Calcio

YB a Belgrado, fondamentale fare punti

I campioni svizzeri fanno visita alla Stella Rossa, squadra con cui probabilmente si giocheranno il terzo posto

3 ottobre 2023
|

Due settimane dopo la sconfitta casalinga subita dal Lipsia (1-3), lo Young Boys giocherà mercoledì al Marakana di Belgrado un match d'importanza capitale contro la Stella Rossa: imperativo per i campioni svizzeri sarà tornare dalla Serbia con almeno 1 punto nel carniere. In un gruppo in cui la qualificazione agli ottavi di finale pare ormai un affare esclusivo per il Manchester City detentore del trofeo e per i tedeschi, i bernesi hanno come massima ambizione il terzo posto finale, che garantirà l'accesso ai sedicesimi di Europa League. «Il nostro obiettivo è ben chiaro: vogliamo giocare in Europa anche nel 2024», ha detto il tecnico giallonero Raphaël Wicky. E l'unico modo per raggiungerlo, l'allenatore lo sa, è fare più punti della Stella Rossa.

Sonfitti 3-1 a Manchester alla prima giornata dopo essere passati in vantaggio, i serbi paiono alla portata dell'YB in cerca di rivincite. Il pensiero corre inevitabilmente a 4 anni fa, quando proprio i belgradesi eliminarono i bernesi ai playoff di Champions League per via della vecchia regola dei gol fatti in trasferta (2-2, 1-1, i parziali). Nelle file giallonere, l'unico reduce di quella doppia sfida dell'agosto 2019 – fra i titolari – dovrebbe essere il gambiano Saidy Janko, che dovrebbe essere schierato esterno destro di una difesa a cinque, proprio come fece contro il Lipsia nella gara d'esordio 15 giorni fa. Wicky ritiene infatti che giocare a quattro, nella fase a gironi di Champions, comporterebbe troppi rischi. Contro i tedeschi il suo 3-5-2, malgrado la sconfitta 3-1, era parso ben funzionare. Con Sandro Lauper e Cheick Niasse preziosi in fase di recupero a metà campo, la formazione bernese aveva saputo reggere piuttosto bene alla supremazia germanica: il vero problema furono le fatali disattenzioni sulle palle ferme.

Per non lasciare ai serbi alcuna chance di portarsi in vantaggio, il portiere Racioppi e l'intera retroguardia dovranno mantenere massima concentrazione durante tutto l'incontro. Confermato titolare malgrado il rientro fra i ranghi di Von Ballmoos, Racioppi al Marakana non avrà vita troppo facile. Per fare risultato, i bernesi dovranno innanzitutto sperare che il loro estremo difensore – 24enne in costante crescita – non commetta alcun errore. E poi, ovvio, servirà un grande contributo dagli attaccanti: Cédric Itten e Meschak Elia hanno appena segnato reti splendide, e speriamo che ciò sia di buon auspicio. Da temere a Belgrado soprattutto l'ambiente, in uno stadio che tradizionalmente incute paura agli avversari già all'uscita del tunnel che porta verso il terreno di gioco.

Pulisic torna a Dortmund

C’è attesa a Dortmund per il ritorno al Westfalenstadion di Christian Pulisic: l'americano vestirà però la maglia del Milan e non quella del Borussia con cui aveva fatto così bene qualche anno fa. I tifosi tedeschi quest'estate sognavano che potesse far ritorno a casa, ma alla fine ad aggiudicarselo dal Chelsea sono stati i rossoneri. Pulisic era stato prelevato dai londinesi per 64 milioni di euro nel 2019, quando aveva solo 21 anni. Coi Blues, l'attaccante statunitense ha alternato momenti positivi ad altri meno fortunati. Due anni fa, aveva ad esempio segnato un gol e fornito un assist nella semifinale di Champions contro il Real Madrid, torneo che poi il Chelsea avrebbe vinto in finale contro il City. Nei due anni seguenti, però, Pulisic ha cominciato a giocare sempre meno e dunque si è iniziato a parlare di una sua partenza. Come detto, un suo ritorno a Dortmund – dove l'americano era giunto quando aveva solo 15 anni e dove aveva debuttato in prima squadra a 17 – pareva possibile, ma poi a vincere l'asta (20 milioni il prezzo) è stato il Milan, che l'ha ingaggiato fino al 2027 con opzione per un'ulteriore stagione. In Lombardia Pulisic si è ben integrato ed è andato in rete nei primi due match disputati. La sua terza rete è giunta invece sabato, in occasione del 2-0 con cui i rossoneri hanno battuto la Lazio in campionato. Nell'attacco milanista c’è pure lo svizzero Okafor, a sua volta a segno due volte in altrettanti incontri. Nel primo turno di Champions, gli italiani avevano pareggiato 0-0 col Newcastle di Fabian Schär, mentre il Borussia di Kobel aveva perso 2-0 sul campo del Psg: entrambe le squadre sono dunque in cerca di punti preziosi.

Resta connesso con la tua comunità leggendo laRegione: ora siamo anche su Whatsapp! Clicca qui e ricorda di attivare le notifiche 🔔
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE