Hockey
20.09.2019 - 22:270
Aggiornamento : 21.09.2019 - 00:48

Primo punto stagionale per l’Ambrì Piotta

Due volte in vantaggio, i leventinesi si fanno riprendere dal Ginevra Servette, che poi risolve la partita ai rigori. Alla Valascia finisce 2-3

L’Ambrì Piotta rompe il ghiaccio. Ma il punto messo in carniere nella sfida con il Ginevra Servette, per quanto mostrato sull’arco dell’intera partita, non soddisfa.

Stavolta il primo allungo lo concretizza la formazione di Luca Cereda, che sfruttando il primo powerplay della serata (espulso Fehr dopo nemmeno un minuto di gioco) apre le danze grazie a una cannonata di Zwerger (forse deviata da Hofer). Poi, per tutto il resto del primo tempo, i biancoblù esercitano una sensibile supremazia territoriale, giustificando il vantaggio con un’altra manciata di buone opportunità per addirittura incrementarlo. Ma alla prima pausa si arriva ancora su quell’1-0 maturato dopo 1’41” di gioco.

Il punteggio torna però in parità al 23’02” grazie a uno spunto personale di Le Coultre. Poi, sulla seconda penalità della serata sul conto di Nick Plastino, la partita si ravviva. Segna dapprima l’Ambrì Piotta con Fora, ma 28 secondi più tardi arriva il nuovo pareggio, siglato da Maillard. Il secondo tempo, in cui il Ginevra Servette si fa preferire ai biancoblù, si chiude così sul 2-2.

Negli ultimi 20 minuti dei tempi regolamentari i biancoblù tornano padroni del ghiaccio, provando un po’ in tutti i modi a scardinare la porta avversaria. Ma Descloux abbassa la saracinesca, e il match scivola così oltre il sessantesimo. L’overtime è un susseguirsi di emozioni. Le più grandi le creano Maillard e Wick sul fronte degli ospiti, D’Agostini per i ticinesi. Ma anche quest’appendice si chiude con un nulla di fatto. Si va così ai rigori: al Ginevra Servette ne bastano 3 per risolvere a suo favore la contesa. Segnano Smirnovs, Richard e Wingels, nessuno per l’Ambrì Piotta.

Potrebbe interessarti anche
Tags
ambrì piotta
ginevra servette
piotta
punto
ambrì
ginevra
primo
servette
partita
vantaggio
© Regiopress, All rights reserved