey
11 ore

Angelo, il siciliano di Helsinki

Nei pressi della Ice Hall uno dei pochi emigrati italiani gestisce un ristorante e ci racconta la sua storia
atletica
12 ore

‘Impossibile paragonarla ora all’Ajla della finale olimpica’

Dopo l’infortunio di febbraio, l’allenatore dell’atleta valmaggese, Laurent Meuwly, lancia la stagione: ‘Al top agli Europei di Monaco’
Serie A
16 ore

Tra Leao e Brozovic, due stili per uno Scudetto

Il milanista è esploso mostrando doti atletiche e tecniche da potenziale campione, il croato dell’Inter si è rivelato insostituibile. Chi la spunterà?
Calcio
23 ore

Lugano vittorioso sui campioni nella serata degli addii

Nell’ultima della stagione a Cornaredo (2-1 contro lo Zurigo) salutano il club Lovric, Lavanchy, Custodio, Baumann e Yuri. Maric si ritira ma forse resta
19.10.2021 - 22:07

Ambrì, ritorno al successo con l’Inti Pestoni show

Sotto di due reti dopo venticinque minuti, i biancoblù tornano a galla e sconfiggono il Losanna grazie a un gol di Burren e alla doppietta del topscorer

Tra Ambrì e Losanna la vera star è Inti Pestoni. In una serata in cui John Fust per la prima volta può schierare la sua nuova stella, quel Michael Frolik fresco di taglio dai Montreal Canadiens dopo il ‘camp‘ estivo, e in un primo tempo non particolarmente entusiasmante sono proprio gli ospiti ad aprire le marcature, al 4’18’’, quando Maillard sorprende un coperto Damiano Ciaccio (preferito per l’occasione a Benjamin Conz) con un tiro angolatissimo. Eppure la primissima occasione del match se la crea l’Ambrì, subito nel primo minuto, con il confermatissimo Matt D’Agostini, schierato per la terza volta di fila da Luca Cereda, anche a causa dell’assenza di Kozun (sempre ammalato) che serve un puck in mezzo a Trisconi, il quale però non riesce a concludere. Nonostante un occasione capitata a Bürgler – prontissimi i riflessi di Tobias Stephan – nella prima parte del primo periodo è il Losanna a fare la partita, e al 13’16’’ i vodesi colpiscono anche un palo, con Gernat, dalla distanza. Gli ultimi cinque minuti però sono dell’Ambrì, che appare più deciso ed efficace, e dopo aver sfiorato il pareggio con una clamorosa occasione sull’asse McMillan-Hietanen, con il povero Glauser che si vede arrivare addosso nel proprio terzo ben tre biancoblù, nel finale anche Fora arriva a un soffio dall’1-1, dopo un dribbling riuscito di Zwerger, con Stephan che però risponde in tuffo con il guantone.

Nel secondo tempo, però, l‘inizio è di marca vodese. E il secondo gol ospite, al 24‘30’’, è emblematico: Barberio butta a casaccio un disco in avanti, ma Hietanen e Burren, nonostante siano in vantaggio sull’accorrente Jäger, quel puck finiscono per perderlo, poi dalla linea blu Frick mette un disco nello slot che lo stesso Jäger riesce ancora a toccare alle spalle di Ciaccio. Il raddoppio ospite, però, non spegne i biancoblù. Che neanche tre minuti dopo tornano in partita: grande lavoro dell’Ambrì dietro la porta di Stephan, e dopo aver riguadagnato il disco Regin serve il piazzatissimo Burren, che ha tutto il tempo per prendere la mira e far secco il portiere ospite. Quello è l’attimo che l’Ambrì aspettava, e da quell’episodio i biancoblù traggono l’energia per capovolgere la situazione: improvvisamente è il Losanna a non capirci nulla, e mentre i vodesi dubitano l’Ambrì spinge: prima la clamorosa occasione di Zweger al ventottesimo minuto, poi l’invenzione di Pestoni, che al 30’57’’ fa esplodere la pista con un backhand sotto l’asta, sul primo palo. E poco dopo, un’altra penalità sul conto degli ospiti, per un ‘late hit’ di Glauser, sembra l’occasione più propizia per affondare il colpo. Invece no: smaltita quell’inferiorità numerica senza soffrire, è il Losanna a tornare a premere, schiacciando l’Ambrì nel proprio terzo, in un’azione che si concluse con un tiro sul palo di Gernat, al 35’58’’. E poco dopo Ciaccio deve superarsi per sbarrare la strada a Kenins. Il risultato, però, non si sblocca.

Così a decidere tutto è il terzo tempo. In cui l’Ambrì si mette subito a lavorare, cercando di mettere sotto pressione Tobias Stephan. Il pericolo più grande, però, lo corrono i biancoblù, con un tiro di Heldner che al 42’20’’ si frantuma sul palo (ed è addirittura il terzo colpito dai romandi). In un epilogo di contesa in cui si lotta sul serio per ogni disco, e dove a illustrarsi è ancora una volta Inti Pestoni: Zwerger entra nel terzo sulla destra, e con l‘aiuto di Grassi attira a sé quattro avversari, servendo poi il topscorer biancoblù, che si avvicina allo slot e con calma olimpica trafigge Stephan con un tiro di polso: è il gol del sorpasso al 51’47’’. Pestoni che, poi, qualche minuto offre un assist al bacio per Zwerger, che a porta praticamente vuota manca il quarto gol. Che, però, non servirà. Per un Ambrì che chiude la serata stringendo i denti, in doppia inferiorità numerica, con il Losanna a porta vuota e Grassi in panchina per uno sgambetto.

Ambrì Piotta - Losanna (0-1 2-1 1-0) 3-2
Reti: 4’18’’ Maillard (Barberio) 0-1. 24’30’’ Jäger (Frick) 0-2. 27’20’’ Burren (Regin, McMillan) 1-2. 30’57’’ Pestoni (Zwerger/esp. Kenins) 2-2. 51’47’’ Pestoni (Zwerger, Grassi) 3-2.
Ambrì Piotta: Ciaccio; Fora, Isacco Dotti; Hietanen, Burren; Fohrler, Zaccheo Dotti; Fischer, Hächler; Trisconi, D’Agostini, McMillan; Zwerger, Grassi, Pestoni; Bürgler, Heim, Kneubuehler; Dal Pian, Regin, Bianchi.
Losanna: Stephan; Heldner, Frick; Gernat, Glauser; Barberio, Genazzi; Marti; Frolik, Berschy, Kenins; Sekac, Jäger. Bozon; Baumgartner, Maillard, Douay; Arnold, Krakauskas, Holdener.
Arbitri: Stolc (A), Dipietro; Fuchs, Duarte.
Note: 5’631 spettatori. Penalità: 3 x 2‘ contro entrambe le squadre. Tiri: 30-34 (7-12, 15-12, 7-9). Ambrì Piotta privo Kostner (infortunato) e Kozun (ammalato); Losanna senza Fuchs, Riat, Almond ed Emmerton (tutti infortunati). Pali: 13’16’’ Gernat, 31’58’’ Gernat, al 42’40’’ Heldner. Losanna senza portiere dal 59‘06’’ al 59’44’’ e dal 59’40’’ al 60’. Al 59’36’’ timeout chiesto dal Losanna. Premiati a fine partita, quali migliori giocatori in pista, Inti Pestoni e Ken Jäger.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
ambrì ambrì losanna ambrì piotta hcap lhc losanna national league

HOCKEY: Risultati e classifiche

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved