lasciateci-giocare-l-appello-dei-presidenti-alle-autorita
HOCKEY
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
Hockey
5 ore

Filip Pesan nuovo tecnico del Losanna?

Il 44enne ex selezionatore della Repubblica Ceca avrebbe raggiunto un accordo valido per le prossime due stagioni con la società vodese
Hockey
6 ore

Scherwey lascia la Nazionale. ‘Lo devo al mio corpo’

Il club gli avrebbe concesso di restare, ma l’attaccante del Berna decide di tornare a casa per operarsi. ‘A un certo punto non sentivo più il piede’
Calcio
8 ore

L’apostrofo rosa tra il Botta e la Nazionale

Nel giorno del suo 31esimo compleanno Mattia Bottani festeggia la convocazione di Yakin: ‘Non ci credevo più, proverò a dimostrare che non si sbaglia’
CALCIO
8 ore

Al Grasshopper non meno di nove partenze

Le cavallette cambiano pelle in vista della prossima stagione. Al momento, cinque mancati rinnovi e quattro rientri dal prestito
tiro
8 ore

Vittoria di Oxana Baetscher ai Campionati cantonali juniores

All’84esima edizione della Giornata cantonale del giovane tiratore a 300 m, successo della pregassonese davanti a Luca Veglio e Alex Patocchi
scherma
8 ore

Ancora un titolo svizzero a squadre del Club Lugano Scherma

Ai Nazionali di spada di Neuchâtel, festeggiano le ragazze U20, battendo in finale il Ginevra di un solo punto. Quarto posto per le U17
PODISMO
8 ore

Oehen e Stampanoni trionfano al Tamaro Trail

Elhousine Elazzaoui ha invece migliorato il trentennale record della Giubiasco-Carena. Domenica in programma la Staffetta Vigor
Hockey
9 ore

Smacco Danimarca: la Slovacchia le soffia il posto all’ultimo

Tatar e compagni infliggono una severa lezione agli scandinavi. Mentre nell’altro girone anche gli Stati Uniti chiudono la prima fase con un successo
Altri sport
9 ore

‘Dopo Merckx e Cancellara, riecco il ciclismo nel Mendrisiotto’

Presentata la 5ª tappa del Tour de Suisse in agenda il 16 giugno sulle strade che hanno già vissuto epiche battaglie. ‘Favorito Marc Hirschi’
CICLISMO
9 ore

Tappa a Hirt, Hindley rosicchia 4” alla maglia rosa Carapaz

Nella giornata del Mortirolo, al Giro d’Italia si impone il ceco, davanti al giovane olandese Arensman. Domani altra frazione di montagna
CALCIO
10 ore

Pascal Besnard lascia la presidenza del Servette

Didier Fischer, patron della Fondazione 1890, diventa amministratore del club e rileva ad interim la carica dell’ex giocatore granata
TENNIS
11 ore

Laaksonen accede al secondo turno del Roland-Garros

L’elvetico ha superato in quattro set lo spagnolo Pedro Martinez e si appresta a sfidare il danese Holger Rune (Atp 40)
TENNIS
11 ore

Finisce subito l’avventura francese di Viktorija Golubic

La 29enne zurighese battuta in tre set (6-2 2-6 6-1) dalla statunitense Katie Volynets, piazzata al di là della centesima posizione nella classifica Wta
HOCKEY
26.10.2020 - 17:01
Aggiornamento : 19:40

'Lasciateci giocare', l'appello dei presidenti alle autorità

Lettera aperta dei vertici delle squadre di National League a Consiglio federale e Consigli di Stato, affinché le stagione possa proseguire e concludersi

La National League vuole continuare a giocare. Fino al termine della stagione e davanti al pubblico, nella ragione di due terzi della capienza dei singoli stadi. Beninteso, nella rigorosa applicazione dei piani di sicurezza stilati e approvati dalle autorità sanitarie in vista della parziale riapertura di inizio ottobre. È questo, in sintesi, il contenuto di una lettera aperta, indirizzata al Consiglio federale e ai Consigli di Stato dei singoli cantoni, da parte dei presidenti delle dodici compagini della massima lega svizzera di hockey. Lettera nella quale, dopo aver elencato tutti gli sforzi, organizzativi e finanziari, intrapresi in accordo con le autorità e in base alle quali il Parlamento ha provveduto ad adattare il suo progetto di aiuti in liquidità, i presidenti chiedono risarcimenti a fondo perso nel caso in cui le regole venissero nuovamente modificate.

Di seguito riportiamo la presa di posizione dei responsabili delle squadre di National League.

"Signore e signori Consiglieri federali, signore e signori Consiglieri di Stato,

In una riunione congiunta, i presidenti dei club di National League hanno deciso all'unanimità di fare tutto il possibile per portare a termine la stagione di hockey.

Il calcio e l'hockey su ghiaccio sono di enorme importanza nel nostro Paese - socialmente, economicamente e in termini di salute. È quindi fondamentale che lo sport sia praticato anche in tempi di crisi - per la squadra, per gli juniores, per i tifosi, per lo staff, per i partner e per l'intera popolazione. Non dobbiamo permettere al Coronavirus di dettare e proibire le nostre vite.

Adottando le misure adeguate, dobbiamo, vogliamo e possiamo giocare a hockey davanti ad un pubblico anche durante una pandemia!

- Per questo motivo, tutti i club di National League hanno sviluppato piani di protezione per la stagione 2020/21 che sono stati considerati esemplari e hanno superato la prova pratica: non ci sono stati casi superspreader, né negli stadi, né all'esterno, né prima né dopo le partite.

- Pertanto, tutti i club di National League hanno accettato di non poter accogliere tutti gli spettatori, cioè di non poter servire tutti i loro clienti, ma solo un massimo di 2/3 della loro capacità (già ridotta dall'eliminazione dei posti in piedi).

- Per questo motivo, tutti i club di National League hanno immediatamente ridotto i propri costi e hanno attuato o sono in procinto di attuare sostanziali riduzioni salariali - per i salari di alto livello, dei giocatori e di altri dipendenti.

- Per questo motivo i tifosi e il pubblico hanno pure rinunciato al rimborso parziale dei biglietti, molti sponsor non hanno ancora ridotto i loro impegni e i fornitori hanno prorogato i termini di pagamento.

- Per questo motivo gli azionisti di tutti i club di National League accettano grandi deficit per il 20/21 e sono pronti a sostenere questo onere, purché la loro esistenza non sia a rischio.

Grazie a tali misure e ai nostri piani di protezione, vogliamo e potremmo continuare a giocare a hockey davanti a un massimo di 2/3 del nostro pubblico abituale. Non vogliamo arrenderci a un virus, né come club né come persone.

I grandi sforzi che sono stati fatti per attuare i concetti di protezione si stanno rivelando inutili a causa delle vostre (previste) decisioni. Abbiamo costruito la stagione su una base finanziaria che ora ci viene tolta. Questo è ingiusto, perché ci siamo adattati alle misure e il Parlamento ha adattato ad esse anche il suo progetto di aiuti di liquidità È sproporzionato perché i nostri concetti funzionano e la vita sociale deve continuare malgrado il Coronavirus.
A tutto ciò le migliaia di tifosi non sono indifferenti, il pubblico non è indifferente, e né la Confederazione né i Cantoni dovrebbero essere indifferenti. Lasciate che i nostri giocatori giochino a hockey! Se non gli è permesso farlo davanti a persone che provano emozioni perché l'avete proibito, allora risarciteci e prometteteci degli aiuti a fondo perso per far fronte alle ulteriori perdite che ci imponete. Fate in modo che l'hockey svizzero non sia vittima del Coronavirus e che possiamo giocare la stagione fino alla fine. Per i tifosi, per lo sport, per la salute del nostro Paese.

I presidenti dei club di National League (in ordine alfabetico)
Beat Brechbühl (Sc Bern) Gaudenz F. Domenig (Hc Davos) Walter Frey (Zsc Lions) Peter Jakob (Scl Tigers) Filippo Lombardi (Hc Ambrì-Piotta) Vicky Mantegazza (Hc Lugano) Konrad Müller (Sc Rapperswil-Jona Lakers) Patrick de Preux (Lausanne Hc) Patrick Stalder e Stéphanie Mérillat (Ehc Biel-Bienne) Laurent Strawson (Genève-Servette Hc) Hans-Peter Strebel (Ev Zug) Hubert Waeber (Hc Fribourg-Gotteron)".

HOCKEY: Risultati e classifiche

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved