Wawrinka S. (SUI)
1
MOUTET C. (FRA)
2
4 set
(6-2 : 3-6 : 6-7 : 2-2)
THOMPSON J. (AUS)
0
NADAL R. (ESP)
2
3 set
(2-6 : 2-6 : 2-2)
KONTAVEIT A. (EST)
TOMLJANOVIC A. (AUS)
18:05
 
Kazakistan
5
Italia
2
3. tempo
(2-1 : 1-1 : 2-0)
Stati Uniti
0
Repubblica Ceca
1
2. tempo
(0-1 : 0-0)
a-davos-l-ambri-piotta-dura-solo-venti-minuti
Keystone
Stoop prende il largo
HOCKEY
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
L'angolo delle bocce
9 min

A Chiasso vittorie per Eichenberger-Gianinazzi e Bianchi

Il duo dell’Ideal si è imposto nella Boccia d’oro e il rappresentante della Condor Club nell’Arte e Bocce.
basket
18 min

Il Riva è terzo. ‘E dire che per alcuni non avevamo stimoli’

Buona stagione della squadra di Valter Montini, nonostante le tante giovani in campo e qualche infortunio di troppo
Hockey
5 ore

Per il Lugano due amichevoli a Straubing

I bianconeri invitati alla Gäubodenvolksfest-Cup in Germania dal 19 al 21 agosto
Formula 1
18 ore

Verstappen e una serenità figlia (anche) della cura dei dettagli

Con la doppietta in Spagna le Red Bull hanno ripreso il comando del Mondiale ai danni di una Ferrari che ha tradito Leclerc sul più bello
Hockey
19 ore

La Svizzera e la rimonta della domenica: fanno sei su sei

Primo tempo pessimo, poi gli elvetici escono alla distanza e vincono 5-2. Ma perdono per strada Scherwey: per l’attaccante del Berna il Mondiale è finito
Calcio
19 ore

Acb, un bel successo per festeggiare la promozione

I granata, ormai certi della salita in Challenge League, battono 3-2 l’Étoile Carouge con un gol di Souza nel recupero.
Calcio
21 ore

Il Milan non trema ed è campione d’Italia!

La squadra di Pioli nell’ultima giornata di Serie A si è imposta 3-0 in casa del Sassuolo e ha chiuso il campionato con 2 punti di vantaggio sull’Inter
Calcio
22 ore

Il Manchester City è campione d’Inghilterra per l’ottava volta

Al termine di un’ultima giornata emozionante gli uomini di Guardiola si sono imposti 3-2 in rimonta sull’Aston Villa precedendo il Liverpool di un punto
CALCIO
22 ore

La stagione del Lugano si chiude con una sconfitta a Basilea

Bianconeri battuti di misura al St. Jakob al termine di una buona prestazione con una formazione largamente rimaneggiata
Hockey
23 ore

La Germania vince ancora e lancia la sfida agli elvetici

Gli uomini di Söderholm battono anche i kazaki, centrando il quinto successo di fila e mettendo pressione ai rossocrociati prima del test con la Francia
Ciclismo
23 ore

Giulio Ciccone firma il terzo successo italiano a questo Giro

Il 27enne si è imposto in solitaria nell’arrivo in quota a Cogne. Immutata la classifica generale con Carapaz che precede Hindley e Almeida.
26.09.2021 - 17:56
Aggiornamento : 18:27

A Davos l’Ambrì Piotta dura solo venti minuti

Dopo un buon primo tempo (chiuso avanti di due reti) i biancoblù subiscono la veemente rimonta dei padroni di casa, che si impongono 3-5

Il lungo digiuno dell’Ambrì Piotta in fatto di reti segnate finisce dopo novantun secondi di gioco all’Eisstadion di Davos. Dopo poco meno di 180 minuti dopo l’ultimo gol dei biancoblù (176’50” per l’esattezza). Rete che segna pure la fine del digiuno personale di Regin, al primo centro in campionato. È dunque un inizio a trazione anteriore quello dei leventinesi in quel di Davos, che dopo aver rischiato grosso su un’azione di Rasmussen dopo nemmeno un minuto di gioco (lo stesso numero 40 dei gialloblù si ripeterà qualche minuto dopo, mancando clamorosamente il bersaglio) trovano appunto la via del gol con Regin ben lanciato in verticale da Kneubuehl. Ma l’Ambrì, che in pista si presenta per la prima volta con Fischer e Pezzullo, non si accontenta, e ogni volta che si presenta dalle parti di Senn lo fa facendogli correre i brividi lungo la schiena. E il portiere del Davos capitola infatti una seconda volta già al 6’33” facendosi sorprendere da un tiro dalla media distanza di Bürgler: 0-2, risultato che non muta più fino alla prima pausa.

Il Davos però nel tempo di mezzo rimette l’ago della bilancia in perfetto equilibrio. Anzi, per quanto mostrato nei secondi venti minuti, la compagine di Christian Wohlwend va alla seconda pausa con qualche recriminazione per le occasioni non tramutate in rete. Come quell’asta colpita dalla distanza da Nygren a mezzo minuto e spiccioli dal rientro in pista. Corvi, poco dopo, sgancia Ambühl, che dimezza lo scarto per i suoi. E al 27’59” Bromé insacca un disco parato ma non trattenuto da Ciccio su precedente tiro di Corvi: il pareggio è servito. E sono ancora i padroni di casa a insistere, con i leventinesi che si limitano solo a qualche fiammata sul fronte opposto. Come quella che porta Kostner a colpire il palo al 35’50”.

Perfezionato l’aggancio, il Davos nei primi minuti del terzo tempo completa poi l’opera portandosi anche in vantaggio con Rasmussen, il più lesto a piombare su un altro disco non trattenuto da Ciaccio dopo un tentativo in due tempi di Stransky. I biancoblù però non vogliono saperne di arrendersi, e provano a restare incollati ai grigionesi. Ma la mazzata decisiva per Fora e compagni arriva a poco meno di dieci minuti dal termine, quando Corvi sigla il 4-2. Bromé su rigore (fallo d’ermergenza di Fohrler su Schmutz) porta poi i suoi sul 5-2. La forma finale allo score la dà però Isacco Dotti a meno di un minuto dal termine: 5-3.

Davos - Ambrì Piotta (0-2 2-0 3-1) 5-3

Reti: 1’31"Regin (Kneubuehler) 0-1. 6’33" Bürgler (Zwerger, Kostner) 0-2. 25’24" Ambühl (Corvi, Dominik Egli) 1-2. 26’57" Bromé (esp. Kostner) 2-2. 44’26" Rasmussen 3-2. 50’35" Corvi 4-2. 55’21" Bromé (rigore) 5-2. 59’11" Isacco Dotti 5-3.

Davos: Senn; Nygren, Jung; Dominik Egli, Wellinger; Stoop, Zgraggen; Heinen; Stransky, Rasmussen, Nussbaumer; Frehner, Corvi, Bromé; Marc Wieser, Prassl, Ambühl; Simic, Chris Egli, Schmutz; Knak.

Ambrì Piotta: Ciaccio; Fora, Isacco Dotti; Hietanen, Zaccheo Dotti; Burren, Fischer; Fohrlera, Pezzullo; Trisconi, Grassi, Bianchi; Kozun, Regin, Kneubuehler; Pestoni, Heim, McMillan; Bürgler, Kostner, Zwerger.

Arbitri: Stolc, Borga, Progin, Schlegel.

Note: 3’857 spettatori. Penalità: 3 x 2’ contro entrambe le squadre. Tiri in porta 32-28 (9-11, 11-3, 12-14). Davos senza Barandun, Paschoud, Dino Wieser (infortunati) e Ritzmann (soprannumero); Ambrì Piotta privo di D’Agostini, Dal Pian, Incir (infortunati) e Hächler (malato). Pali: 20’33" Nygren (asta), 35’50" Kostner, 43’07" Bürgler. Timeout: 49’21" Davos; 52’46" Ambrì Piotta. Premiati quali migliori in pista Dominik Egli e Dario Bürgler.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
ambrì davos davos hc ambrì piotta hockey national league

HOCKEY: Risultati e classifiche

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved