Grasshopper
1
Zurigo
1
fine
(0-1)
Empoli
1
Milan
3
fine
(0-0)
Friborgo
1
Langnau
2
fine
(0-0 : 0-1 : 1-0 : 0-1)
Bienne
0
Lugano
3
fine
(0-1 : 0-1 : 0-1)
Ambrì
4
Lakers
3
fine
(0-1 : 2-1 : 1-1 : 1-0)
Losanna
1
Ginevra
5
fine
(0-1 : 1-3 : 0-1)
CALCIO
08.06.2022 - 16:30
Aggiornamento: 16:59

A Franco Foda la pesante eredità di Breitenreiter

Lo Zurigo ha scelto in Germania l’erede dell’allenatore che ha condotto la squadra alla conquista del titolo nazionale

a-franco-foda-la-pesante-eredita-di-breitenreiter

Franco Foda (56 anni) è il nuovo allenatore dello Zurigo. Il tedesco ha sottoscritto un contratto valido fino al 2024. Foda prende il posto del connazionale André Breitenreiter, partito in direzione della Bundesliga e di Hoffenheim dopo aver portato il club di Ancillo Canepa al titolo svizzero.

Foda è stato selezionatore della Nazionale austriaca dopo Marcel Koller, dall’autunno 2017 a fine marzo 2022. Il suo principale traguardo raggiunto è stata la qualifica della selezione biancorossa per Euro 2020, torneo nel quale è stata eliminata dall’Italia negli ottavi di finale (2-1 dopo i tempi supplementari). L’Austria ha però mancato l’accesso ai Mondiali 2022, battuta dal Galles nella semifinale dei playoff (2-1).

Prima di assumere le redini della Nazionale, Foda aveva già lavorato in Austria, più precisamente a Graz, dove nel 2011 aveva portato lo Sturm al titolo austriaco. Da luglio 2012 ad agosto 2013, aveva assunto le redini del Kaiserslautern, prima di far ritorno a Graz.

Il nuovo tecnico dei campioni svizzeri può contare anche su un’onesta carriera da giocatore (più di 300 partite in Bundesliga con 20 reti). Difensore di ruolo con due selezioni nella Mannschaft, ha vestito, tra le altre, le maglie di Kaiserslautern, Bayern Leverkusen, Stoccarda e anche Basilea, squadra con la quale ha disputato qualche incontro nella primavera 1997.

«Ho subito avuto ottime sensazioni dopo aver parlato con la famiglia Canepa e con il direttore sportivo Marinko Jurendic – ha affermato Foda –. Ci siamo intesi immediatamente e sono certo che assieme potremo fare grandi cose».

Dal canto suo, il numero uno dei tigurini si è detto soddisfatto della scelta... «Siamo convinti che saprà continuare a sviluppare la prima squadra grazie a personalità ed esperienza».

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved