ambri-generoso-ma-non-basta-e-il-berna-sorride
Brendan Perlini cerca di coprire la visuale a Tomi Karhunen (Ti-Press/D.Agosta)
HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP 10 HOCKEY MANAGER
1
Iselis Punktebuebe
3518
2
HCB 2416
3277
3
Maxim la biere
3251
4
SPARTAK JACK
3247
5
TrigoAce1
3232
6
HC Aspi Capitals
3232
7
Chochyeta Berson
3216
8
Cam-s
3174
9
Metallurg Bangitonov
3147
10
Chonchoncapitals
3135
ULTIME NOTIZIE Sport
Hockey
13 ore

Libor, una doccia e via: ‘Ero stanchissimo’

Lo slovacco al debutto firma una doppietta che ha permesso al Lugano di espugnare la pista di Rapperswil e tornare alla vittoria dopo 3 sconfitte
Hockey
13 ore

Un martedì firmato Inti. ‘Quello è tra i miei gol più belli’

Sotto 2-0 dopo venticinque minuti, l’Ambrì torna in superficie e affossa il Losanna. In una serata in cui c’è curiosità per Frolik, ma la star è Pestoni
Calcio
14 ore

Il Milan perde a Porto e gli ottavi di Champions si allontanano

La squadra di Pioli superata 1-0, nello stesso gruppo il Liverpool s’impone 3-2 in casa dell’Atletico. Vittoria importante per l’Inter contro lo Sheriff.
Hockey
15 ore

Ambrì, ritorno al successo con l’Inti Pestoni show

Sotto di due reti dopo venticinque minuti, i biancoblù tornano a galla e sconfiggono il Losanna grazie a un gol di Burren e alla doppietta del topscorer
Hockey
15 ore

Hudacek, e per il Lugano è subito festa

Una doppietta dello slovacco all’esordio permette ai bianconeri di espugnare 3-1 in rimonta la pista del Rapperswil e tornare al successo dopo 3 ko
Tennis
18 ore

Laaksonen avanti ad Anversa, Golubic e Vögele out a Tenerife

Il 29enne sciaffusano ha raggiunto gli ottavi di finale superando in due set il francese Paire; sconfitte senza appello per la zurighese e l’argoviese
Ginnastica artistica
20 ore

Giulia Steingruber nello staff della Nazionale femminile

La Federazione svizzera di ginnastica ha trovato una soluzione ad interim: fino al 2022 l’allenatore capo sarà il 55enne americano Anthony Retrosi
L’evento
20 ore

Il 30-31 ottobre il weekend dello sport di Lugano

L’iniziativa che sostiene il Pse vedrà coinvolte le società cittadine di calcio, hockey, basket e volley, con previste entrate gratuite per gli abbonati
Ginnastica artistica
20 ore

Stefanie Siegenthaler in finale nel concorso multiplo

Nelle qualificazioni la 21enne russa Angelina Melnikova ha preceduto le americane Leanne Wong (55,749) e Kayla di Cello (55,700)
Calcio
21 ore

Il Chiasso esonera Baldo Raineri, il Kriens Davide Morandi

Alla luce dei deludenti risultati (6 punti nelle ultime 7 partite in Promotion) la società momò ha deciso di sollevare dall’incarico l’allenatore 59enne
podismo
21 ore

Coppa ASTi montagna, Paola Stampanoni imbattuta

Tra gli uomini vince Massera, nelle altre categorie vittorie per Stampanoni, Brusorio, Besomi e Rivera. Sabato il Gir dal diavol a Tesserete
Hockey
21 ore

Salta la prima partita per Covid: oggi niente Davos-Zugo

Almeno 3 giocatori dell’Evz contagiati dal virus dopo la partita in Champions contro i tedeschi del Monaco, fra i quali sono venuti alla luce ben 18 casi
Hockey
20.02.2021 - 22:050
Aggiornamento : 21.02.2021 - 14:09

Ambrì generoso, ma non basta. E il Berna sorride

Gli Orsi di Kogler passano alla Valascia e agguantano i biancoblù in classifica. Per i ticinesi una sola rete, firmata da Patrick Incir subito in avvio

Le partite non si somigliano, perché la sfida con il Berna ha tutta un'altra storia rispetto a quelle di Davos e Friborgo. Tuttavia, anche contro gli Orsi affidati sino a fine stagione all'ex tecnico degli élite Mario Kogler per i biancoblù la serata si chiude con una sconfitta. Dopo che era iniziata con un immenso striscione srotolato davanti alle panchine di padroni di casa e ospiti, in cui si leggeva che "le giovani leve sono il nostro futuro, i tifosi e l'hockey la nostra vita". Insomma, la ventilata riforma del campionato, dal 2022 in poi, sembra mettere tutti d'accordo. Almeno pensando ai veri protagonisti, cioè i giocatori.

Poi, naturalmente, spazio all'hockey giocato. Che dal punto di vista leventinese offre subito soddisfazioni: puck portato oltre metà pista da Kostner, mentre Trisconi dopo essersi presentato nel terzo bernese apre il gioco sul rientrante Incir, che fa secco Karhunen: 1-0 all'1'22''. Il vantaggio, però, è di breve durata: neanche tre minuti e mezzo dopo, infatti, gli ospiti sono già sull'1-1, con Inti Pestoni che serve Scherwey il disco che vale il pareggio, in superiorità numerica. Ed è proprio nelle situazioni con l'uomo in più che gli Orsi si rendono maggiormente pericolosi, mentre i biancoblù a loro volta si creano un paio di ottime occasioni per passare, con la più ghiotta che capita a Kneubuehler al 16', ma il numero 11 fallisce il duello a tu per tu con Karhunen.

il secondo tempo per l'Ambrì non si apre invece allo stesso modo del primo: infatti passano appena ventiquattro secondi e il Berna si porta in vantaggio, sfruttando nuovamente un poweplay (nell'occasione fuori c'è Kneubuehler, penalizzato per ostruzione a cinque secondi dalla prima sirena). L'Ambrì, però, non desiste e prova subito a mettere sotto pressione gli ospiti. E dopo aver superato assai brillantemente una nuova penalità (stavolta per una carica alla balustra fischiata a Perlini, che si becca pure dieci minuti personali), prova ad accamparsi nel terzo di un Berna che deve moltiplicare gli sforzi per chiudere i buchi. Il risultato però non muta: anzi, a tre minuti dalla fine Ciaccio riesce a salvarsi in qualche modo un tocco di Jan Neuenschwander che sembra destinato a finire in porta, prima di chiudere la porta in faccia nell'ultimo minuto a Dustin Jeffrey. 

Negli ultimi venti minuti i biancoblù si mettono subito a spingere. L'occasione buona, però, stenta ad arrivare. Per il Berna, invece, quell'opportunità arriva al 48'07'', quando Fohrler si fa mandare in panchina per quattro minuti dopo una bastonata al volto di Neuenschwander. E per l'Ambrì l'amarezza è grandissima: anche perché il 3-1 di Olofsson arriva al 52'12'', ovvero cinque secondi dopo che i ticinesi erano riusciti a superare indenni quel "2+2". Un colpo durissimo per i biancoblù, che tuttavia non smettono di credere in un secondo gol che, però, non arriverà. Mentre il Berna, a porta vuota, con Conacher, troverà il 4-1 al 58'15''.

Ambrì Piotta - Berna (1-1 0-1 0-2) 1-4

Reti: 1'22'' Incir (Trisconi, Kostner) 1-0. 4'41'' Scherwey (Pestoni, Praplan/esp. Trisconi) 1-1. 20'24'' Moser (Andersson/esp. Kneubuehler) 1-2. 52'12'' Olofsson (Jeffrey, Praplan) 1-3. Conacher (Olofsson, Jeffrey/a porta vuota) 1-4

Ambrì Piotta: Ciaccio; Hächler, Fischer; Ngoy, Zaccheo Dotti; Fohrler, Pezzullo; Isacco Dotti; Zwerger, Müller, Nättinen; Perlini, Flynn, Kneubuehler; Grassi, Novotny, Mazzolini; Trisconi, Kostner, Incir; Joël Neuenschwander.

Berna: Karhunen; Andersson, Henauer; Burren, Beat Gerber; Thiry, Gerber; Untersander, Zryd; Scherwey, Heim, Pestoni; Conacher, Jeffrey, Olofsson; Sopra, Praplan, Moser; Berger, Jan Neuenschwander, Bader.

Arbitri: Stricker, Borga; Fuchs, Steenstra (Can).

Note: partita a porte chiuse. Penalità: 8 x 2' + 1 x 10' (Perlini) contro l'Ambrì Piotta; nessuna (!) contro il Berna. Tiri: 24-25 (8-9, 8-10, 8-7). Ambrì Piotta privo di Conz, Bianchi, Goi, Fora, D'Agostini, Pinana, Del Ponte (tutti infortunati) e Rohrbach (in soprannumero); Berna senza Sciaroni, Blum (entrambi infortunati), Sterchi e Jeremi Gerber (entrambi in soprannumero). Al 58'08'' timeout chiesto dall'Ambrì, che gioca senza portiere fino al 58'15''. Premiati a fine partita, quali migliori giocatori in pista, Patrick Incir e André Heim.

 

 

HOCKEY: Risultati e classifiche

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved