Young Boys
0
Winterthur
0
1. tempo
(0-0)
AC Bellinzona
0
Yverdon-sport Fc
0
1. tempo
(0-0)
Milan
2
Sassuolo
5
2. tempo
(1-3)
Juventus
Monza
15:00
 
CALCIO
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
SCI ALPINO
43 min

Mikaela Shiffrin si ferma a sei centesimi dal record di Stenmark

Nella Repubblica Ceca la statunitense chiude lo slalom alle spalle della tedesca Lena Dürr. Migliore elvetica, Michelle Gisin con il nono posto
Tennis
1 ora

Ventiduesimo Slam per l’insaziabile Djokovic

A Melbourne il serbo piega il greco Stefanos Tsitsipas in soli 3 set: 6-3, 7-6 (7/4), 7-6 (7/5)
Sci
2 ore

Per Marco Odermatt, a Cortina è... ancora domenica

Il nidvaldese completa un weekend da favola: dopo il trionfo della vigilia, il 25enne concede il bis nella secondo superG
Hockey
16 ore

Tre punti d’oro per un affarone: l’Ambrì espugna Langnau

I biancoblù colgono un importantissimo successo nell’Emmental e fanno 4 su 4 contro i Tigrotti in stagione. Decisivo l’apporto della prima linea
CALCIO
18 ore

Aliseda all’ultimo respiro, il Lugano strappa un punto al Gc

Partita senza grosse emozioni che si chiude con un pareggio tutto sommato giusto e accettabile da entrambe le squadre
Basket
20 ore

Domati i Leoni ginevrini, Sam all’ultimo atto

A Montreux il Massagno di Robbi Gubitosa non stecca e si qualifica per l’ultimo atto di Coppa della Lega
Sci
1 gior

Shiffrin ancora davanti a tutte: 85esima vittoria per lei

La statunitense vince anche fra i paletti stretti di Spindleruv Mlyn e ora tallona Stenmark. Terzo posto per Wendy Holdener.
Tennis
1 gior

È Aryna Sabalenka la regina d’Australia

La bielorussa fa suo il primo Slam dell’anno. Battuta in finale, in tre set, Elena Rybakina al termine di una sfida durata due ore e mezza
Sci
1 gior

Rientro riuscito: Odermatt fa suo il primo superG di Cortina

Il nidvaldese non lascia scampo alla concorrenza. Ad accompagnarlo sul podio il norvegese Kilde (secondo a 35 centesimi) e l’italiano Casse
Basket
1 gior

Quasi 4 milioni per una maglia di LeBron James

Cifre da capogiro per l’asta di New York. L’oggetto più ambito la casacca indossata nel 2013 dal cestista
CALCIO
23.10.2022 - 19:06

Chiasso, vittoria convincente e terzo posto in classifica

I rossoblù hanno superato con reti di Pani e Manicone la seconda squadra dello Zurigo

di Emiliano Rossi
chiasso-vittoria-convincente-e-terzo-posto-in-classifica

L’obiettivo, seppur mai dichiarato, erano nove punti in tre partite: il bottino della settimana del Chiasso parla di sei punti portati a casa, frutto di due vittorie, e di un terzo posto provvisorio in classifica. Certo, rimane il rimpianto per la sfida di Rapperswil, che se vinta avrebbe proiettato i chiassesi addirittura al secondo posto solitario. Intanto, c’è stato il controsorpasso sulla squadra che li ha battuti mercoledì, grazie a una bella e convincente vittoria sullo Zurigo II.

«Eravamo consapevoli di arrivare da una brutta sconfitta, in una partita dove non c’eravamo con la testa – ha ammesso Matteo Martorana a fine gara –. Mercoledì siamo scesi in campo senza la dovuta cattiveria, soprattutto nel primo tempo, nella ripresa abbiamo cercato di raddrizzare la contesa, ma non è andata». C’era dunque voglia di riscatto, che i ragazzi di Tirapelle e Cau hanno capitalizzato al rientro al Riva IV.

Sin da subito i rossoblù hanno impresso il loro ritmo alla partita, prendendo le redini del gioco ma senza riuscire a creare clamorose occasioni. Il vantaggio è comunque arrivato, seguendo l’andamento del match, poco dopo la mezz’ora. A trovare lo spunto vincente è stato Pani, bravo a saltare più alto di tutti su un angolo. Chiasso quindi meritatamente avanti e vicino al raddoppio con Ortolani. Lo Zurigo II però non era granché in palla e pur provando a fare qualcosa in più nella ripresa non si è mai reso pericoloso. A un quarto d’ora dalla fine i rossoblù hanno chiuso la contesa, mai invero in discussione, con Manicone. Ma per Martorana avrebbero dovuto farlo prima. «Come ogni sabato ci portiamo a casa qualcosa da migliorare: questa volta è la cattiveria. Avremmo dovuto chiudere prima i giochi, potevamo farlo. È vero, non abbiamo rischiato praticamente nulla, ma è sempre meglio trovare la rete della sicurezza all’inizio che poi rischiare di subire».

Della classifica il rampollo delle giovanili non parla, spiega che nello spogliatoio non la si guarda. Ma non nega che si tratti di prove di orgoglio e carattere di una compagine confrontata con problemi societari importanti. Sollecitato al riguardo, nicchia: «Non sappiamo niente, noi pensiamo al campo e ciò che avviene fuori è un’altra cosa. Dobbiamo stare concentrati allenamento dopo allenamento. E appunto adesso la graduatoria non la prendiamo in considerazione». Il suo personale obiettivo, lo ha detto da quando è entrato in prima squadra, è comunque «riportare il Chiasso dove merita».

Essendo il giovane uno dei simboli di questa squadra, gli chiediamo anche del clima a volte un po’ teso, con qualche saluto mancato, sulla curva. «Sono cose che nel calcio succedono, quel che conta è restare uniti e tifare Chiasso. A me la gente che incontro non dice nulla di che, solo incoraggiamenti».

Chiasso-Zurigo II 2-0 (1-0)

Reti: 32’ Pani, 76’ Manicone

Chiasso: Mitrovic; Pani, Onkony, Turi; Mattei (55’ Stefanovic), Kamè, Perissinotto (87’ Mpon), Martorana; Ronchetti (69’ Spadoni), Manicone (C) (87’ Dragonetti), Ortolani (55’ Mbengi).

Zurigo II: De Nitti; Janko, Erdin, Gloor, Jakovljevic (84’ Hebib); Ligue, Rodriguez (C), Denoon (46’ Morina), Hanke (84’ Stefanovic); Bajrami (62’ Buschman-Dormond), Di Giusto (67’ Fischer).

Note: 240 spettatori, ammoniti: 44’ Mattei, 69’ Ronchetti, 70’ Manicone, 84’ Onkony, 88’ Janko.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved