Keystone
Hockey
19.02.2019 - 21:570

Questo sì che è un grande Lugano

I bianconeri espugnano Losanna con un netto 7-0 e tornano sopra la linea

È con un sonoro cappotto rifilato al Losanna che il Lugano torna dopo tanto tempo sopra la linea. Sulla pista dei vodesi, i bianconeri si presentano con il rientrante Chorney. Walker, diventato proprio oggi papà di una bambina di nome Sofia, è ancora ai box. Lo straniero in soprannumero è Haapala, mentre torna in squadra Vedova. In tribuna finiscono invece Ronchetti e Jecker. Nel Losanna, assenti Herren e Londbohm entrambi malati, torna titolare in porta Boltshauser, reduce da un infortunio al ginocchio. Zurkirchen, pure leggermente malato, è la riserva.
Il Lugano parte subito alla grande e domina il primo tempo. Già al 2’ Sannitz, ben servito da Bürgler trova il vantaggio. I bianconeri hanno perlopiù il possesso del disco e quando non è il caso effettuano una grande pressione. Inoltre quasi tutti i duelli alla transenna vengono vinti dagli ospiti. Al 9’ arriva il raddoppio ottenuto da Fazzini, dopo ingaggio vinto da Romanenghi. Nella circostanza Boltshauser non è perfetto. I ticinesi restano i padroni della situazione e al 16’ arriva anche la terza rete ottenuta da Lapierre. Il pubbblico locale fischia i propri beniamini, comunque reduci da 6 vittorie filate. Anche nel secondo tempo è il Lugano a farsi preferire. I bianconeri, serppur attaccando evidentemente meno, gestiscono il vantaggio con bravura e serenità. Al 31’ Hofmann, su assist di Bürgler, confeziona la quarta segnatura. Il Losanna prova a reagire e per la prima volta effettua un po’ di pressione, ma i sottocenerini non vanno mai in affanno. Il terzo periodo è ormai solo cosmetica. I bianconeri controllano la contesa prima di colpire nuovamente nel finale. Bertaggia e Riva al 56’ segnano altre due reti, poi Lajunen al 59’ sigla il definitivo 7-0. È un trionfo.

 

 

 

Tags
lugano
bianconeri
losanna
tempo
© Regiopress, All rights reserved