DJOKOVIC N. (SRB)
ANDUJAR P. (ESP)
18:45
 
EURO 2020
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
Tennis
32 min

L’exploit di Hüsler: batte Carreño Busta e vola in semifinale

Secondo succeso in carriera contro un giocatore piazzato nella top 20 per lo zurighese, che a Sofia riesce a piegare la resistenza dell’iberico in tre set
MOTOCICLISMO
2 ore

Aegerter passerà alla Superbike

L’elvetico premiato dalla Yamaha per le sue prestazioni in Supersport
Hockey
6 ore

Torneo a Friborgo per la Nazionale in dicembre

Fissato anche un match di gala sul ghiaccio di Zurigo per il 9 febbraio 2023, contro la Finlandia
Calcio
7 ore

Coppa Svizzera, due ottavi di finale nel 2023

Il match di Super League fra Lucerna e Basilea, rimandato al 9 novembre, impedisce di completare il turno di Coppa entro fine anno
Hockey
8 ore

Tegola Lugano: Calle Andersson si infortuna seriamente

Il difensore bianconero ha riportato una frattura al costato con associata una lesione del muscolo obliquo dell’addome
CANOA
13 ore

Pagaiando in kayak lungo i 1’230 km del Reno

L’emozionante avventura della scorsa estate di due amici ticinesi appassionati di canoa
Calcio
19 ore

Francia, un’inchiesta giornalistica accusa il presidente del Psg

A due mesi dai Mondiali, Libération pubblica la storia di un imprenditore franco-algerino fermato in Qatar ’perché sapeva troppo su Al-Khelaifi’
Formula 1
23 ore

Il digiuno non spaventa Lewis. ‘Se non vinco non casca il mondo’

Domenica si torna in pista a Singapore e il sei volte campione del mondo spera di non restare per la prima volta a secco. ‘Ho sei occasioni per provarci’
CALCIO
1 gior

Urs Fischer prolunga il contratto con l’Union Berlin

Il tecnico zurighese era giunto nella capitale tedesca nel 2018 e l’anno successivo aveva festeggiato la promozione nella Prima Bundesliga
TENNIS
1 gior

Bencic nei quarti di finale, Golubic eliminata

A Tallin la sangallese ha superato con qualche difficoltà la britannica Boulter, mentre la zurighese è stata sconfitta dalla ceca Muchova
CALCIO
1 gior

A due mesi dai Mondiali c’è chi sogna e chi ha gli incubi

Brasile e Argentina sembrano le selezioni più pronte. In Europa bene Spagna e Olanda, mentre per Francia e Inghilterra sono più i dubbi delle certezze
BMX FREESTYLE
1 gior

Il Park di Cadenazzo ospita i Campionati svizzeri

Sabato 1° ottobre (o domenica in caso di brutto tempo) al via una cinquantina di atleti, tra i quali la medaglia olimpica Nikita Ducarroz
Calcio
1 gior

Svizzera - Cechia: le pagelle

Sommer migliore in campo. Bene anche Widmer e Sow. Troppe imprecisioni e prestazione non perfetta per Elvedi
HOCKEY
1 gior

Il primo derby fa bello il Lugano. Bürgler: ‘Troppo impazienti’

I biancoblù iniziano bene, i bianconeri proseguono meglio. McSorley: ‘Col nostro gioco li abbiamo messi in difficoltà. Meritiamo di stare più in alto’
Calcio
1 gior

La Spagna espugna Braga e va alle Final-four

Nations League, il Portogallo è stato sconfitto in casa dagli iberici 1-0
CALCIO
1 gior

Una Svizzera poco brillante batte la Cechia e si salva

Nations League, i rossocrociati faticano ma alla fine si impongono con le reti di Freuler ed Embolo. Decisivo Sommer che para un rigore
hockey
1 gior

Il primo derby è tutto del Lugano

I bianconeri si impongono con autorità alla Gottardo Arena, grazie alla doppietta di Thürkauf e alle reti di Granlund e Andersson
Euro 2020
09.06.2021 - 18:26

Il lusso dei petroldollari per prepararsi al Galles

A Baku la Nazionale rossocrociata che debutta sabato risiede al ‘Bilgah Beach Resort’ e si allena alla ‘Dalga Arena’. In condizioni ideali, benché in bolla

di Stefan Wyss (Ats)/mel
il-lusso-dei-petroldollari-per-prepararsi-al-galles
+8

La delegazione rossocrociata ha preso possesso degli alloggi e delle strutture a essa riservate martedì, al suo arrivo a Baku. Stando alle prime impressioni e ai commenti dei giocatori, l’impatto è stato oltremodo positivo, sia per l’albergo in cui risiedono, sia per la qualità del cibo e dei campi sui quali si svolgono gli allenamenti.

Quando la Nazionale elvetica viaggiò per la prima volta in Azerbaigian (1996, sconfitta 1-0, ndr), l’allora commissario tecnico Rolf Fringer mostrò ai giocatori un video su Baku, per prepararli a una realtà a loro sconosciuta e piuttosto scioccante: immagini di una città a pezzi, con strade dissestate e piene di buchi, tanta povertà e uno stadio fatiscente. Uno sfacelo conseguenza di anni di guerra del Nagorno Karabakh (1988-1994), regione azera a maggioranza armena che si esaurì solo dopo un lungo e precario cessate il fuoco, con 15'000 vittime quale pesantissima eredità.

Città moderna e tirata a lucido

Un quarto di secolo dopo, alla selezione capitanata da Vladimir Petkovic si è presentata una immagine completamente diversa: le strade sono lisce e per lo più riasfaltate di recente. Il tragitto dall’aeroporto al centro della città si dipana lungo viali completamente rimessi a nuovo in quanto parte del circuito cittadino del Gran Premio di Formula 1 andato in scena domenica. Se si abbandona il centro per andare in direzione dello stadio olimpico che fungerà da teatro al match d’esordio della Svizzera, sabato contro il Galles, si solca un’autostrada di otto corsie con un manto impeccabile.

Lo zampino della Socar

Sui vialoni rimessi a nuovo si affacciano edifici imponenti e moderni, che fanno di Baku una sorta di Dubai del Mar Caspio. Un’esplosione di benessere riconducibile al colosso locale, la compagnia petrolifera Socar (“State Oil Company of Azerbaijan Republic”), a lungo uno dei principali partner economici dell’Uefa. Un’alleanza economica che spiega bene il motivo per il quale Baku è una delle undici città ospiti del primo Europeo itinerante della storia: una delle tappe, di quel viaggio voluto dall’allora presidente Michel Platini, non poteva che essere la Dubai del Mar Caspio. Certi favori si restituiscono, è così che funziona.

L’azienda che muove miliardi di petroldollari era già riuscita a fare in modo che nel 2019 Baku ospitasse la finale di Europa League. Ovviamente ha premuto per fare della capitale azera una delle sedi di Euro 2020. Del resto, si parla di una sponsorizzazione straordinaria all’Uefa di 90 milioni di euro. Cifre che possono anche accelerare e orientare una decisione.

Partner scomodo

Il nome della Socar è però sparito da qualche settimana dalla liste dei partner dell’Uefa. I motivi non sono stati resi noti. L’Uefa fa spallucce ma tutto sommato gradisce, giacché la collaborazione così stretta con la compagnia petrolifera era stata duramente criticata per le ingerenze politiche del colosso dell’energia che durante la guerra all’Armenia aveva inneggiato al conflitto attraverso i propri canali social.

Baku è però stata confermata quale sede di Euro 2020, nonché quartier generale della Svizzera per diversi giorni, quelli che la separano dall’incontro di esordio, sabato contro il Galles, e quelli che serviranno a preparare la terza partita del girone, domenica 20 contro la Turchia, una volta tornati in Azerbaigian da Roma, teatro di Svizzera-Italia di mercoledì 16, all’Olimpico.

Città vecchia patrimonio dell'Unesco

La struttura alberghiera scelta dalla delegazione rossocrociata e il “Bilgah Beach Resort” sulla costa settentrionale della penisola sulla quale vivono i due milioni di abitanti di Baku. Il centro città è piuttosto distante, ma in tempi di pandemia non è un dato così rilevante, visto che vigono restrizioni severe circa gli spostamenti della squadra, costretta a vivere in una sorta di bolla. I giocatori possono muoversi liberamente solo in albergo, sul bus, sul campo d’allenamento o allo stadio. L’Uefa proibisce i contatti con il mondo esterno.

La visita alla città vecchia, dichiarata patrimonio dell'Unesco, è alla via dello shopping “Nizami” non sono possibili. «Dobbiamo restare all’interno della struttura alberghiera, giochiamo a carte o alla Playstation, chiacchieriamo», svela Haris Seferovic. «Hotel, bene; cibo, bene; campi d’allenamento, bene», commenta Ruben Vargas.

Dalga Arena trampolino di lancio

Il campo sul quale la Svizzera prepara il suo debutto europeo è la “Dalga Arena”, distante dall’albergo una decina di minuti. Una prima seduta martedì sera, all’arrivo in azerbaigian, poi ulteriori due allenamenti (ieri e oggi), prima della rifinitura di venerdì allo stadio olimpico la cui capienza è di 60’000 spettatori.

Granit Xhaka, Xherdan Shaqiri non sono le prime star che hanno calcato il manto erboso della “Dalga Arena”. Quattro anni fa l’impianto ospitò la fase finale degli Europei U17, torneo al quale presero parte - tra gli altri - l’olandese della Juventus Mathijs de Ligt e il tedesco del Chelsea Kai Havertz. Due fuoriclasse che alla “Dalga Arena” hanno lanciato una carriera che oggi li vede tra i protagonisti assoluti del calcio ai massimi livelli».

Lungo il solco tracciato da De Ligt e Havertz si accoda anche la Nazionale rossocrociata, intenzionata a lanciare nel migliore dei modi il proprio torneo continentale, con un successo ai danni del Galles. «Sarebbe piacevole viaggiare verso l’Italia con tre punti in cassaforte», si sbilancia Seferovic. Massima concentrazione su Bale e compagni, non è più tempo di film su Baku. Tra l’altro, manco sarebbe più una visione drammatica, bensì una proiezione stile “mille e una notte”.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved