Inter
1
Milan
0
fine
(1-0)
CALCIO
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
IL DOPOPARTITA
34 min

L’Ambrì doma i Leoni. ‘Volevamo pulizia, ci siamo riusciti’

Spacek e Chlapik regalano due punti preziosi ai biancoblù, in una sfida che si anima nel terzo tempo. Negli spogliatoi anzitempo Heim e Kneubuehler
Volley
1 ora

Il Lugano risorge dalle proprie ceneri, Sciaffusa al tappeto

Dopo un avvio a dir poco difficile, le ragazze di Apostolos Oikonomou cambiano volto alla partita vincendo tutti e tre gli ultimi set
IL DOPOPARTITA
4 ore

A Lugano era pazienza, adesso è competizione

I bianconeri si godono il successo sul Kloten e i 61 punti in classifica prima della pausa. ‘Pian pianino stiamo andiamo nella direzione in cui volevamo’
Basket
4 ore

Sam, domenica di festa condita da un successo

Anche se la sfida con il Monthey è davvero brutta. Gubitosa: ‘Viste le premesse contava solo vincere’. Un Lugano incerottato, invece, s’arrende al Nyon
CALCIO
5 ore

Un gol di Di Giusto affossa le ambizioni del Lugano

Bianconeri battuti dal Winterthur al termine di una prestazione poco brillante, ma nella quale qualche occasione per il pareggio c’è comunque stata
Hockey
5 ore

A Zurigo l’Ambrì vince la battaglia dei nervi

I biancoblù ottengono la vittoria all’overtime dopo un match poco spettacolare ma comunque giocato con buona solidità difensiva. Decide tutto Chlapik
CICLOCROSS
6 ore

Van der Poel batte Van Aert e torna campione del mondo

A Hoogerheide, l’olandese vince l’eterno duello con il rivale belga e conquista il suo quinto titolo, succedendo nell’albo d’oro al britannico Pidcock
Calcio
7 ore

Bellinzona ancora senza identità

I granata cedono alla distanza anche contro il Wil e le parti alte della classifica si fanno sempre più lontane
SCI NORDICO
9 ore

Nadine Fähndrich brilla sulle nevi di Dobbiaco

La lucernese, eliminata venerdì nella semifinale dello sprint, sabato ha colto il quarto posto nella 10 km skating
calcio
13.11.2022 - 16:01
Aggiornamento: 16:18

Il Chiasso esce a mani vuote da Carouge

I rossoblù incappano nella seconda sconfitta consecutiva e ora attendono l’assemblea di mercoledì che ne delineerà il futuro

di Emiliano Rossi
il-chiasso-esce-a-mani-vuote-da-carouge
Sconfitta contro una candidata alla promozione

Il Chiasso perde la sua seconda partita consecutiva e dopo essere caduto al Riva IV settimana scorsa torna a casa a bocca asciutta anche da Carouge, dove ha affrontato una delle compagini al momento maggiormente accreditate per il salto di categoria. E ora, in casa rossoblù, si aspetta: mercoledì si terrà l’assemblea probabilmente più importante della ultracentenaria storia del club, quella che sancirà se e come ci sarà un futuro.

Sul bus che riporta la squadra a casa dopo la lunga trasferta le bocche sono cucite. La voglia di parlare non c’è, complici una partita in cui i padroni di casa hanno meritato di vincere, il secondo stop consecutivo dopo un buon periodo di forma e inevitabilmente ciò che succede extracampo. Nei commenti tutti i protagonisti hanno sempre detto che i problemi societari non influenzano le prestazioni, e in effetti si era visto. Adesso la seconda battuta d’arresto filata è sintomo che non si riesce più a isolarsi da quanto accade e preoccupa la piazza? Oppure semplicemente è un momento di calo fisico e mentale dopo buone prestazioni, dato anche che si è incontrata la seconda della classe? A dirlo sarà il tempo (sempre che al Chiasso sia concesso…).

A Carouge si è vista sin da subito una sfida maschia, forse messa sin troppo sul fisico da due squadre comunque di buona classifica. L’Etoile Carouge ha preso immediatamente in mano le redini del gioco, creando di conseguenza alcune buone chance per passare in vantaggio, senza subire alcunché. Il gol che ha aperto le marcature è dunque arrivato secondo logica poco prima della pausa grazie a Vieira. Il Chiasso, però, ha mostrato come spesso accaduto carattere e si è andato a prendere il pari contro l’andamento del gioco. Sugli sviluppi di un corner, bravo il portiere avversario prima su Manicone, si è trovato però fuorigioco sulla successiva respinta di Pani che ha fatto 1-1. Si è trattato però soprattutto di un episodio sporadico, perché nella ripresa è stato ancora l’Etoile Carouge a condurre le danze. Bravo Mitrovic in un paio di circostanze a non permettere ai padroni di casa di ripassare in vantaggio, niente però da fare per lui al 52’ su Simbakoli. Questa volta il Chiasso non è riuscito a reagire, proseguendo il match senza mai dare veramente l’impressione di essere in grado di impensierire la retroguardia della seconda della classe. Il 3-1 arrivato nel finale con Sestino arrotonda il punteggio in una partita che la compagine ginevrina ha meritato di vincere.

I rossoblù scivolano in classifica, e ora non possono che sperare.

Etoile Carouge-Chiasso (1-1) 3-1
Reti: 40’ Vieira 1-0, 44’ Pani 1-1, 52’ Simbakoli 2-1, 85’ Sestito 3-1.
Etoile Carouge: Chappot; Ruefli, Henchoz, Felder, Titie; Caslei (79’ Kapo), Gomis (91’ Magnin), Chappuis; Vieira (91’ Kilezi), Simbakoli, Samba (79’ Sestito).
Chiasso: Mitrovic; Pani, Gentile, Onkony; Mattei (67’ Ortolani), Mbengi (46’ Perissinotto), Kamè, Bezziccheri (64’ Mpon), Stefanovic (46’ Martorana 82’ Anelli); Ronchetti, Manicone.
Note: 500 spettatori. Ammoniti: 20’ Mitrovic, 24’ Stefanovic, 54’ Perissinotto, 68’ Henchoz, 78’ Felder, 83’ Anelli, 83’ Tirapelle.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved