Canada
Svizzera
15:20
 
Austria
Finlandia
15:20
 
mondiali-di-riga-e-un-amarissimo-ritorno-a-casa
Dura, durissima da mandar giù (Keystone)
HOCKEY
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
hockey
4 ore

Thomas Bäumle, una vita tra guantoni, gambali, piste e video

L’ex portiere dell’Ambrì si occupa dei nostri estremi difensori ai Mondiali. ‘L’avvento di portieri stranieri in Svizzera? Non è ottimale, ma…’
gallery
Hockey
9 ore

Dai pascoli di Heidi al record mondiale: questo è Ambühl

L’attaccante 38enne si appresta a superare oggi il record assoluto di partite a un Mondiale. Al quale prese parte per la prima volta nel 2004
tennis
15 ore

A Wimbledon nessun punto per tennisti e tenniste

Atp e Wta hanno preso questa decisione in seguito alla scelta degli organizzatori di escludere i giocatori e le giocatrici russi e bielorussi
CICLISMO
16 ore

Démare piazza il tris a Cuneo

Il francese si è imposto in volata nella 13esima tappa. In rosa resta Juan Pedro Lopez.
Hockey
16 ore

La Slovacchia si impone di misura, la Lettonia ai rigori

Battuti rispettivamente Kazakistan e Austria per 4-3. I baltici sono ormai salvi
Formula 1
17 ore

Barcellona, dove si capisce il mondiale

Le Red Bull si presentano sul circuito spagnolo alleggerite di altri 4 kg. Per aiutare Verstappen a raggiungere Leclerc in vetta al Mondiale.
hockey
17 ore

Jonas Siegenthaler, il tailandese dell’hockey

Il 25enne difensore ci parla della sua origine e della sua avventura nordamericana. ‘Ho ingoiato tanta emme, ma alla fine ci sono riuscito’.
Calcio
19 ore

Gilardi e l’Acb ‘volano’ in Challenge League

La società granata è l’unico club di Promotion League ad aver ricevuto la licenza per la lega cadetta, che ritrova dopo 9 anni
CALCIO
19 ore

Forse non è l’uovo di Colombo, ma vale la pena provare

La Swiss Football League ha approvato il nuovo format della Super League: 12 squadre e playoff, novità suscettibili di rendere più interessante il torneo
Calcio
20 ore

L’Acb è in Challenge League: licenza concessa in seconda istanza

L’accoglimento del ricorso, unito alla rinuncia del Breitenrain, vale di fatto la promozione a prescindere dai risultati sul campo
Calcio
20 ore

Per Michele Campana ‘più drammaticità e meno partite morte’

Il direttore operativo dell’Fc Lugano e membro di comitato della Sfl commenta la riforma della Super League, passata a larga maggioranza
Hockey
20 ore

Timo Meier: ‘La fondue appenzellese? Mi dà energia per segnare’

Incontro con la star di Nhl. La delusione per la finale di Coppa persa dal San Gallo di un ragazzo profondamente attaccato alle sue radici
Hockey
21 ore

Nette vittorie per Germania e Finlandia

I tedeschi sconfiggono l’Italia 9-4, la Finlandia (con Hietanen in gol) batte la Gran Bretagna con un tennistico 6-0
Calcio
21 ore

‘Arrivare decimi e potersi giocare l’Europa non ha senso’

L’ex allenatore di, tra le altre, Lugano e Acb Davide Morandi saluta favorevolmente l’allargamento della Super League ma ne contesta la formula
03.06.2021 - 17:43
Aggiornamento : 22:18

Mondiali di Riga, è un amarissimo ritorno a casa

Tocca ai rigori decidere il quarto di finale tra la Nazionale di Fischer e la Germania, dove a fare la differenza è una trasformazione del tedesco Noebels

Si chiude ai quarti l'avventura della Svizzera di Patrick Fischer ai Mondiali di Riga. È questo il verdetto nel quarto tra Svizzera e Germania, al termine di un giovedì pomeriggio in cui Patrick Fischer può infine tornare a contare su Dario Simion, ripresosi dal suo problema fisico, con il ticinese che torna naturalmente a completare la linea di Corvi e Hofmann. Contro una Germania che sin dai primi istanti alza subito il livello della pressione, sfruttando molto il fisico oltre al suo tradizionale rigore difensivo, che gli permette sostanzialmente di avere il pieno controllo della zona neutra. La Svizzera, invece, soprattutto all'inizio sta un po' a guardare, e le occasioni in attacco sono pochissime. Alla prima, grossa opportunità, però, gli elvetici passano, grazie all'intuizione di due difensori: con il suo passaggio in profondità nel terzo, il futuro bianconero Santeri Alatalo taglia in due la difesa tedesca mentre il bernese Ramon Untersander si trasforma nel più scaltro dei cecchini prendendo tutti alla sprovvista, a cominciare dal portiere Niederberger battuto sul primo palo, al 15'17''. A quel punto la partita prende un'altra piega, e una Svizzera più determinata riesce a portare quel gol di vantaggio alla prima pausa.

Anche in avvio di secondo periodo i rossocrociati danno l'impressione di riuscire a tenere a bada gli avversari, finché al 27'26'' arriva la grandissima occasione, con un disgraziato sgambetto in attacco di Kühnhackl, quando in panchina c'era però già Plachta per una carica alla balaustra ai danni di Corvi: in quel minuto e 39 secondi a 5 contro 3, però, gli elvetici praticamente non si riescono neppure a rendersi minacciosi, e così i germanici riescono a superare una situazione più che delicata, viste le premesse. Il secondo gol rossocrociato, però, alla fine arriva: e il merito è di un altro bernese, quel Tristan Scherwey che prima capisce tutto nel proprio terzo, e dopo aver recuperato il disco si ripropone in attacco, dove eredita il puck da Bertschy, e con un delizioso 'flip pass' in backhand pesca al centro il liberissimo Herzog, che non dà scampo a Niederberger. È il 2-0 al 33'26''. La squadra di Söderholm, però, non ci sta, e al primo errore rossocrociato (un disco perso da Siegenthaler) rimette tutto in discussione, con Kühnhackl che trova il 2-1 al 37'23''.

Nel terzo tempo, naturalmente, la Germania prova subito a mettere pressione, ma gli elvetici si difendono con ordine, concedendo poche occasioni sul fronte offensivo a Peterka e compagni. I quali ovviamente nel finale tentano il tutto per tutto, giocando cioè senza portiere nell'ultimo minuto e mezzo. Ed è proprio a quel punto che Gawanke, a 43 secondi dalla fine, con un tiro nel mucchio trova il modo di mettere il puck alle spalle di Genoni. Così, come a Kosice, due anni fa, i rossocrociati sono costretti ad andare all'overtime, dieci minuti giocati a tre contro tre, dove la Svizzera si crea un paio di grosse occasioni, a cominciare da quella che capita a Janis Moser, ma il risultato non muta. Così a decidere tutto sono i rigori, dove la Svizzera segna per prima grazie a un gran tiro di Timo Meier, a cui però la Germania risponde subito con Kahun, prima di fare la differenza all'ultimo con la spettacolare trasformazione di Marcel Noebels, stella degli Eisbären Berlino. E così è dura, durissima da mandare giù.

Svizzera - Germania (1-0 1-1 0-1 0-0; 0-1) d.r. 2-3
Reti: 15'17'' Untersander (Alatalo) 1-0. 33'26'' Herzog (Scherwey, Bertschy) 2-0. 37'23'' Kühnhackl (Rieder, Nowak) 2-1. 59'16'' Gawanke (Kahun, Noebels) 2-2. Rigori: Corvi -, Plachta -; Andrighetto -, Krammer -; Meier 1-0, Kahun 1-1; Ambühl -, Reichel -; Hofmann -, Noebels 1-2.
Svizzera: Genoni; Diaz, Mirco Müller; Loeffel, Siegenthaler; Untersander, Moser; Alatalo; Herzog, Bertschy, Scherwey; Ambühl, Hischier, Kurashev; Simion, Corvi, Hofmann; Meier, Vermin, Andrighetto; Rod
Germania: Niederberger; Seider, Moritz Müller; Holzer, Jonas Müller; Nowak, Wagner; Gawanke; Pföderl, Reichel, Noebels; Plachta, Kahun, Eisenschmid; Rieder, Loibl, Kühnhackl; Peterka, Kastner, Krämmer; Bergmann.
Arbitri: Ansons (Let), Romasko (Rus); Shalagin (Rus) , Lazarev (Rus). 
Note: Penalità: nessuna (!) x 2' contro la Svizzera; 2 x 2' contro la Germania + 1 x 10' (Plachta). Tiri: 22-40 (4-8, 10-15, 4-13, 4-4). Svizzera senza Praplan (infortunato), Nyffeler, Geisser, Frick, Mottet e Heldner (in soprannumero). Germania senza portiere dal 58'34'' al 59'16''.

Gli altri quarti di finale
Stati Uniti - Slovacchia 6-1
Russia - Canada d.s. 1-2
Finlandia - Repubblica Ceca 1-0

Le semifinali
Domani
13.15  Stati Uniti - Canada
17.15  Finlandia - Germania

HOCKEY: Risultati e classifiche

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved