lugano-quanto-basta-per-il-settimo-sigillo
Suri cerca di sgusciar via a Julian Schmutz (Keystone)
HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP 10 HOCKEY MANAGER
1
TrigoAce1
7025
2
HC Aspi Capitals
6404
3
Maxim la biere
6362
4
25 Francs trop cher
6351
5
LHC Bombers
6327
6
Iselis Punktebuebe
6321
7
SPARTAK JACK
6310
8
Wild Hogs
6306
9
TrigoAce2
6270
10
BLACKHAWKS-MAF_miguelpiccand
6263
ULTIME NOTIZIE Sport
Hockey
11 ore

‘Contro il Davos ci è mancato un po’ di tutto’

Kneubuehler torna sulla sconfitta dell’Ambrì in casa dei grigionesi. ‘Stanchi dal giorno prima? No, è più mentalmente che non eravamo pronti”
Calcio
11 ore

Il Bellinzona torna da Bienne con un pareggio

Terzo pari, in rimonta, per i Granata di Aeby. ‘All’intervallo ero arrabbiato, poi i ragazzi si sono assunti maggoiri responsabilità’
Tennis
12 ore

Due a zero alla Croazia, la Davis torna in Russia

Per la terza volta dopo 2002 e 2006 i russi mettono le mani sull’Insalatiera. Il punto decisiva lo conquista Daniil Medvedev
SCI ALPINO
12 ore

Il forte vento causa l’annullamento della libera di Beaver Creek

Gli organizzatori hanno provato sia ad abbassare il punto di partenza, sia a posticipare per tre volte il via, ma senza risultati
Formula 1
12 ore

È una domenica bestiale: il Mondiale torna in parità

Lewis Hamilton vince il penultimo Gran Premio della stagione sull’asfalto di Gedda e pareggia i conti con Verstappen. Si deciderà tutto all’ultima corsa
BASKET
13 ore

La Sam Massagno si offre la testa della classifica

La Spinelli batte l’Olympic, mentre il Lugano cede al Monthey e scivola in ultima posizione
Calcio
14 ore

Croci-Torti: ‘I giocatori mi seguono in maniera spettacolare’

Il tecnico del Lugano soddisfatto dopo il 2-0 al Sion, settimo risultato utile consecutivo a Cornaredo. ‘In casa vogliamo solo vincere’
Sci
14 ore

Sofia Goggia è addirittura da tris. Ma stavolta Lara c’è

L’italiana vince anche il superG di Lake Louise, dopo i trionfi nelle due libere, al termine di un testa a testa con la ticinese, battuta per 11 centesimi
CALCIO
14 ore

Il Chiasso chiude il 2021 con una sconfitta

Troppe le occasioni sbagliate dai rossoblù contro lo Young Boys II. Vitali: ‘Soltanto la capolista è al di sopra delle altre’
Hockey
09.02.2021 - 21:590
Aggiornamento : 23:01

Lugano, quanto basta per il settimo sigillo

Seppure non incantando, i bianconeri fanno il pieno della posta battendo il modesto Langnau: alla Ilfis finisce 1-2

La differenza tra la quarta e la penultima della classe si vede tutta in pista nei primi venti minuti che vanno in scena alla Ilfis. Tanto che il vantaggio di misura, frutto del primo vero affondo della serata dei bianconeri, sta anche stretto agli uomini di Pelletier. Il gol lo firma Bürgler, bravo a rifinire in rete in fulmineo contropiede favorito da un cambio mal riuscito da parte della squadra di Franzén. Il raddoppio il Lugano lo sfiora poi un diverse altre occasioni, in particolare con Lammer, Suri e Bertaggia, i cui tentativi trovano però la risposta pronta del 19enne Stettler, che solitamente difende la porta degli Juniores del Langnau, ma che Franzén per la terza volta in stagione decide di titolarizzare, complice anche l'infortunio di Punnenovs. Il primo tempo si chiude così sullo 0-1 maturato al 4'59".

Dopo tanto dominio del Lugano, il secondo tempo si fa decisamente più equilibrato. E pasticciato in difesa su entrambi i fronti. Ed è proprio d un errore difensivo dei bianconeri, di Wolf, che nasce il pareggio dei locali. Che poi colpiscono anche due pali. Sull'altro fronte è Heed ad accarezzare la traversa, prima del nuovo vantaggio bianconero nato da un'invenzione di Boedker che fissa il parziale alla seconda sirena sull'1-2.

La seconda pausa non cambia di molto le coordinate della partita, perché in avvio di terzo tempo il Lugano continua a mostrare pericolose amnesie in retrovia, che però il Langnau non riesce a sfruttare. Il risultato resta così in bilico praticamente fino alla terza sirena, nonostante Franzén a poco più di un minuti e mezzo dal sessantesimo richiami in panchina Stettler per far posto a un sesto giocatore di movimento. Alla fine i bianconeri possono così festeggiare il loro settimo successo consecutivo.

Langnau - Lugano (0-1 1-1 0-0) 1-2

Reti: 4'59" Bürgler (Haussener, Wolf) 0-1. 25'09" Julian Schmutz (Dostoinov, Lardi) 1-1. 37'45" Boedker (Arcobello, Haussener) 1-2.

Langnau: Stettler; Leeger, Lardi; Huguenin, Erni; Schilt, Grossniklaus; Julian Schmutz, Maxwell, Nilsson; Weibel, Flavio Schmutz, Dostoinov; Petrini, Berger, Sturny; Andersons, In-Albon; Rüegsegger.

Lugano: Zurkirchen; Heed. Wellinger; Loeffel, Chiesa; Nodari, Wolf; Antonietti; Fazzini, Lajunen, Suri; Boedker, Arcobello, Bertaggia; Bürgler, Herburger, Haussener; Zangger, Sannitz, Lammer; Walker.

Arbitri: Hürlimann, Piechaczek (Ger); Progin, Duarte.

Note: partita a porte chiuse. Penalità: 2 x 2' contro il Langnau; 5 x 2' contro il Lugano. Tiri: 37-33 (15-12, 12-14, 10-7). Langnau senza Blaser, Diem, Earl, Glauser, Kuonen, Melnalskis, Neukom, Punnenovs e Salzgeber (infortunati); Lugano privo di Morini, Riva (infortunati), Traber (soprannumero) e Romanenghi (Rockets). Pali: 32'00" Dostoinov, 34'00" Weibel, 37'19" Heed (traversa). Timeout Langnau al 59'40". Langnau senza portiere dal 58'29" al termine. Premiati a fine partita quali migliori giocatori in pista, Damian Stettler e Dario Bürgler.

HOCKEY: Risultati e classifiche

Guarda le 4 immagini
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved