la-sfida-piu-grande-chiudere-l-anno-con-solo-ammaccature
Il presidente (Ti-Press)
HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP 10 HOCKEY MANAGER
1
Iselis Punktebuebe
3381
2
HCB 2416
3165
3
SPARTAK JACK
3154
4
TrigoAce1
3152
5
Metallurg Bangitonov
3133
6
HC Aspi Capitals
3120
7
Chochyeta Berson
3104
8
Cam-s
3074
9
DamianOMacho
3016
10
Maxim la biere
2990
ULTIME NOTIZIE Sport
Hockey
12 ore

Libor, una doccia e via: ‘Ero stanchissimo’

Lo slovacco al debutto firma una doppietta che ha permesso al Lugano di espugnare la pista di Rapperswil e tornare alla vittoria dopo 3 sconfitte
Hockey
12 ore

Un martedì firmato Inti. ‘Quello è tra i miei gol più belli’

Sotto 2-0 dopo venticinque minuti, l’Ambrì torna in superficie e affossa il Losanna. In una serata in cui c’è curiosità per Frolik, ma la star è Pestoni
Calcio
13 ore

Il Milan perde a Porto e gli ottavi di Champions si allontanano

La squadra di Pioli superata 1-0, nello stesso gruppo il Liverpool s’impone 3-2 in casa dell’Atletico. Vittoria importante per l’Inter contro lo Sheriff.
Hockey
14 ore

Ambrì, ritorno al successo con l’Inti Pestoni show

Sotto di due reti dopo venticinque minuti, i biancoblù tornano a galla e sconfiggono il Losanna grazie a un gol di Burren e alla doppietta del topscorer
Hockey
14 ore

Hudacek, e per il Lugano è subito festa

Una doppietta dello slovacco all’esordio permette ai bianconeri di espugnare 3-1 in rimonta la pista del Rapperswil e tornare al successo dopo 3 ko
Tennis
17 ore

Laaksonen avanti ad Anversa, Golubic e Vögele out a Tenerife

Il 29enne sciaffusano ha raggiunto gli ottavi di finale superando in due set il francese Paire; sconfitte senza appello per la zurighese e l’argoviese
Ginnastica artistica
19 ore

Giulia Steingruber nello staff della Nazionale femminile

La Federazione svizzera di ginnastica ha trovato una soluzione ad interim: fino al 2022 l’allenatore capo sarà il 55enne americano Anthony Retrosi
L’evento
19 ore

Il 30-31 ottobre il weekend dello sport di Lugano

L’iniziativa che sostiene il Pse vedrà coinvolte le società cittadine di calcio, hockey, basket e volley, con previste entrate gratuite per gli abbonati
Ginnastica artistica
19 ore

Stefanie Siegenthaler in finale nel concorso multiplo

Nelle qualificazioni la 21enne russa Angelina Melnikova ha preceduto le americane Leanne Wong (55,749) e Kayla di Cello (55,700)
Calcio
20 ore

Il Chiasso esonera Baldo Raineri, il Kriens Davide Morandi

Alla luce dei deludenti risultati (6 punti nelle ultime 7 partite in Promotion) la società momò ha deciso di sollevare dall’incarico l’allenatore 59enne
podismo
20 ore

Coppa ASTi montagna, Paola Stampanoni imbattuta

Tra gli uomini vince Massera, nelle altre categorie vittorie per Stampanoni, Brusorio, Besomi e Rivera. Sabato il Gir dal diavol a Tesserete
Hockey
20 ore

Salta la prima partita per Covid: oggi niente Davos-Zugo

Almeno 3 giocatori dell’Evz contagiati dal virus dopo la partita in Champions contro i tedeschi del Monaco, fra i quali sono venuti alla luce ben 18 casi
Altri sport
21 ore

Dalle difficoltà della pandemia nasce FeSTI

Le Federazioni sportive si riuniscono sotto un solo cappello. Presidente Loris Galbusera, numero uno dell’Associazione ticinese di ginnastica
Hockey
 
15.03.2021 - 21:420

‘La sfida più grande? Chiudere l'anno con solo ammaccature’

Lettera aperta di Filippo Lombardi ai tifosi dell'Ambrì: ‘Capisco il malcontento, ma vanno fatte alcune premesse e contestualizzazioni’

Il rischio di mancare l’accesso ai pre-playoff è concreto. Soprattutto dopo l’ultimo weekend, che ha visto l’Ambrì Piotta uscire sconfitto dalla delicata sfida diretta di Rapperswil, e in virtù anche del concomitante sorpasso del Berna, che ha fatto scendere i leventinesi sotto la fatidica riga che separa le ultime due della classe dalle altre. E com’è logico che sia, tutto ciò ha creato un po’ di malumore tra i tifosi biancoblù. «Capisco che i risultati di questo ultimo scorcio di stagione possano aver portato a un po’ di delusione tra i nostri sostenitori; risultati per i quali, ad ogni buon conto, lo staff tecnico non cerca scuse – chiarisce il presidente del club Filippo Lombardi –. Pur sapendo che, ovviamente, nessuno, io compreso, sfugge alla soggettività umana, mi preme ricordare il contesto in cui ci troviamo, con dati il più possibile oggettivi». Dati oggettivi che Lombardi ha messo nero su bianco attraverso una lettera aperta indirizzata ai tifosi. E toccano prima di tutto l’attuale situazione sportiva: «Sì, questa è una stagione piuttosto avara di soddisfazioni per quel che concerne i risultati, ma nemmeno la peggiore. Nelle mie prime tre stagioni da presidente abbiamo racimolato rispettivamente 33, 44 e 47 punti in tutta la regular season, finendo regolarmente ultimi. Abbiamo giocato ben tre volte in cinque anni lo spareggio per la relegazione, festeggiando ogni volta la salvezza come una Coppa del mondo. Il tutto con budget, roster e staff che oggi farebbero rabbrividire». Proprio al capitolo roster, Lombardi precisa: «Non va nemmeno dimenticato che, ovviamente per necessità, avevamo deciso di iniziare la stagione con tre soli stranieri, visto che Novotny si era deciso di destinarlo ai Rockets. È solo in seconda battuta che il ceco è stato nuovamente richiamato in Leventina. Ma anche così, per gran parte della regular season siamo stati costretti a giocare unicamente con tre stranieri, e talvolta anche due, visti i diversi infortuni subiti da Nättinen e quello che ha costretto D’Agostini a porre fine con largo anticipo alla sua stagione. L’arrivo di Perlini ci ha almeno permesso di puntellare per quanto possibile il roster per gli ultimi due mesi di stagione regolare, eppure anche così il poker di stranieri impiegati nella medesima partita è stato quasi sempre un miraggio. Di più, però, non potevamo fare...».

Capitolo a sé lo merita poi il Covid, una delle fonti principali dei grattacapi di praticamente tutte le squadre del massimo campionato, che in Leventina, vista la già delicata situazione (finanziaria in primis) sono stati amplificati: «Covid che non ci ha certo aiutato, nemmeno dal profilo dei risultati. La pandemia ha fatto visita al nostro spogliatoio solo due volte, ma la seconda ha interessato quasi tutta la rosa: sono davvero poche le squadre che sono state così largamente toccate dal coronavirus. Ciò ha da una parte stravolto la nostra tabella di marcia, e dall’altra lasciato qualche tossina nei giocatori, con inevitabili conseguenze in termini di risultati».

Non bene, ma nemmeno peggio di altre stagioni

A chi si aspettava comunque qualcosa di più in termini di risultati dai biancoblù, il presidente replica così: «Certo, sul piano sportivo non sono risultati che invitano a festeggiare, ma d’altro canto, in un contesto così, il lato sportivo non rappresenta la priorità numero uno, a maggior ragione per un club come il nostro. Quando sono stato eletto presidente, ho ereditato un Ambrì sull’orlo del fallimento, spettro che è tornato a gravitare sul club un paio di volte ancora nel corso degli anni seguenti; il meticoloso lavoro fatto in questi anni ci ha permesso di migliorare sensibilmente sotto questo punto di vista, da un lato consolidando la situazione finanziaria e dall’altro creando le premesse per la costruzione del nuovo stadio. Ma, confrontati non da ultimo con i problemi derivanti dalla pandemia, quella di restare a galla è giocoforza diventata la nostra vera priorità: se non abbiamo attinto al mercato per portare alla Valascia un altro paio di stranieri oltre a Perlini, almeno per garantircene i quattro schierabili a partita, non è certo per mancanza di volontà da parte dello staff tecnico, ma per il chiaro veto deciso dal Consiglio d’amministrazione».

In un contesto così, come valuterebbe il presidente l’eventuale non qualificazione ai pre-playoff? «Già arrivare a chiudere la stagione, possibilmente non da ultimi della classe, con qualche inevitabile ammaccatura sul piano finanziario, ma niente di insormontabile, e aver potuto nel frattempo potuto continuare i lavori per la costruzione del nuovo stadio sarebbe indubbiamente da salutare come una vittoria».

 

HOCKEY: Risultati e classifiche

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved