WAS Capitals
5
COL Avalanche
2
3. tempo
(2-1 : 2-1 : 1-0)
PIT Penguins
1
DAL Stars
1
overtime
(0-1 : 1-0 : 0-0 : 0-0)
NJ Devils
3
SEATTLE KRAKEN
1
2. tempo
(2-0 : 1-1)
TB Lightning
1
FLO Panthers
3
3. tempo
(0-0 : 0-1 : 1-2)
MON Canadiens
0
SJ Sharks
5
3. tempo
(0-3 : 0-1 : 0-1)
BUF Sabres
5
VAN Canucks
2
3. tempo
(1-2 : 1-0 : 3-0)
DETROIT RED WINGS
0
COB Jackets
0
2. tempo
(0-0 : 0-0)
CHI Blackhawks
0
NY Islanders
1
2. tempo
(0-0 : 0-1)
NAS Predators
0
LA Kings
1
2. tempo
(0-0 : 0-1)
MIN Wild
2
WIN Jets
3
2. tempo
(2-2 : 0-1)
EDM Oilers
1
ANA Ducks
1
1. tempo
(1-1)
WAS Capitals
5
COL Avalanche
2
3. tempo
(2-1 : 2-1 : 1-0)
PIT Penguins
1
DAL Stars
1
overtime
(0-1 : 1-0 : 0-0 : 0-0)
NJ Devils
3
SEATTLE KRAKEN
1
2. tempo
(2-0 : 1-1)
TB Lightning
1
FLO Panthers
3
3. tempo
(0-0 : 0-1 : 1-2)
MON Canadiens
0
SJ Sharks
5
3. tempo
(0-3 : 0-1 : 0-1)
BUF Sabres
5
VAN Canucks
2
3. tempo
(1-2 : 1-0 : 3-0)
DETROIT RED WINGS
0
COB Jackets
0
2. tempo
(0-0 : 0-0)
CHI Blackhawks
0
NY Islanders
1
2. tempo
(0-0 : 0-1)
NAS Predators
0
LA Kings
1
2. tempo
(0-0 : 0-1)
MIN Wild
2
WIN Jets
3
2. tempo
(2-2 : 0-1)
EDM Oilers
1
ANA Ducks
1
1. tempo
(1-1)
f1-si-prospetta-un-duello-tra-hamilton-e-verstappen
+4
SPORT
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
Hockey
3 ore

Libor, una doccia e via: ‘Ero stanchissimo’

Lo slovacco al debutto firma una doppietta che ha permesso al Lugano di espugnare la pista di Rapperswil e tornare alla vittoria dopo 3 sconfitte
Hockey
3 ore

Un martedì firmato Inti. ‘Quello è tra i miei gol più belli’

Sotto 2-0 dopo venticinque minuti, l’Ambrì torna in superficie e affossa il Losanna. In una serata in cui c’è curiosità per Frolik, ma la star è Pestoni
Calcio
4 ore

Il Milan perde a Porto e gli ottavi di Champions si allontanano

La squadra di Pioli superata 1-0, nello stesso gruppo il Liverpool s’impone 3-2 in casa dell’Atletico. Vittoria importante per l’Inter contro lo Sheriff.
Hockey
5 ore

Ambrì, ritorno al successo con l’Inti Pestoni show

Sotto di due reti dopo venticinque minuti, i biancoblù tornano a galla e sconfiggono il Losanna grazie a un gol di Burren e alla doppietta del topscorer
Hockey
5 ore

Hudacek, e per il Lugano è subito festa

Una doppietta dello slovacco all’esordio permette ai bianconeri di espugnare 3-1 in rimonta la pista del Rapperswil e tornare al successo dopo 3 ko
Tennis
9 ore

Laaksonen avanti ad Anversa, Golubic e Vögele out a Tenerife

Il 29enne sciaffusano ha raggiunto gli ottavi di finale superando in due set il francese Paire; sconfitte senza appello per la zurighese e l’argoviese
Ginnastica artistica
10 ore

Giulia Steingruber nello staff della Nazionale femminile

La Federazione svizzera di ginnastica ha trovato una soluzione ad interim: fino al 2022 l’allenatore capo sarà il 55enne americano Anthony Retrosi
L’evento
10 ore

Il 30-31 ottobre il weekend dello sport di Lugano

L’iniziativa che sostiene il Pse vedrà coinvolte le società cittadine di calcio, hockey, basket e volley, con previste entrate gratuite per gli abbonati
Ginnastica artistica
10 ore

Stefanie Siegenthaler in finale nel concorso multiplo

Nelle qualificazioni la 21enne russa Angelina Melnikova ha preceduto le americane Leanne Wong (55,749) e Kayla di Cello (55,700)
Calcio
11 ore

Il Chiasso esonera Baldo Raineri, il Kriens Davide Morandi

Alla luce dei deludenti risultati (6 punti nelle ultime 7 partite in Promotion) la società momò ha deciso di sollevare dall’incarico l’allenatore 59enne
podismo
11 ore

Coppa ASTi montagna, Paola Stampanoni imbattuta

Tra gli uomini vince Massera, nelle altre categorie vittorie per Stampanoni, Brusorio, Besomi e Rivera. Sabato il Gir dal diavol a Tesserete
Hockey
12 ore

Salta la prima partita per Covid: oggi niente Davos-Zugo

Almeno 3 giocatori dell’Evz contagiati dal virus dopo la partita in Champions contro i tedeschi del Monaco, fra i quali sono venuti alla luce ben 18 casi
Formula 1
26.03.2021 - 20:070

F1, si prospetta un duello tra Hamilton e Verstappen

Domenica il GP del Bahrein. Per il Mondiale, Mercedes e Red Bull scattano con una lunghezza di vantaggio. La Ferrari mantiene un profilo basso

Il Mondiale 2021 inizia su una pista che poche settimane fa aveva ospitato le uniche prove libere di test delle monoposto, peraltro perturbate da costanti tempeste di sabbia. Di evidente si era visto solo qualche problema iniziale delle Mercedes-Benz che, a giudicare dalle prove, paiono ampiamente superati nei fatti. La stagione scatta quindi domenica alle 17 con la prima di ben 23 gare del 72esimo Mondiale, il 64esimo "Costruttori". Si finirà a metà dicembre, con ben 6 sei gare in più rispetto al 2020. Sono alcuni numeri che ribadiscono il ruolo principe della F1 nel mondo dei motori. Riuscire a proporre tutto questo con la crisi legata al covid-19merita rispetto, gratitudine e ammirazione.

Precisiamo in entrata alcuni punti. Il primo è che le libere del venerdì sono da sempre poco significative, a maggior ragione per quanto riguarda la prima gara dell'anno. Ci si nasconde, si tengono ben nascoste le prestazioni massime, anche se il formato accorciato a una sola ora per ciclo le rende più accattivanti. Anche perché i team devono almeno a scendere in pista e chiedere subito la prestazione. Secondo: ieri è accaduto qualcosa di interessante: 14 monoposto sono racchiuse in un solo secondo. È da molto che non accadeva, e questo ci suggerisce che dobbiamo attendere domani alle 16.00 per capire se si tratta di pretattica, oppure se i valori espressi sono rispondenti alla realtà tecnica.

Red Bull in grande forma

Tali valori per il momento dicono che la Red Bull è in grande forma (i bookmakers inglesi la danno come favorita numero due per il titolo mondiale con Verstappen), che la McLaren si conferma in crescita (Norris sarà certamente anche lui rapidamente tra i migliori), che la Ferrari non è poi così male (Sainz è stato sorprendentemente). Alpha Tauri e il suo pilota giapponese esordiente Tsunoda sono addirittura settimi. Bene anche la Sauber con Giovinazzi tredicesimo, decimo nelle prime libere. Raikkonen è uscito danneggiando il musetto e perdendo tempo al box.

Hanno un poco deluso, ma davvero è troppo presto per emettere qualsivoglia verdetto, Alonso su Alpine Renault e Vettel su Aston Martin. Domani sono attesi al riscatto. L'asturiano entra a pieno titolo nella storia della F1 di cui è stato campione del mondo due volte, ma anche ad Indianapolis, a Le Mans, a Pikes Peak.

Bolla funzionale e collaudata

Stefano Domenicali è profondamente impegnato nello sviluppo della nuova piattaforma 2022 di Liberty Media in stretta relazione con Fia (la federazione internazionale , ndr) ma nel contempo deve cercare di tenere in piedi questo ulteriore anno che potrebbe essere meno peggio del precedente visto che si prevedono da luglio i primi parziali allentamenti Covid-19 in materia di spettatori. La bolla nella quale vive tutto il Circus è oliatissima, i controlli tramite cellulare sul posizionamento delle persone oramai acquisito e funzionante; proprio ieri due meccanici della Aston Martin sono stati trovati positivi e posti in isolamento.

Adesso la domanda che giustamente l'appassionato si pone sono le seguenti: chi vincerà il Mondiale? Finalmente il dominio Mercedes-Benz verrà un poco messo sotto pressione? Quel furbacchione di Hamilton ieri ha reiteramente dichiarato che la Red Bull in questo momento è la macchina da battere, ma sappiamo quanta politica e pretattica il caraibico sappia sviluppare.

Sorprese non da escludere

La sensazione diffusa è di un Mondiale conteso tra Hamilton e Verstappen, con i due che per carattere e profilo meritano entrambi il titolo. Bottas a nostro modo di vedere si confermerà comprimario e nella prossima stagione sarà in altro team, in attesa della probabile rivoluzione a Stoccarda di tutto lo squadrone tedesco.

Fuori da questi giochi il fattore tecnico giocherà un ruolo che potrebbe rivelarsi avvincente. Con il minimo cambiamento apportato alla stagione 2021 che si apre, le monoposto saranno molto ravvicinate tra loro, eccezion fatta per i due top team. In occasioni particolari - nelle quali Mercedes e Red Bull dovessero incontrare problemi - altre scuderie potranno ambire a risultati sorpresa.

La Ferrari ha giocato molto al ribasso ammettendo di avere non molto da dire per il 2021 e annunciando di volersi giocare il tutto per tutto solo nel 202e. I rivelamenti cronometrici per ora non sembrano confermare questa visione un po' limitata.

 

SPORT: Risultati e classifiche

Guarda tutte le 8 immagini
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved