ambri-la-generosita-e-premiata
HOCKEY
Risultati e classifiche
TOP 10 HOCKEY MANAGER
1
EHCB
1523
2
Iselis Punktebuebe
1511
3
HC Contone
1490
4
Microsoft Excel
1446
5
The Fragno team
1440
6
DuMolesonOnYVoitMaMaison
1439
7
Robin.B
1431
8
TrigoAce1
1425
9
Chelsea HC
1388
10
Stephane_Combe
1388
ULTIME NOTIZIE Sport
Hockey
2 min

Il Lugano almeno un mese senza il canadese Josephs

L’attaccante 27enne, autore di una rete e due assist nelle prime sei partite, ha riportato la frattura del malleolo laterale della caviglia destra
Tennis
2 ore

La Laver Cup orfana delle stelle Federer, Nadal e Djokovic

L’evento spettacolo che mette di fronte una squadra europea e una del resto del mondo dovrà fare a meno quest’anno delle tre superstar per infortuni o riposo
Formula 1
13 ore

Al mitico Gran Premio di Montercarlo cade una tradizione

Dal 2022, il weekend di corsa sarà su tre giorni, e non più su quattro. L’annuncio alla Cnn: niente più prove libere il giovedì, format uguale agli altri Gp
BASKET
15 ore

Un Lugano fatto in casa. ‘Con i suoi pregi e i suoi difetti’

Tutto è pronto all’Elvetico per una nuova stagione. L’ultima del presidente Cedraschi? ‘Servono persone che prendano gradatamente il nostro posto’
Ciclismo
17 ore

Crono a squadre miste dal sapore amaro per la Svizzera

Il sestetto rossocrociato si ritrova ai piedi del podio iridato, preceduto di cinque centesimi dall’Italia
Ciclismo
17 ore

Nel 2022 un Tour de Romandie anche al femminile

In attesa della pubblicazione del calendario agonistico per la prossima stagione (prevista il 1° ottobre), lo anticipa l’Uci
Pallavolo
18 ore

Passo dopo passo, verso il vertice delle gerarchie nazionali

Al via della nuova stagione, il Volley Lugano si presenta con una rosa rimaneggiata. E con un taglio più professionale
Hockey
18 ore

La fine dell’era Fasel: ‘Non ho mai pensato di mollare’

Ultime ore alla presidenza dell’Iihf per l’ex dentista friborghese, che lascia dopo 27 anni. ‘Canadesi e nordeuropei non avevano vissuto bene la mia elezione’
Calcio
18 ore

Spazio al Lugano di Croci-Torti, aggressivo e coraggioso

Domani i bianconeri ricevono a Cornaredo il Grasshopper: ‘Avversario solido, ben impostato e duttile. Dovremo mettere in campo le nostre migliori qualità’
Hockey
20 ore

Daniel Vukovic dice basta: fine della carriera

Rimasto senza contratto al termine della passata stagione, il difensore (ex Rapperswil e Ginevra) appende i pattini al chiodo
Hockey
08.12.2019 - 18:250

Ambrì, la generosità è premiata

Grazie a un tocco di Zwerger i biancoblù battono lo Zugo al prolungamento. In un pomeriggio, però, macchiato da un nuovo infortunio, quello occorso a Conz

I leventinesi sconfiggono lo Zugo 3-2 all’overtime al termine di una gara spettacolare e piena di penalità, in cui – però – i biancoblù devono fare i conti anche con un nuovo infortunio, quello occorso a Benjamin Conz. In un domenica in cui si rivede nel lineup lo sloveno Sabolic, che prende il posto dell’infortunato Upshall.

Nel pomeriggio della Valascia la prima vera chance è per lo Zugo dopo 4’, ma il backhand di Martschini viene intercettato da Conz. L’Ambrì risponde subito con Matt D’Agostini e Robert Sabolic, che provano a infilare Hollenstein: gli arbitri vanno a rivedere le immagini in tivù e stabiliscono che il tocco dello sloveno è effettivamente finito in porta. Poco dopo lo Zugo perde Leuenberger, dolorante dopo uno scontro di gioco. Al 7’ Hofmann ha una grande occasione, ma Conz risponde presente. Il primo powerplay della giornata è per gli ospiti: dapprima Zehnder fallisce il pareggio, poi Müller in contropiede sfiora il raddoppio. Al 14’ l’Ambrì può giocare per 1’17’’ in doppia superiorità numerica. Clamorosamente è però lo Zugo ad avere la migliore opportunità, con Kovar fermato in extremis da Conz. La partita è molto rognosa, fioccano le penalità, Jelovac e Albrecht si concedono anche un intermezzo di... lotta svizzera. Nel finale di periodo è Sabolic con una deviazione ad andare vicino al raddoppio.

Nel tempo centrale dopo pochi secondi Martschini si presenta solo davanti a Conz, ed il portiere a vincere il duello. Sul fronte opposto tocca poi a Neuenschwander impegnare Hollenstein. La sfida è aperta, pure Schlumpf manca una favorevole chance. Più scaltro invece D’Agostini: il topscorer infila al 25’ il punto del 2-0 sfruttando un errore di Zryd. L’Evz tenta la reazione, un tiro di Hofmann da posizione invitante viene intercettato dall’ottimo Conz. Non c’è un attimo di respiro, Dopo una deviazione pericolosa di Martschini, sulla ripartenza biancoblù Rohrbach non riesce a concretizzare. Al 32’ lo Zugo dimezza lo scarto grazie a Zehnder, abile a sporcare un backhand di Lindberg. Dopo un powerplay sprecato dall’Ambrì, sono i Tori a giocare con l’uomo in più: Martschini, Hofmann e Zehnder al 37’ impegnano severamente Conz. Nella circostanza l’estremo difensore s’infortuna, e al suo posto entra Manzato. Il 35enne, a freddo, è bravo a fermare un tentativo di Simion. Al 38’10’’ l’Ambrì esulta di nuovo, dopo che Müller realizza il 3-1, ma il gioco era già stato interrotto. Pur se si è trattato di un fischio prematuro da parte degli arbitri, dato che Hollenstein non aveva ancora controllato il disco. All’ultimo secondo della frazione, poi, Hofmann a tu per tu con Manzato fallisce il pareggio.

Gli ultimi 20’ vedono l’Ambrì sprecare in entrata 6’ di powerplay praticamente consecutivi. I rimpianti sono specialmente per il palo colpito da Flynn e l’opportunità ghiotta non trasformata da Rohrbach. Al 50’ è poi Hollenstein a salvare su tiro di Dal Pian, ma al 51’ – in superiorità – arriva il 2-2 ottenuto da Diaz con uno slap dalla linea blu. I leventinesi non si scoraggiano, si buttano nuovamente avanti e sfiorano il nuovo vantaggio, ma il tentativo di Zwerger è respinto da Hollenstein. A 5’ dal 60’ sopracenerini si ritrovano nuovamente con il vantaggio numerico sul ghiaccio, ma lo Zugo è intrattabile e la sfida finisce così al supplementare. Dove al 61’22’, alla prima vera occasione, Zwerger decide la contesa, regalando ai ticinesi il secondo punto in palio.

HOCKEY: Risultati e classifiche

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved