WAS Capitals
2
Detroit Red Wings
3
fine
(1-0 : 1-1 : 0-1 : 0-1)
FLO Panthers
4
BOS Bruins
1
fine
(1-1 : 1-0 : 2-0)
CHI Blackhawks
2
TOR Leafs
3
fine
(2-0 : 0-1 : 0-1 : 0-1)
DAL Stars
2
VEGAS Knights
1
2. tempo
(1-1 : 1-0)
EDM Oilers
1
PHI Flyers
2
1. tempo
(1-2)
WAS Capitals
2
Detroit Red Wings
3
fine
(1-0 : 1-1 : 0-1 : 0-1)
FLO Panthers
4
BOS Bruins
1
fine
(1-1 : 1-0 : 2-0)
CHI Blackhawks
2
TOR Leafs
3
fine
(2-0 : 0-1 : 0-1 : 0-1)
DAL Stars
2
VEGAS Knights
1
2. tempo
(1-1 : 1-0)
EDM Oilers
1
PHI Flyers
2
1. tempo
(1-2)
zandvoort-ovvero-la-casa-di-verstappen
La 'muraglia' arancio pronta a sostenere l'idolo di casa (Keystone)
SPORT
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
Calcio
5 ore

Kwadwo Duah infrange il sogno del Chiasso

I rossoblù ci credono ma l’exploit di Coppa sfuma al supplementare. La soddisfazione di Vitali: ‘Sono orgoglioso della prestazione offerta dai ragazzi’
Gallery
Calcio
7 ore

Croci-Torti: ‘Emozioni fortissime e un po’ di commozione’

Celar e Amoura firmano il 2-1 ai danni dello Young Boys che vale il passaggio ai quarti di Coppa contro il Thun. Il Crus: ‘Dedicata a Cao’
RUGBY
7 ore

La demenza dopo le botte alla testa. ‘Ora sono spaventato’

Il racconto di Bobbie Goulding e di altri ex campioni vittime dei colpi ricevuti in campo. ‘Trattati come pezzi di carne, non come degli esseri umani’
Hockey
8 ore

È il momento del ritorno di Arno Del Curto. Con l’Austria

L‘ormai sessantacinquenne tecnico grigionese fungerà da assistente a Roger Bader nel quadrangolare di Jesenice. ‘Sono felice che voglia darci una mano’
VELA
9 ore

Vendée Globe, Alan Roura e il mecenate che fabbrica i sogni

Alla sua terza campagna intorno al mondo, il ginevrino sarà al timone di Hugo Boss 7, l’Imoca da 4 milioni ricevuta in dono da un personaggio misterioso
GINNASTICA
12 ore

Hitomi lascia l’ospedale. Sulle proprie gambe

La ventunenne giapponese era caduta mentre si allenava in vista della finale dei Mondiali. ‘Sono dispiaciuta di non aver potuto soddisfare le aspettative’
Hockey
13 ore

Zugo, Dario Simion sotto i ferri

L’attaccante valmaggese è stato operato a una gamba, dopo essersi tagliato martedì con un pattino di un avversario. Dovrà star fuori all’incirca due mesi
Hockey
15 ore

McSorley padrone a Sierre, non in pista ma con la pista

L’allenatore canadese del Lugano guida una cordata che ha firmato due lettere d’intenti con club e città vallesani per la costruzione di un nuovo impianto
Calcio
15 ore

Il difensore del Bayern Monaco Lucas Hernandez evita il carcere

Il Tribunale Provinciale di Madrid ha accolto il ricorso del calciatore, sospendendo l’esecuzione della pena di sei mesi per maltrattamenti
Tennis
16 ore

Tra Djokovic e l’Australian Open c’è Victoria

Lo Stato di cui Melbourne è capitale ha escluso di accordare un permesso speciale ai giocatori non vaccinati, tra i quali ci sarebbe anche il serbo
Formula 1
03.09.2021 - 21:470

Zandvoort, ovvero la ‘casa’ di Verstappen

Saprà l'onda arancione spingere l'olandese in cima alla classifica finale della gara di domenica?

È il weekend nel quale Kimi Raikkonen si presenta da oramai pilota in uscita, alla tredicesima prova di un Mondiale che per Verstappen sembrava molto bene instradato, ma che invece alla prova dei fatti si sta rivelando più complicato del previsto.

Ma andiamo con ordine... Il finlandese ha comunicato da solo e rapidamente la sua decisione, che all'interno vi narravamo da tempo, certi del fatto che non lo vedremo molto in giro, specialmente nel mondo della F1. Magari nei rally, o nell'hockey su ghiaccio; lui, del resto, non ha mai amato sino in fondo il corollario del Circus. Ha sempre privilegiato la pista alle conferenze stampa, gli scherzi con i suoi meccanici piuttosto che le serate con gli sponsor. Si è goduto sempre figli e moglie su ogni circuito, e ha fatto unicamente la parte che più ha amato fra quelle che impongono il mestiere di pilota. Mancherà specie, per certe mitiche risposte radio; su tutte 'stai zitto so quello che devo fare'.

Ed eccoci al secondo tema che tiene banco nel weekend. La marea arancione sta aspettando il suo pupillo Max per portarlo in cima alla classifica della corsa di domenica. Ieri, nelle libere, ha girato alla ricerca dell'assetto gara, con un alettone a cucchiaio tutto nuovo al posteriore e alla ricerca di una portanza aerodinamica sempre migliore. Per le ragioni poc'anzi elencate non ci si deve pertanto farsi ingannare dai tempi che lo vedono un poco attardato, visto che è piu concentrato alla ricerca del passo gara che del giro veloce, che la Red Bull possiede ampiamente di suo. Esatto opposto da quanto messo in campo ieri dalla Ferrari, che per volontà del tecnico transalpino Mekies ha portato in pista una monoposto completamente assettata sul giro secco.

Zandvoort è assai simile a Budapest, e dunque permette alla Rossa di spingersi meglio in cima che non a Spa, ma deve fare un tempone in qualifica, visto che sorpassare, su questo circuito è quasi un miraggio. Essere in cima allo schieramento diviene pertanto fondamentale.

Da annotare, per quel che concerne la giornata di ieri, il boato del pubblico che già gremiva ampiamente le tribune colorando di arancione gli spazi quando, dopo soli 6 minuti delle seconde libere, Hamilton ha avvertito un calo di potenza e ha fermato la monoposto per non danneggiare il propulsore: solo nella notte tra su oggi si saprà se sarà da sostituire o no. Quello che è certo è il fatto che la sua Mercedes-Benz nelle prime libere di ieri avesse comunque staccato un buonissimo cronometro.

La lettura della tabella tempi quindi non deve ingannare: di certo nelle qualifiche odierne i migliori torneranno a essere i migliori, senza sorprese eccessive. L'asfalto nuovo e la strettezza di taluni passaggi, poi, renderà impegnativa la gara, molto aperta a errori di guida e di scelta dei piloti, come abbiamo annotato ieri. Mazepin e Vettel ad esempio, che hanno attardato le prove per bandiere di protezione. Molto bene entrambe le Alpine, con Ocon di nuovo scintillante fresco di vittoria ungherese, considerando Spa uno spiacevole errore della Fia, e con Alonso che al netto delle bandiere rosse si è dimostrato regolare e pulito. Ha dichiarato la sua preoccupazione per il traffico, come tutti, e una pista difficile da gestire, ma anche divertente nelle paraboliche.

In seno alla Sauber buon tempo di Giovinazzi, che ovviamente sente il fiato sul collo di una decisione oramai presa anche per lui. Al netto delle voci che danno anche Vasseur partente dal team, il cambiamento tanto caro a Stellantis in quel di Hinwil è iniziato. Questione di giorni l'annuncio di Bottas, mentre si dice che Mick Schumacher faccia il suo rientro in Svizzera dopo il veto che la stagione scorsa, per dispetto, aveva messo Binotto della Ferrari. Querelle che sembra appunto rientrata.

SPORT: Risultati e classifiche

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved