lugano-stavolta-nulla-da-fare-all-hallenstadion
Si lotta per guadagnare centimetri tra Morini e Geering (Keystone)
HOCKEY
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
hockey
10 ore

La Svizzera s’impone in scioltezza

Anche la seconda uscita mondiale sorride a Thürkauf e soci. Danimarca sconfitta 6 a 0. Un gol e tre assist di Malgin
CALCIO
13 ore

Questione di scelte. E il Lugano le azzecca tutte

Mattia Croci-Torti vince la partita a scacchi contro Peter Zeidler, Sabbatini e compagni eseguono e la Coppa Svizzera torna in Ticino
TENNIS
13 ore

A Roma la prima vittoria di Djokovic dell’anno

Il serbo ha conquistato il torneo del Foro Italico battendo in due set Stefanos Tsitsipas. Tra le donne successo di Iga Swiatek
Calcio
13 ore

I protagonisti: ‘La Coppa la vincono gli uomini veri’

Tutte le emozioni di chi ha permesso al Lugano di vincere la quarta Coppa Svizzera trionfando nella finalissima di Berna 29 anni dopo l’ultima volta
mountain bike
14 ore

A Nove Mesto Schurter è ancora sul podio. Abbandono di Colombo

Il grigionese deve accontentarsi del terzo posto nella gara vinta da Pidcock, a causa di una foratura. Costretto al ritiro il ticinese
Hockey
14 ore

L’Austria ruba un punto agli Usa, 3 punti pesanti per la Francia

Le Aquile confezionano la prima sorpresa del Mondiale, venendo sconfitte solo al 63° dagli Stati Uniti. Vittoria preziosa dei transalpini sul Kazakistan
ciclismo
14 ore

La volata a sei sul Blockhaus premia Jai Hindley

L’australiano della Bora vince davanti a Romain Bardet e Richard Carapaz. Juan Pedro Lopez perde ma salva la maglia per dodici secondi
calcio
15 ore

Grazie alla doppietta di Maurin il Chiasso vince ancora

I rossoblù di Andrea Vitali mantengono la loro imbattibilità nel 2022 e il terzo posto in classifica
basket
16 ore

Un Massagno troppo incostante a un passo dall’eliminazione

A Neuchâtel non basta il buon apporto dei fratelli Mladjan, l’Union si porta sul 2-1 grazie a una vittoria all’ultimo secondo per 71-69
Calcio
16 ore

Come nel 1993 il Lugano conquista Berna: in Coppa è un trionfo!

29 anni dopo il 4-1 rifilato al Grasshopper al Wankdorf i bianconeri si ripetono battendo con lo stesso risultato il San Gallo
motociclismo
17 ore

Bastianini si impone nel MotoGp di Le Mans

L’italiano ha preceduto Miller, Aleix Espargaro e Quartararo, che resta leader del Mondiale. In Moto2 vittoria di Aron Canet, in Moto3 di Jaume Madia
CALCIO
17 ore

Sul treno dell’esodo bianconero, tra scaramanzia e pronostici

‘Nel 1993 c’ero, voglio poter dire la stessa cosa oggi’. Oltre 9’000 tifosi partiti dal Ticino hanno invaso Berna
24.09.2021 - 22:25

Lugano, stavolta nulla da fare all’Hallenstadion

Forte di ben tre stranieri in più lo Zurigo esce alla distanza e vince per 5 reti 2. Per i ticinesi inutile il gol di apertura firmato Morini.

Il Lugano si presenta a Zurigo con soli due stranieri, contro i ben cinque dei suoi avversari, con Carr ancora assente e senza l’infortunato Josephs. Sempre out anche Loeffel, in porta c’ê Schlegel, mentre lo Zurigo deve fare a meno di Bodenmann e Hollenstein, ma ritrova Malgin e tra i pali schiera Flüeler.

L’inizio di contesa non riserva grandi emozioni. I locali hanno prevalentemente il controllo del disco, ma non sono praticamente mai pericolosi. La prima vera occasione è bianconera al 7’, Boedker ben imbeccato da Herburger fallisce a tu per tu con Flüeler. È il preludio alla rete d’apertura di Morini all’ottavo al termina di una lunga e caparbia azione offensiva. I Lions in powerplay cercano di reagire, ma la difesa luganese regge bene. Al 14’ nuova grossa chance per i bianconeri, ma Arcobello dalla corta distanza non fa centro. La miglior opportunità per i padroni di casa arriva al 16’ con Quennevile, lo straniero dello Zsc però spara fuori. Andrighetto e soci concludono la prima frazione esercitando parecchia pressione, ma Schlegel resta imbattuto.

Il secondo tempo si apre con un brivido, dopo pochi secondi Andrighetto si presenza solo davanti a Schlegel, il portiere con una prodezza salva il risultato. Il gol del pareggio è solo rinviato di poco, al 22’ Weber può esultare. In superiorità è poi Malgin a impegnare severamente Schlegel, mentre dall’altra parte è Boedker e seminare scompiglio. Poco dopo metà partita è Malgin in powerplay a colpire il palo a botta quasi sicura. Al 34’ lo Zurigo si porta avanti, a segnare è Sigrist, ma in verità si tratta di un autorete di Alatalo autore di un intervento un po’ goffo. Sullo slancio Azevedo e soci continuano a premere, i ticinesi sono messi alle strette nel loro terzo difensivo e in superiorità numerica a 8’’ dalla seconda sirena ecco il 3 a 1 di Quenneville (favorito da una deviazione nella propria porta di Müller).

Il terzo periodo vede il Lugano immediatamente con l’uomo in più sul ghiaccio, Alatalo si illustra, ma Flüeler è attento. Al 48’ Arcobello è pericoloso, il suo tiro però non sorprende l’estremo difensore locale. Più scaltro Quenneville al 50’, autore del 4-1. La sfida è decisa, il secondo gol ottenuto da Walker in powerplay al 56’ serve solo ad abbellire il risultato, prima del 5-2 finale nell’ultimo minuto di Malgin.

Zsc Lions - Lugano (0-1 3-0 2-1) 5-2
Reti: 7’56’’ Morini 0-1. 21’33’’ Weber (Krüger, Sigrist) 1-1. 33’15’’ Sigrist 2-1. 39’52’’Quenneville (esp. Thürkauf) 3-1. 49’32’’ Quenneville (Guebey, Malgin) 4-1. 55’42’’Walker (Arcobello, Fazzini/esp. Azevedo) 4-2. 59’15’’ Malgin (Andrighetto, Geering/esp. Stoffel) 5-2.
Zurigo: Flüeler; Noreau, Marti; Trutmann, Geering; Weber, Guebey; Phil Baltisberger; Chris Baltisberger, Roe, Andrighetto; Azevedo, Malgin, Quenneville; Sopa, Krüger, Sigrist; Aeschlimann, Schäppi, Pedretti
Lugano: Schlegel; Alatalo, Riva; Nodari, Müller; Chiesa, Guerra, Wolf; Fazzini, Arcobello, Stoffel; Boedker, Herburger, Morini, Bertaggia, Thürkauf, Walker; Traber, Tschumi, Vedova.
Arbitri: Lemelin (Usa), Urban; Cattaneo; Huguet.
Note: 7‘657 spettatori. Penalità: Zurigo 5 x 2’; Lugano 6 x 2’ + 1 x 10’ (Walker) + 1 x 5’ e penalità disciplinare di partita (Tschumi, al 59’53’’). Tiri: 49-38 (11-7, 28-10, 10-21). Zurigo senza Riedi, Bodenmann, Morant (infortunati), Hollenstein e Diem (malati). Lugano privo di Carr, Haussener, Loeffel, Josephs (infortunato) e Fadani (Ticino Rockets). Al 31’08’’ palo di Malgin. Al 57’17’’ timeout chiesto dal Lugano, che gioca senza portiere dal 57’27’’ al 58’13’’. Premiati come migliori in pista Sigrist e Morini

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
hallenstadion hc lugano hcl national league zsc zsc lions zurigo lugano

HOCKEY: Risultati e classifiche

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved