BOS Bruins
1
Detroit Red Wings
2
fine
(0-0 : 0-1 : 1-1)
FLO Panthers
5
WAS Capitals
4
fine
(1-2 : 0-2 : 4-0)
NJ Devils
2
SJ Sharks
5
fine
(0-1 : 0-3 : 2-1)
MIN Wild
5
ARI Coyotes
2
3. tempo
(1-1 : 3-0 : 1-1)
NAS Predators
5
COB Jackets
0
2. tempo
(3-0 : 2-0)
STL Blues
3
TB Lightning
3
3. tempo
(0-3 : 2-0 : 1-0)
DAL Stars
2
CAR Hurricanes
0
2. tempo
(1-0 : 1-0)
LA Kings
ANA Ducks
04:30
 
BOS Bruins
1
Detroit Red Wings
2
fine
(0-0 : 0-1 : 1-1)
FLO Panthers
5
WAS Capitals
4
fine
(1-2 : 0-2 : 4-0)
NJ Devils
2
SJ Sharks
5
fine
(0-1 : 0-3 : 2-1)
MIN Wild
5
ARI Coyotes
2
3. tempo
(1-1 : 3-0 : 1-1)
NAS Predators
5
COB Jackets
0
2. tempo
(3-0 : 2-0)
STL Blues
3
TB Lightning
3
3. tempo
(0-3 : 2-0 : 1-0)
DAL Stars
2
CAR Hurricanes
0
2. tempo
(1-0 : 1-0)
LA Kings
ANA Ducks
04:30
 
il-davos-non-fa-sconti-a-un-lugano-incerottato
HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP 10 HOCKEY MANAGER
1
TrigoAce1
6448
2
LHC Bombers
6055
3
HC Aspi Capitals
6049
4
Maxim la biere
5933
5
25 Francs trop cher
5914
6
Iselis Punktebuebe
5796
7
TrigoAce2
5795
8
Pastelitos de Guayaba
5782
9
Metallurg Bangitonov
5728
10
HC VIEILLE POIRE A BOTZI AOP
5705
ULTIME NOTIZIE Sport
Hockey
4 ore

Un Lugano da 3 su 4. ‘Certo che quando si è al completo...’

Grazie a Carr, ma non solo, i bianconeri mettono sotto il Servette. Samuel Guerra: ‘E ora il gioco di transizione è tutta un’altra cosa’
Hockey
4 ore

La gioia di Cereda: ‘La squadra ha accettato di soffrire’

Il coach biancoblù si complimenta con i suoi per la reazione sul ghiaccio di Zugo. ’Non ci siamo fatti prendere dal panico, è stata questa la chiave’
Hockey
6 ore

Ambrì Piotta, la rivincita è servita

I biancoblù espugnano Zugo (4-3) al termine di un’ottima prova. In rete anche Hietanen e D’Agostini
Hockey
6 ore

L’abnegazione, la pazienza e poi la mira di Daniel Carr

Quarantasette minuti senza reti, poi lo show del canadese del Lugano, la cui doppietta spegne definitivamente i sogni di gloria del Ginevra Servette
Gallery
Calcio femminile
8 ore

La Svizzera ne rifila sette alla Lituania

La Svizzera consolida il primo posto in un girone in cui le avversarie più temibili sono le Azzurre, impostesi 5-0 ai danni della Romania
Sci
8 ore

Quarantena per chi vien dal Canada, gare di St. Moritz a rischio

Con le nuove disposizioni dell’Ufficio federale della sanità pubblica i due superG potrebbero saltare. Gli organizzatori sperano in un’eccezione
Rugby a 7
9 ore

I 7 Sirs in dicembre al prestigioso Dubai7s

Un po’ di Svizzera italiana al più importante torneo internazionale di rugby a sette, unitamente all’altrettanto famoso Hong Kong Sevens
Sci di fondo
9 ore

Cologna salta Lillehammer per allenarsi a Davos

Il 35enne grigionese non sarà presente il prossimo weekend per la tappa norvegese di Cdm e si concentrerà sull’appuntamento casalingo dell’11-12 dicembre
Calcio
10 ore

Con l’Yb sfida d’alta quota, ‘ma dobbiamo rimanere umili’

Lugano domani a Berna contro i campioni svizzeri, che non stanno brillando. Il mister bianconero Croci-Torti: ‘Attenti a non peccare di presunzione’
Tiri liberi
12 ore

Dal carro di Carnevale al palazzetto dello sport

Il ‘sì’ uscito dalle urne sancisce la realizzazione di una struttura che sarà all’altezza delle esigenze sportive e al passo con i tempi
Calcio regionale
18 ore

Team Ticino, i risultati del weekend

Vincono l’Under 21 e l’Under 15, pesante sconfitta per l’Under 18 a Ginevra
Hockey
16.10.2021 - 21:510
Aggiornamento : 17.10.2021 - 16:39

Il Davos non fa sconti a un Lugano incerottato

Niente da fare alla Cornèr Arena, superati dalla compagine di Wohlwend grazie alla doppietta di Ambühl

Per la partita contro il Davos, McSorley punta su Fadani titolare (con Irving in soprannumero) e, complici le parecchie assenze (oltre agli infortunati, tra gli assenti c’è pure Walker, squalificato), su una quarta linea offensiva assemblata con i giovani: Bedolla, Cortiana e Werder. Il match che va in scena alla Cornèr Arena fatica a decollare, con le due squadre che danno vita a una lunga fase di studio reciproco evitando sbilanciamenti in avanti. Per le prime occasioni davvero tali occorre perciò attendere diversi minuti. Il primo sussulto lo porta Morini al 7’30", deviando un tiro-appoggio da poco dentro la blu di Alatalo. Ma Sandro Aeschlimann non si fa sorprendere. Il Davos sfrutta invece il suo primo vero affondo per aprire le marcature. Lo fa al 14’04" con Schmutz e la complicità di una difesa bianconera che lascia tutto lo spazio necessario al numero 37 dei grigionesi per presentarsi al cospetto di Fadani e batterlo con un polsino a salire Il gol scuote i bianconeri che, ritrovatisi meno di un minuti e mezzo dopo con l’uomo in più, fanno centro con Boedker dopo appena nove secondi di powerplay: il danese corregge un disco scagliato dalla distanza dal topscorer Fazzini. Riva, al 17’00" sfiora poi il gol del vantaggio bianconero, ma la sua bella puntata a rete non va a buon fine. Il primo tempo si chide così sul risultato di parità, tutto sommato equa per quanto visto in pista.

Nei secondi venti minuti è il Lugano a cercare la rete con maggiore insistenza, andandoci vicinissimo quando, al 28’38" una deviazione di Arcobello manda il disco a stamparsi sull’incrocio dei pali, facendo gridare al gol i tifosi bianconeri presenti. L’azione prosegue, poi alla prima interruzione gli arbitri vanno a rivedere il video decretando che il disco non è entrato. Il gol allora lo trova il Davos, con Ambühl che con un polsino trafigge Fadani, nella circostanza coperto da traffico davanti a lui.

Il terzo tempo si apre con il Lugano all’inseguimento dei gialloblù, che però, dopo appena settantun secondi di gioco, allungano ulteriormente. Ancora per mano di Ambühl, dimenticato solo soletto davanti a Fadani con la retroguardia bianconera fuori posizione, azione nata sugli sviluppi di un disco caparbiamente difeso alle assi da Prassl. Sciupate due opportunità quasi consecutive di giocare con l’uomo in più a metà del terzo periodo, per i bianconeri il tempo inizia a stringere. E quando sarebbe il momento di cercare il disperato colpo di reni, Müller rimedia una penalità per bastone alto frustrando ogni ulteriore tentativo di rientro.

Lugano - Davos (1-1 0-1 0-1) 1-3

Reti: 14’04" Schmutz (Hienen, Knak) 0-1. 15’36" Boedker (Fazzini, Alatalo/esp. Simic) 1-1. 35’40" Ambühl (Bromé, Barandun/penalità differita contro il Lugano) 1-2. 41’11" Ambühl (Dominik Egli, Corvi) 1-3.

Lugano: Fadani; Nodari, Müller; Altalo, Riva; Chiesa, Guerra; Bernd Wolf; Vedova, Thürkauf, Stoffel; Fazzini, Arcobello, Morini; Trber, Haussener, Boedker; Werder, Cortiana, Bedolla; Tschumi.

Davos: Aeschlimann; Zgraggen, Jung; Dominik Egli, Wellinger; Nygren, Heinen; Stoop, Barandun; Stransky, Rasmussen, Bromé; Ambühl, Corvi, Prassl; Simic, Nussbaumer, Frehner; Schmutz, Chris Egli, Knak.

Arbitri: Lemelin, Kaukokari; Thomas Wolf, Stalder.

Note: 4’938 spettatori. Penalità: Lugano 2 x 2’; Davos 4 x 2’. Tiri in porta: 26-32 (9-13, 9-6, 8-13). Lugano senza Bertaggia, Carr, Herburger, Josephs, Loeffel, Schlegel (tutti infortunati), Walker (squalificato) e Irving (soprannumero); Davos al completo. Al 28’34" palo colpito da Arcobello. Prima partita in Lega nazionale per il diciannovenne Gregory Bedolla. Premiati a fine partita, quali migliori giocatori in pista, Gregory Bedolla e Andres Ambühl.

HOCKEY: Risultati e classifiche

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved