f1-verstappen-e-hamilton-scintille-e-accuse
SPORT
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
Calcio
4 ore

Lugano vittorioso sui campioni nella serata degli addii

Nell’ultima della stagione a Cornaredo (2-1 contro lo Zurigo) salutano il club Lovric, Lavanchy, Custodio, Baumann e Yuri. Maric si ritira ma forse resta
Calcio
6 ore

Maric dice basta, Lovric, Custodio e Lavanchy salutano Lugano

Nel pre-partita dell’ultima sfida casalinga della stagione ringraziati il difensore 38 e i partenti, tra cui il portiere Baumann e il brasiliano Yuri
TENNIS
7 ore

Il francese Moutet sulla strada di Stan Wawrinka

Il vodese affronterà il 23enne mancino al primo turno del Roland-Garros. In caso di vittoria potrebbe incontrare subito Rafael Nadal
Hockey
7 ore

La ‘maratona di Helsinki’ alla Germania

Basta un gol ai tedeschi per superare la Danimarca. Vittoria Usa alla distanza contro la Gran Bretagna
Hockey
8 ore

L’Ambrì lancia la campagna abbonamenti

Le tessere saranno valide per tutte le partite di campionato, post season e amichevoli. Introdotto anche il club sale
PALLANUOTO
9 ore

Gli Sharks vogliono addentare la Coppa Svizzera

Sabato nella cornice del Lido di Lugano, è in programma la finalissima tra i padroni di casa e il Kreuzlingen
CICLISMO
9 ore

La prima di Oldani da prof, Lopez sempre in rosa

Seconda vittoria azzurra consecutiva sul traguardo di Genova, dove la carovana ha attraversato il nuovo ponte San Giorgio
CALCIO
10 ore

Sei donne selezionate tra gli arbitri di Qatar 22

La più conosciuta, la francese Stéphanie Frappart, ha già diretto in Champions League maschile. Nessuno svizzero tra i 105 convocati
hockey
10 ore

Greg Ireland a ruota libera

L’Italia, il suo passato, il suo futuro e i suoi pensieri. Lunga intervista con l’ex tecnico del Lugano
BASKET
10 ore

Delusione Spinelli per una stagione senza titoli

Coach Gubitosa: ‘Abbiamo pagato cara la sconfitta nella finale di Sb Cup, ma è mancata pure la disciplina. Senza dimenticare infortuni e Covid’
30.07.2021 - 19:49
Aggiornamento : 21:12

F1, Verstappen e Hamilton, scintille e accuse

Finalmente gli appassionati hanno un Mondiale combattuto, con due contendenti veri, che se le danno di santa ragione in pista e fuori

di Paolo Spalluto

Giunti nel torrido Hungaroring ove l'aria era davvero irrespirabile, con temperature elevatissime, a tenere banco prima ancora dei risultati delle libere del venerdì, sono state le querelle e le scaramucce tra Horner e Wolff. In buona sostanza Red Bull ha presentato un reclamo alla Fia nel quale sosteneva la gravità del comportamento anti sportivo di Hamilton, nonché si sottolineava la brutta percezione avuta per la visita fatta da Wolff ai commissari durante la gara per perorare l'innocenza del suo pilota, sui quali potrebbe essere stata esercitata qualche forma di pressione. Il risultato è stato che il ricorso è stato respinto, con alcune frasi sibilline nelle quali la Fia ha dichiarato di non avere gradito l'accusa. Aggiungendo inoltre che, alla luce del fatto che tutto è finito in nulla, non avrebbe a sua volta sanzionato il team bibitaro.

Si arriva così alla conferenza stampa, nella quale i due si trovano fianco a fianco. Da un lato Horner, pur avendo precisato di non avere voluto offendere Hamilton e il team e di continuare a ritenere grave il comportamento del sette volte campione del mondo, accetta la decisione presa. Wolff a sua volta, che aveva emesso in mattinata un comunicato durissimo, ha ammesso il fastidio provato ma ha altresì precisato di non voler gettare altra benzina sul fuoco. La nostra opinione? Questa rivalità in pista e fuori è finalmente oro per la F1 che ha bisogno di personaggi e discussioni.

Freccia d'argento davanti

In pista la ex Freccia d'argento è sempre stata davanti, con Bottas su Hamilton e Verstappen a inseguire. Osservando in special modo il passo gara, quello che viene di solito preparato nella seconda parte di libere, i tempi dei due sono mediamente di tre/quattro decimi migliori dell'olandese. La Ferrari ha svolto il solito allenamento in vista della gara, solo domani sarà possibile capire il reale valore del cronometro della Rossa, che molti danno in recupero. Su tutti Norris che con realismo parla di difformità di mezzi oggettivi a disposizione, pur essendo  motivato a proteggere la terza posizione nella classifica costruttori.

Proprio in casa Ferrari e attorno cresce il malcontento sulla gestione Binotto dei rapporti umani. Parrebbe uscire una rilevante difformità tra l'immagine pubblica solare e quella interna che mira a tagliare fuori i dissidenti. James Allison, ora in quota Mercedes-Benz, è uno di questi. Per non dire di Simona Resta, epurato e mandato alla Haas per la sola colpa di essere troppo chiaro nei giudizi critici di conduzione. Due tecnici che a Maranello farebbero molto comodo ancora oggi. Lo stesso Binotto, non possiamo citare la fonte, è ai ferri corti con Leclerc. Il monegasco proprio non si trova con lui, tanto dall'essersi costruito uno schermo protettivo all'interno del tema, sfogandosi poi in whatsapp con gli amici più cari.

Male Giovinazzi

Molto male Giovinazzi, attardato da un problema nella prima sessione, per poi accumulare giri non felici nella seconda. Intanto a Hinwil abbiamo la sensazione che dei due piloti attuali nemmeno uno sarà nel 2022 in seno alla scuderia. La campagna acquisti è in corso, il team vuole crescere, arriveranno un pilota esperto finlandese e un giovane.

La nomina in Alfa Romeo di Cristiano Fiorio quale responsabile della marca in seno al team è il chiaro segnale che se da un lato Tavares e Imparato hanno speso la loro parola e hanno il peso per restare in F1, ora è tempo di un nuovo approccio e di aumentare l'intensità della relazione. Nemmeno Fiorio però, figlio del grande Cesare e fratello del campione rally Alex, può far sì che arrivino i cavalli attesi dal propulsore Ferrari, contenuti dopo lo scandalo sopito della pompa benzina fuorilegge del 2019.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
formula 1 hungaroring lewis hamilton max verstappen

SPORT: Risultati e classifiche

Guarda le 4 immagini
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved