laRegione
Nuovo abbonamento
HOCKEY
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
CALCIO
45 min
Partita rinviata per Covid-19 nel torneo della Mls
Negli Stati Uniti un test positivo e un secondo caso sospetto fermano la sfida tra Dc United e Toronto
Gallery
Calcio
1 ora
Questo Lugano fa e disfa, alla fine è 'solo' pareggio
Bianconeri in doppio vantaggio alla pausa, sul 3-0 al 47', ma beffati dalla rimonta del Lucerna (3-3) trascinato da Schürpf. Palo di Lavanchy al 93'
CICLISMO
1 ora
Stefan Küng firma il poker ai 'nazionali' a cronometro
A Belp ha preceduto Dillier e Bissegger. Tra le ragazze juniores, terzo posto per la ticinese Linda Zanetti
FORMULA 1
2 ore
Hamilton domina il Gran premio di Stiria
Il britannico vince davanti al compagno di squadra Bottas. Al primo giro Leclerc tocca Vettel e le Ferrari sono costrette al ritio
Gallery
Calcio
4 ore
Renzetti: 'Faranno di tutto per farci proseguire'
A meno di due ore dal calcio d'inizio di Lucerna-Lugano, ci si interroga sul prosieguo di una stagione macchiata dal caso Kryeziu
CALCIO
5 ore
Il futuro del Manchester City nelle mani del Tas
Attesa per domani mattina la sentenza del Tribunale dello sport sul ricorso del club inglese, il quale rischia due anni di sospensione dalle Coppe europee
ATLETICA
9 ore
Ajla Del Ponte brilla anche a Bulle
Al meeting della Gruyère la ticinese ha corso i 100 metri in 11''08 miglior prestazione europea della stagione
CALCIO
2 gior
Casi di Covid-19 a Zurigo e Gc, rinviate le partite
Le due squadre in quarantena fino al 17 luglio a seguito della malattia di Mirlind Kryeziu e Amel Rustemoski
FORMULA 1
2 gior
Racing Point da urlo? C'è una spiegazione
Lawrence Stroll ha costruito una trama di alleanze che porterà alla futura Aston Martin il know-how della Mercedes. Intanto, in Austria Verstappen è il più veloce
CALCIO
2 gior
A Lucerna il Lugano non vuole partire battuto
Dopo la bella prestazione contro il San Gallo, i bianconeri puntano a un successo in trasferta che li avvicinerebbe di molto all'obiettivo finale della salvezza
CALCIO
2 gior
Primo caso di coronavirus in Super League
Il difensore dello Zurigo Mirlind Kryeziu positivo al Covid-19. Ha sintomi lievi e si trova in quarantena
CALCIO
2 gior
Per il Basilea c'è il Wolfsburg o lo Shakthar
Europa League, effettuato il sorteggio per i quarti di finale. I renani nel ritorno degli ottavi devono difedere il 3-0 contro l'Eintracht
Hockey
06.08.2019 - 06:000

Spooner e il Lugano: 'È l'occasione per ripartire'

Primo allenamento sul ghiaccio per il canadese, primo colpo di mercato targato Domenichelli. 'Arrivo da una stagione difficile e ora mi voglio divertire'

Volo transoceanico con atterraggio di domenica, poi primo allenamento nella mattinata di ieri con il corpo ancora segnato dal jet-lag. Sono state ventiquattro ore decisamente intense quelle del nuovo straniero del Lugano Ryan Spooner, il centro canadese primo colpo di mercato targato Hnat Domenichelli che non ha perso tempo e si è subito messo a disposizione del tecnico Kapanen.
Per il 27enne di Ottawa inizia ufficialmente una nuova avventura. Avventura che per lui coincide anche con una preziosa opportunità di rilancio, dopo il buyout dello scorso anno da parte dei Vancouver Canucks, che l’ha spinto a cercare una sfida oltreoceano. «Sono reduce da una stagione complicata soprattutto sul piano mentale – racconta Spooner –. È stata però utile però per crescere dal punto di vista caratteriale. Mi piace l’idea, adesso, di poter ricominciare, di ripartire da zero».
Le impressioni dopo il primissimo contatto con il ghiaccio della Cornèr Arena sono buone. Adesso uno degli obiettivi principali è quello di lavorare e prepararsi al meglio per l’inizio del campionato. «Mi sento bene e ho trovato un gruppo composto da ragazzi che hanno delle qualità importanti. Possiamo divertirci. Il coach mi ha chiesto di allenarmi bene e di ricercare le migliori sensazioni».

Per il 27enne di Ottawa la sfida è doppia. ‘Le piste larghe? Mi servirà del tempo per abituarmi, ma ci ho già giocato’.

Il passaggio dal Nordamerica all’Europa rappresenta un cambiamento notevole. Tuttavia, la scelta di abbracciare il progetto bianconero è stata convinta. «Ho deciso che era la soluzione giusta per me – spiega Spooner –. Ne ho parlato con diverse persone, tra cui Patrice Bergeron (che giocò alla Resega durante l’ultimo lockout, nella stagione 2012/ 2013, ndr), e tutte mi hanno raccontato solox cose positive su questa realtà: dal club, alla città fino ai tifosi, che mi dicono essere grandiosi». Rispetto agli States o al Canada, anche il preseason viene strutturato in maniera differente: la preparazione in Svizzera inizia un mese prima rispetto alla National Hockey League. «È una novità per me, ma ho già avuto modo di allenarmi da solo nelle settimane precedenti, sia pattinando sia facendo molti esercizi in palestra».
Spooner ha ora il compito di inserirsi in un gruppo che lavora assieme sul ghiaccio già da una settimana, e di assimilare le idee di gioco proposte dal nuovo allenatore Sami Kapanen, che prevedono un gioco offensivo. «Già questa mattina abbiamo lavorato sia sulla difesa, sia sull’attacco, per ridurre la distanza tra i reparti e minimizzare le occasioni di ‘turnover’ ai nostri avversari». In Europa, però, l’hockey è un po’ diverso, vista la diversa dimensione delle piste, più larghe rispetto a quelle statunitensi o canadesi. «Ho già giocato sulle piste larghe nel 2010, quando presi parte ai Mondiali Under 18 in Bielorussia. Quindi so bene che il ghiaccio è... grande, e si tratta certamente di un bel cambiamento, perché c’è molto più spazio a disposizione. Ci vorrà un po’ di tempo per abituarsi, ma credo che mi divertirò. In un campionato in cui so che il livello è senza dubbio elevato».
Il primo auspicio del nuovo straniero è semplicemente quello di «giocare bene, aiutare la squadra ed essere il miglior giocatore possibile».
Lui che si definisce un giocatore a cui «piace avere il disco sul bastone, per cercare di sfruttare le mie qualità». Ovvero l’abilità manuale, unita alla sua intelligenza hockeistica. Due qualità che torneranno senz’altro utili al Lugano anche nel gioco in superiorità numerica, esercizio in cui i bianconeri, specialmente all’inizio, avevano parecchio faticato nella passata stagione. «Sono abituato a giocare in powerplay, in particolare nei tre anni a Boston venivo impiegato con regolarità dall’allenatore in quel tipo di situazioni. Ho invece un po’ perso l’abitudine a giocare in boxplay».
Ora non resta che attendere di capire quando Spooner farà il suo debutto in bianconero: o giovedì sera nell’amichevole di Biasca contro i Ticino Rockets o, più probabilmente, sabato pomeriggio alla Cornèr Arena contro il Rapperswil.

HOCKEY: Risultati e classifiche

Guarda le 3 immagini
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved