chi-ben-comincia-e-il-lugano-stende-gli-orsi
Stesi gli Orsi (Ti-Press)
+6
HOCKEY
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
STORIE MONDIALI
1 ora

Buff Donelli, una star del football prestata al soccer

La seconda edizione della Coppa del Mondo di calcio, nel 1934, fu voluta e accomodata da Mussolini in persona
nuoto sincronizzato
7 ore

Il nuoto sincronizzato in Svizzera fa i conti con gli abusi

Bufera sul dipartimento gestito da Swiss Aquatics, respingono le accuse ma si dimettono i co-direttori sportivi Markus Thöni e Patricia Fahrni
Tennis
9 ore

Wawrinka cede alla distanza a Jannik Sinner

Il vodese deve salutare Wimbledon al primo turno, sconfitto dal talentuoso italiano 7-5 4-6 6-3 6-2
ciclismo
11 ore

Tour de France, non ci saranno Alaphilippe e Cavendish

I due non sono stati convocati dalla Quick-Step
footbalino
11 ore

Anche tre atleti disabili ai Mondiali di Footbalino

La partecipazione è il frutto della collaborazione tra la federazione svizzera e quella ticinese
Calcio
12 ore

Mercato, Cragno al Monza

Il portiere arriverà in prestito dal Cagliari
ginnastica artistica
12 ore

Ginnastica, oro e argento ai Campionati svizzeri per Lena Bickel

La ticinese è prima alle parallele asimmetriche e seconda nel concorso multiplo. Argento e bronzo (ad anelli e sbarra) anche per Mattia Piffaretti
Calcio
13 ore

Simone Rapp a Karlsruhe

Il ticinese lascia Vaduz per la Germania
Calcio
13 ore

Lucas Leiva torna in Brasile

Il 35enne centrocampista giocherà nel Gremio
Triathlon
14 ore

Sasha Caterina si mette in evidenza ai Mondiali di Montreal

Con il contributo del triatleta ticinese la giovane squadra svizzera conclude sesta e si guadagna il pass per le Olimpiadi di Parigi
26.01.2021 - 21:53
Aggiornamento: 27.01.2021 - 22:46

Chi ben comincia... E il Lugano stende gli Orsi

Secondo successo (e shutout) consecutivo dei bianconeri alla Cornèr Arena: Berna battuto 2-0 grazie alle reti di Bertaggia e Bürgler

È decisamente un Berna ancora imballato quello che si presenta sul ghiaccio della Cornèr Arena per il primo confronto stagionale con il Lugano (dopo quasi quattro mesi di regular season!). E il Lugano ne approfitta per prendere subito le distanze sugli Orsi, chiudendo la prima frazione sul meritato 2-0. In gol ci vanno Bertaggia, lesto a infilare un disco non trattenuto da Karhunen su tiro di Heed, e, subito dopo, Bürgler, su ottimo suggerimento di Boedker. E ci sarebbe anche spazio e materiale per il 3-0, che tuttavia, nonostante diversi buoni tentativi, non arriva. Sull'altro fronte il Berna è davvero poca cosa, con uno Schlegel che per gran parte dei primi venti minuti deve sbrogliare solo compiti di ordinaria amministrazione. La prima occasione concreta per gli uomini di Kogler se la procura Scherwey al 16'42", approfittando di un varco nella difesa del Lugano, ma al momento di tirare (da ottima posizione) il numero 10 del Berna spara sopra la traversa. Nel finale del primo tempo, in powerplay, gli ospiti moltiplicano i loro sforzi per accorciare il passivo, ma i bianconeri riescono a guadagnarsi la prima pausa in doppio vantaggio.

Nel secondo tempo il gioco si fa decisamente più equilibrato, merito di un Berna che dopo una prima frazione incolore, cresce sensibilmente. E sfiora in più di un'occasione il gol. Clamorosamente mancato da Bader al 24'41" (che con Schlegel fuori causa non riesce a centrare lo specchio della porta) e poi dai vari Untersander e Scherwey. Di occasioni, ad ogni buon conto, ne capitano anche al Lugano, in particolare con Haussener, Antonietti, Arcobello (che colpisce il palo), ma il risultato resta quello maturato alla prima pausa: 2-0.

Nel terzo tempo il Lugano prova a forzare i tempi per chiudere la partita, ma il Berna resiste, aggrappandosi anche a una buona dose di fortuna in certi frangenti. Davanti, gli ospiti provano a loro volta a scardinare la porta di Schlegel, ma la loro manovra col passare del tempo perde un po' smalto. Salvo poi farsi nuovamente pericolosa quando Fazzini, al 51'21" si fa espellere per colpo di bastone, soprattutto con Brithén. Il boxplay bianconero però riesce a contenere le folate di Scherwey e compagni, guadagnando preziosi secondi. Al 58'50" Kogler chiama il timeout, ma è solo al 59'??" che Karhunen lascia i pali per far posto a un sesto uomo di movimento. Mossa che tuttavia non sortirà effetti particolari sul punteggio, che resta così quello maturato all'11'02". E per il Lugano è così il secondo successo consecutivo, come pure il secondo shutout filato.

Lugano - Berna (2-0 0-0 0-0) 2-0

Reti: 8'51" Bertaggia (Heed) 1-0. 11'32" Bürgler (Boedker, Arcobello/esp. Thiry) 2-0.

Lugano: Schlegel; Heed, Wellinger; Loeffel, Chiesa; Nodari, Antonietti; Villa; Bürgler, Lajunen, Bertaggia; Boedker, Arcobello, Fazzini; Lammer, Morini, Suri; Zangger, Herburger, Haussener.

Berna: Karhunen; Untersander, Henauer; Andersson, Beat Gerber; Thiry, Colin Gerber; Zryd; Olofsson, Brithén, Jeffrey; Scherwey, Praplan, Moser; Pestoni, Heim, Bader; Berger, Neuenschwander, Jeremi Gerber; Fahrni.

Arbitri: Lemelin, Urban; Altmann, Stalder.

Note: partita a porte chiuse. Penalità: 4 x 2' contro entrambe e squadre. Tiri in porta: 31-31 (15-7, 10-16, 6-8). Lugano senza Riva, Wolf (infortunati), Traber e Walker (soprannumero); Berna privo di Rüfenacht, Sciaroni (infortunati) e Blum. Palo di Arcobello al 30'46". Al 58'50" timeout Berna, poi senza portiere dal 59'23" fino al termine. Premiati quali migliori in pista Niklas Schlegel e Colin Gerber.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
berna cornèr arena hc lugano hockey
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved