GIRON M. (USA)
0
NADAL R. (ESP)
3
fine
(1-6 : 4-6 : 2-6)
GIRON M. (USA)
0
NADAL R. (ESP)
3
fine
(1-6 : 4-6 : 2-6)
svizzera-subito-calda-battuta-due-volte-la-russia
Il cammino verso i Mondiali inizia con il piede giusto (Keystone)
HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP 10 HOCKEY MANAGER
1
Maxim la biere
8645
2
TrigoAce1
8584
3
25 Francs trop cher
8129
4
Iselis Punktebuebe
8045
5
TrigoAce2
7963
6
BalaBala
7883
7
Wild Hogs
7854
8
Team Gobbi
7760
9
ADTC
7757
10
GregBeaud
7743
ULTIME NOTIZIE Sport
Calcio
9 ore

Supercoppa al Real Madrid, nel segno di Benzema

Il trofeo spagnolo alla 12esima volta alla squadra di Carlo Ancelotti (2-0 all’Athletic Bilbao). Per il francese è il 20esimo titolo con le ‘merengues’
Hockey
11 ore

Moses: ‘Segnare dà la sensazione di essere tornato al lavoro‘

Bella prova dello statunitense. Cereda: ‘Contenti di lui. Siamo vivi, continuiamo a lottare’ 
Volley
12 ore

Lugano, successo in campionato, sconfitta in Coppa

Le ragazze di Salomoni hanno battuto il Franches Montagnes ma negli ottavi di Coppa sono state eliminate dallo Sciaffusa
Hockey
13 ore

Decide un gol di Rajala, e il Lugano mastica amaro

Weekend a secco per i bianconeri di Chris McSorley, beffati nel finale da un tiro del finlandese del Bienne dopo lo scivolone della sera prima a Zugo
Gallery
Calcio
14 ore

Croci-Torti: ‘Amichevole interpretata bene’

Sabato il Lugano ha battuto 3-0 il Vaduz. Il mister bianconero: ‘A Berna Custodio e Sabbatini saranno squalificati, devo cercare delle alternative’
Gallery
tennis
14 ore

Ora a Melbourne è tempo di giocare. Senza Djokovic

La Corte federale ha chiuso la vertenza legata al numero uno al mondo, costretto a lasciare l’Australia. Ora spazio al torneo, senza il suo numero uno
Tennis
15 ore

Caso Djokovic: ‘Credevamo che avrebbe vinto lo sport’

A prendere la parola la famiglia del tennista che, tramite un comunicato, commenta la sua espulsione
SCI ALPINO
15 ore

Rimonta storica per Braathen, podio per Daniel Yule

Il norvegese ha vinto lo slalom di Wengen dopo aver chiuso 29° la prima manche. Secondo posto per il vallesano, clamoroso ‘suicidio’ di Kristoffersen
BASKET
16 ore

Un sogno svanito presto, ma con tante attenuanti

Lugano Tigers eliminati da Neuchâtel nei quarti di finale di Coppa Svizzera, ma la squadra di coach Cabibbo era davvero troppo ‘incerottata’ per reggere
FREESTYLE
18 ore

Rientro vittorioso per Andri Ragettli nello slopestyle

A Font Romeu, il 23enne grigionese è tornato in Coppa del mondo dopo l’infortunio dello scorso mese di marzo al ginocchio sinistro
SCI ALPINO
18 ore

A Corinne Suter la vittoria sfugge per soli quattro centesimi

L’elvetica ha chiuso il superG di Zauchensee alle spalle dell’italiana Brignone. Lara Gut-Behrami si è dovuta accontentare del decimo posto
Tennis
20 ore

Djokovic, l’Australia e la Serbia

Mentre il premier australiano Morrison accoglie positivamente la sentenza, il presidente serbo Vucic si mostra deluso
Tennis
22 ore

‘Sono estremamente deluso, ma rispetterò la sentenza’

Le parole del numero 1 al mondo Novak Djokovic, dopo l’esito della decisione della Corte federale
Tennis
23 ore

Game, set, match: Djokovic sarà espulso dall’Australia

La Corte federale ha respinto il ricorso del tennista n.1 al mondo
Hockey
1 gior

A Zugo per il Lugano non è davvero serata

Quattro reti nel solo secondo tempo, contro un avversario a cui riesce praticamente tutto, segnano le sorti dei bianconeri sul ghiaccio dei campioni
02.05.2021 - 17:230
Aggiornamento : 18:09

Svizzera subito calda: battuta due volte la Russia

Dopo un anno e tre mesi di pausa, a Bienne doppio successo per la Nazionale di Patrick Fischer. Fuchs: ‘Sfruttate bene le nostre chance’

Bentornata Nazionale. Che non giocava dal 7 febbraio 2020, e non perde dai Mondiali del 2019 (nel famigerato quarto di finale, k.o. all'overtime col Canada, capace di pareggiare a mezzo secondo dalla conclusione). E se la prima attesa si è conclusa venerdì sera con l’ingaggio iniziale della prima delle due amichevoli ravvicinate con la Russia, la seconda è tuttora in corso, grazie alla doppia vittoria ottenuta contro la Russia (3-1 venerdì, punto finale di Pestoni in powerplay e 1-0 sabato). E certo, il cammino verso i Mondiali di Riga è ancora lungo, l’avversario non ha probabilmente saputo esprimere tutto il suo potenziale, ma intanto Fischer e i suoi hanno posato i primi solidi mattoncini. «Iniziare con due vittorie è esattamente ciò che volevamo per incamerare il pieno di fiducia – commenta Jason Fuchs –. Venerdì abbiamo avuto bisogno di un po’ di tempo per trovare il ritmo e gli automatismi giusti per contrastare i russi che avevano già giocato qualche partita assieme».

Intanto però sono già arrivate due vittorie assolutamente meritate che non possono che rilanciare al massimo le ambizioni rossocrociate: «Concedere un solo gol in due partite alla Russia è un ottimo risultato difensivamente. E oggi (sabato, ndr) dopo un inizio un po’ sottotono abbiamo creato diverse occasioni e avremmo potuto vincere due o tre a zero. Dobbiamo renderci conto che siamo ai livelli dei migliori, lo abbiamo già dimostrato arrivando in finale ai mondiali, quindi non dobbiamo nasconderci».

Jason Fuchs che si è peraltro trovato nella linea con Bertaggia e Mottet, che ha propiziato il primo gol di venerdì con un 2 contro 1 sull’asse Fuchs-Mottet e quello della replica, grazie a un recupero in zona offensiva di Bertaggia: «Penso che abbiamo sfruttato bene le nostre chance, fa piacere essere sul ghiaccio al momento del gol e concludere con un bilancio positivo. Finora non avevamo mai giocato assieme, ma ci siamo trovati bene, nonostante il poco tempo avuto a disposizione e il ritmo nettamente superiore a quello della National League. Ora vedremo come cambierà il lineup settimana prossima. In ogni caso darò il massimo, perché sento che lavorerò bene e giocherò bene potrò giocarmi un posto nella selezione mondiale».

Il figlio d’arte si appresta anche a salutare Bienne e la Tissot Arena dopo quattro stagioni in direzione Losanna: «Martedì contro l’Italia sarà la mia ultima partita casalinga qua e in effetti è una sensazione strana. Ora sto intraprendendo questa avventura in Nazionale e poi ne avrò una nuova. Però è bello ritrovare una cinquantina di tifosi, dopo aver giocato tutta la stagione senza pubblico».

Il coach Patrick Fischer è soddisfatto, ma non al 100 per cento: «Sul ghiaccio c’erano due squadre forti, la Russia con il disco è molto pericolosa, sabato abbiamo giocato meglio davanti alla nostra porta, ma abbiamo fatto qualche errore di troppo in fase di possesso. In compenso lo spirito è molto buono e lo è stato per tutta la settimana. Cerchiamo di aumentare sempre il possesso del disco e di essere un po’ più pazienti nel forecheck. A livello fisico siamo a buon punto, non ci sono stati ferimenti e anche chi non giocava da parecchio si è preparato bene».

Da venerdì a sabato Fischer ha praticamente confermato la formazione (uniche eccezioni la staffetta in porta fra Schlegel e Van Pottelberghe e Walser e Heim invertitisi come centro della quarta linea e tredicesimo attaccante), ma spera di poterla modificare presto anche con rinforzi dal Nordamerica: «Speriamo di poter contare almeno su coloro che non si qualificheranno per i playoff di Nhl, ma al momento non c’è ancora nulla di sicuro, per cui attualmente ci limitiamo a osservare la situazione». Sono invece ruotati i capitani da Ambühl venerdì, con Moser e Bertschy quali assistenti, a Scherwey sabato, assistito da Fora e Untersander.

Infine per quanto riguarda la valutazione dei singoli hanno ovviamente destato un’ottima impressione i due portieri (entrambi peraltro premiati come migliori in pista), comunque ottimamente supportati dalla difesa. Detto di Bertaggia e Pestoni, da segnalare anche le ottime prove di Fazzini più volte pericoloso e la solidità difensiva del duo Loeffel-Fora. Fra i non-ticinesi hanno destato un’ottima impressione il difensore Heldner (match-winner di sabato con un tiro preciso dalla blu) e in attacco Bertschy, costante spina nel fianco della difesa della Sbornaja. Buona tutto sommato la prestazione collettiva, colui che è apparso più in difficoltà è stato il difensore del Langnau (e come Fuchs fresco di firma a Losanna) Glauser.

Arrivano i rinforzi, ma non Malgin

In vista della seconda settimana di avvicinamento ai Mondiali, Fischer ha esteso la convocazione ad altri cinque giocatori. Si tratta dei difensori Mirco Müller (Leksands/Sve), Christian Marti (Zsc Lions) e Dominik Egli (Rapperswil), del portiere Melvin Nyffeler (Rapperswil) e l'attaccante Sven Andrighetto (Zsc Lions). Mentre Müller si unirà al resto del gruppo da mercoledì, gli altri quattro lo raggiungeranno già domani. Non ci sarà invece Malgin, il quale non ha ricevuto il nullaosta da parte del suo club, i Toronto Maple Leafs.

HOCKEY: Risultati e classifiche

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved