l-ambri-non-e-piu-la-bestia-nera-del-davos
I gialloblù Nygren e Sandro Aeschlimann (per l'occasione vestiti di verde) provano a fermare Novotny e Goi (Keystone)
HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP 10 HOCKEY MANAGER
1
TrigoAce1
6448
2
LHC Bombers
6055
3
HC Aspi Capitals
6049
4
Maxim la biere
5933
5
25 Francs trop cher
5914
6
Iselis Punktebuebe
5796
7
TrigoAce2
5795
8
Pastelitos de Guayaba
5782
9
Metallurg Bangitonov
5728
10
SPARTAK JACK
5705
ULTIME NOTIZIE Sport
Calcio regionale
5 ore

Team Ticino, i risultati del weekend

Vincono l’Under 21 e l’Under 15, pesante sconfitta per l’Under 18 a Givenra
Calcio
17 ore

Lionel Messi asso pigliatutto: settimo Pallone d’Oro

L’argentino preferito a Robert Lewandowski. Migliore squadra il Chelsea, miglior portiere Gianluigi Donnarumma, migliore giocatrice Alexia Putellas.
Basket
19 ore

Swiss Basketball, una commissione etica dopo il caso Elfic

Il vicepresidente Claudio Franscella illustra i passi della federazione. ‘Decideremo anche quali sanzioni, se del caso, adottare’
Gallery
Pugilato
20 ore

Vincente e con il sorriso: ‘Richi’ Silva il ring lo saluta così

Il professionista ticinese del Boxe Club Riazzino ha impreziosito la ‘Faido Boxing Night’ con un successo ai punti ai danni del georgiano Rati Migriauli
Hockey
20 ore

Raphael Herburger, un ‘aquilotto’ che non si fida delle Aquile

Il Lugano domani ospita alla Cornèr Arena un Ginevra-Servette che precede di soli 4 punti. L’austriaco: ‘Come noi anche loro non sono dove vorrebbero’
L’angolo delle bocce
21 ore

A Claudio Croci Torti e Morris Gualandris il Gp Borgovecchio

La coppia della Centrale di Novazzano ha battuto in finale Ridha Sediri e Rodolfo Peschiera (San Gottardo)
Atletica
22 ore

Al cross capriaschese doppietta per Roberto Delorenzi

Alla terza tappa della Coppa Ticino Ftal fanno festa gli atleti di casa, con sette vittorie e undici podi
Tennis
22 ore

Susan Bandecchi vince il torneo Itf 25’000 di Ortisei

Per la ticinese è il quarto successo in carriera, il primo nel 2021. In doppio sconfitta solo in finale, in coppia con la svizzera Ylena In-Albon
Calcio
23 ore

Dal 2022 più squadre in Promotion League e Prima Lega

L’Asf riforma le strutture delle categorie ed elimina il limite di Under 21 in Promotion League per promuovere i giovani talenti
Pugilato
23 ore

Andrija Petric vince per ko a Como

Il pugile di Minusio ha mandato al tappeto alla seconda ripresa Bojan Cestic. Previsti due incontri anche in dicembre
Roller hockey
23 ore

Biasca rimontato dall’Uttigen e playoff più lontani

Nel campionato di Lna Camillo Boll e compagni partono alla grande (2-0) ma poi subiscono la rimonta e perdono 5-2. Il quarto posto ora è a sette punti
Hockey
28.12.2020 - 22:060

L'Ambrì non è più la bestia nera del Davos

I grigionesi festeggiano la rivincita battendo i biancoblù nella loro ultima uscita del 2020. In una serata in cui l'attacco punge ma non fa male

Stavolta l'Ambrì è costretto alla resa. Nonostante a Davos, squadra contro cui quest'anno non avevano mai perso (oltretutto, segnando ben dodici volte in due partite), Luca Cereda e i suoi ragazzi si presentino in pista parecchio arrembanti, e nei primi minuti si creino subito alcune occasioni, di cui due monumentali. Il Davos però sa aspettare, e soprattutto sfruttare gli errori avversari. Ad esempio quel corridoio dimenticato aperto in mezzo al ghiaccio in cui Nygren lancia Hischier, ma Ciaccio ci mette una pezza. Tuttavia, a proposito di dimenticanze, poco dopo sarà il portiere biancoblù a scordarsi d'aver lasciato un buco sul primo palo, che puntualmente il centro della quarta linea grigionese infila col più classico dei tiri della domenica (1-0 al 6'27''). Di occasioni per pareggiare l'Ambrì però ne avrebbe, come quella capitata sul bastone di Novotny e (soprattutto) Kneubuehler, a nove minuti dalla prima sirena. Invece, alla pausa il Davos ci va addirittura in vantaggio di due reti, sfruttando una penalità per sgambetto fischiata a Pinana: direttamente su ingaggio, con Ciaccio coperto da Ambühl, il solito Nygren firma il 2-0 al 17'09''.

E le cose in avvio di secondo periodo non migliorano certo. Anzi: una nuova sbavatura dopo una trentina di secondi, con Fora che 'cicca' un tentativo di appoggio nel proprio terzo, si trasforma nel migliore degli assist per il già citato Egli: 3-0 al 20'41''. Pur se nell'occasione Ciaccio non ne può nulla, Cereda gioca la carta del cambio tra i pali. E che a quel punto non è ancora finita, lo ricorda a tutti Isacco Dotti a sette minuti dal 40esimo: un disco caparbiamente recuperato da Novotny e poi mal gestito dai grigionesi davanti alla porta si trasforma in un'occasione d'oro per il difensore ticinese, che trova l'angolo alto con la mira del più scafato degli 'scorer'. Anche se, da lì alla fine del tempo l'occasione più ghiotta è per il Davos, con un altro passaggio di Fora intercettato da Corvi, poi atterrato in extremis da Ngoy: Ambühl s'incarica di tirare il rigore, ma Östlund gli sbarra la strada. 

Neppure la penalità di partita inflitta sul finire di secondo tempo a Fischer cambia le cose, anche perché tre minuti dopo Palushaj si becca a sua volta un 2'+2' per bastone alto. Poi, a meno di nove minuti dal termine, il powerplay biancoblù per la seconda volta ha l'occasione di mettersi in mostra, dopo uno sgambetto di Barandun: l'occasione migliore capita a Kostner, ma il suo tiro finisce addosso al portiere. Nell'epilogo poi Cereda chiede il timeout e toglie il portiere, invano però.

Davos - Ambrì Piotta (2-0 1-1 0-0) 3-1

Reti: 6'27'' Egli (Marc Aeschlimann) 1-0. 17'09'' Nygren (Corvi, Lindgren/esp. Pinana) 2-0. 20'41'' Egli 3-0. 32'56'' Isacco Dotti 3-1.

Davos: Sandro Aeschlimann; Nygren, Barandun; Stoop, Jung; Guerra, Heinen; Palushaj, Lindgren, Hischier; Marc Wieser, Corvi, Turunen; Frehner, Ambühl, Baumgartner; Marc Aeschlimann, Egli, Meyer.

Ambrì Piotta: Ciaccio (dal 20'41'' Östlund); Ngoy, Fischer; Hächler, Isacco Dotti; Fora, Zaccheo Dotti; Pinana; Rohrbach, Flynn, Horansky; Trisconi, Kostner, Grassi; Zwerger, Müller, Nättinen; Dal Pian, Novotny, Kneubuehler; Goi.

Arbitri: Hebeisen, Hürlimann; Cattaneo, Kehrli.

Note: partita a porte chiuse. Penalità: 3 x 2’ contro il Davos, 2 x 2’ + 1 x 5' e penalità disciplinare di partita (Fischer, al 39'40'') contro l'Ambrì Piotta. Tiri 31-32 (10-10, 13-12, 8-10). Davos senza Kienzle, Dino Wieser, Du Bois, Rubanik, Paschoud (tutti infortunati), Herzog (ammalato) e Knak (Mondiali U20); Ambrì privo di D'Agostini, Conz, Bianchi, Incir (tutti infortunati), Fohrler (ammalato) e Pezzullo (Mondiali U20). Al 38'59'' rigore sbagliato da Ambühl, dopo fallo d'emergenza di Ngoy su Corvi. Al 56'21'' timeout chiesto dall'Ambrì, che gioca senza portiere dal 56'40'' al 59'09'' e dal 59'27'' fino al termine. Premiati a fine partita, quali migliori giocatori in pista, Chris Egli e Daniele Grassi.

HOCKEY: Risultati e classifiche

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved